Vitalij Ivanovič Vorotnikov

politico sovietico
Vitalij Ivanovič Vorotnikov
Вита́лий Ива́нович Воротнико́в

Presidente del Presidium del Soviet Supremo
Durata mandato 3 ottobre 1988 –
29 maggio 1990
Predecessore Vladimir Orlov
Successore Boris El'cin

Presidente del Consiglio dei commissari del popolo della RSFS Russa
Durata mandato 24 giugno 1983 –
27 giugno 1988
Predecessore Michail Solomencev
Successore Aleksandr Vlasov

Deputato del Soviet dell'Unione del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature VIII, IX, X, XI
Circoscrizione Oblast' di Kujbyšev (VIII), Oblast' di Voronež (IX, X, XI)

Dati generali
Partito politico PCUS
Università Università aerospaziale statale di Samara

Vitalij Ivanovič Vorotnikov (in russo: Вита́лий Ива́нович Воротнико́в?; Voronež, 20 gennaio 1926Mosca, 19 febbraio 2012) è stato un politico sovietico, dirigente del Partito Comunista dell'Unione Sovietica, membro dell'ufficio politico (Politburo) del PCUS e Presidente del Praesidium del Soviet Supremo della RSFSR[1].

BiografiaModifica

Nel 1940 entrò nella Scuola di Aviazione Industriale locale, specializzandosi in tecnologia dei motori degli aeromobili.

Dopo essersi diplomato continuò a lavorare presso lo stesso impianto e dopo la seconda guerra mondiale in posizioni organizzative del PCUS. Si è laureato in ingegneria nel 1954[2].

Esiliato a Cuba da Breznev, dal 1979 al 1982, come ambasciatore sovietico, ritornò in patria dopo la morte di quest'ultimo e gli venne affidato l'incarico di capo dei comunisti di Krasnodar[2].

Nel 1983 divenne Presidente del Consiglio dei commissari del popolo della RSFS Russa e nel 1988 Presidente del Praesidium del Soviet Supremo della RSFSR.

È deceduto a Mosca il 19 febbraio 2012.

OnorificenzeModifica

Onorificenze sovieticheModifica

  Eroe del Lavoro Socialista
— 1986
  Ordine di Lenin (4)
— 1971, 1973, 1982 e 1986
  Medaglia d'oro per le esposizioni internazionali di economia (3)
  Ordine della Rivoluzione d'ottobre
  Ordine del Distintivo d'onore
  Ordine al Merito
  Ordine della Guerra patriottica di 1ª classe
  Cittadino onorario
— Voronež[3], 1996

Onorificenze straniereModifica

  Ordine della Solidarietà
— Cuba, 1982

BibliografíaModifica

  • Vitaly Vorotnikov; Mi verdad. Notas y reflexiones del diario de trabajo de un miembro del Buró Político del PCUS; 1995; Casa Editora Abril; La Habana

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN97100896 · ISNI (EN0000 0000 8284 4653 · LCCN (ENn86060523 · GND (DE129411558 · BNF (FRcb165711553 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n86060523