Vittorio Amedeo d'Assia-Rotenburg

Vittorio Amedeo
Victor Amadeus Landgraf zu Hessen-Rotenburg.jpg
Langravio d'Assia-Rotenburg
Stemma
In carica 1812 –
1834
Successore Langraviato passato all'Assia-Kassel
Nascita Rotenburg, 2 settembre 1779
Morte Racibórz, 12 novembre 1834
Dinastia Assia-Rotenburg
Padre Carlo Emanuele, Langravio d'Assia-Rotenburg
Madre Leopoldina del Liechtenstein
Coniugi Leopoldina di Fürstenberg
Elisabetta di Hohenlohe-Langenburg
Eleonora di Salm-Reifferscheidt-Krautheim e Gerlachsheim
Langraviato d'Assia-Rotenburg
Coa fam DEU hessen rotenburg.jpg

Ermanno 1627-1658
Figli
  • Giuliana
Ernesto 1658-1693
Figli
Guglielmo 1693-1725
Figli
Ernesto Leopoldo 1725-1749
Figli
Costantino 17491778
Figli
  • Carlo Emanuele
  • Clementina
  • Maria Edvige
  • Luigi
  • Cristiano
  • Carlo
  • Antonia
  • Guglielmina
  • Leopoldina
  • Ernesto
  • Federica
Carlo Emanuele 1778-1806
Figli
1806-1813: annessione al Regno di Vestfalia
Vittorio Amedeo 1813-1834
Modifica

Vittorio Amedeo d'Assia-Rotenburg (Rotenburg an der Fulda, 2 settembre 1779Zębowice, 12 novembre 1834) è stato Langravio d'Assia-Rotenburg dal 1812 al 1834, nonché duca di Ratibor e principe di Corvey.

BiografiaModifica

Vittorio Amedeo era figlio di Carlo Emanuele d'Assia-Rotenburg e di Leopoldina del Liechtenstein, figlia del principe Francesco Giuseppe I.

Girolamo Bonaparte, re di Westfalia, lo nominò suo ciambellano, ma Vittorio Amedeo rigettò la nomina ritenendo di dover giurare fedeltà unicamente al Sacro Romano Impero. Accusato dal re di fellonia, venne costretto all'esilio, a cedere ai francesi tutti i palazzi del suo principato ed a pagare una multa di 35.000 talleri. Venne riconosciuto al rango di principe solo il 10 luglio 1813, anche se Vittorio Amedeo continuò a rifiutarsi di prestare giuramento ai francesi.

Quando cadde il governo napoleonico, riuscì a riprendere le redini del proprio governo ma in preparazione di una nuova costituzione e di riforme amministrative che interessarono l'Assia nel 1821, preferì rimanere lontano dalla politica. Pretese però un indennizzo di 450.000 talleri tra danni di guerra e altre privazioni, tra cui la perdita di alcuni territori che gli vennero ricompensati con l'annessione degli ex principati abbaziali di Ratibor e Corvey. Tra il 1825 ed il 1833 spostò la preziosa biblioteca di corte consistente in 36.000 volumi da Rotenburg a Corvey.

Non avendo avuto figli, alla sua morte nel 1834 le sue terre tornarono all'Assia-Kassel, mentre i titoli di duca di Ratibor e Corvey passarono a suo nipote Vittorio I di Ratibor.

Matrimonio e figliModifica

Nel 1799, Vittorio Amedeo sposò Leopoldina von Fürstenberg (1781-1806), figlia del principe Filippo von Fürstenberg.

Rimasto vedovo della prima moglie e senza eredi, si risposò nel 1812 con Elisabetta di Hohenlohe-Langenburg (1790-1830), figlia del principe Carlo Ludovico I di Hohenlohe-Langenburg. Da questo matrimonio ebbe una sola figlia, nata morta il 1 settembre 1813.

Nuovamente vedovo, nel 1831 sposò Eleonora di Salm (1799-1851), figlia del principe Francesco di Salm.

Vittorio Amedeo non ebbe figli legittimi, e come tale con lui terminò la casata d'Assia-Rothenburg.

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Ernesto Leopoldo d'Assia-Rotenburg Guglielmo d'Assia-Rotenburg  
 
Maria Anna di Löwenstein-Wertheim-Rochefort  
Costantino d'Assia-Rotenburg  
Eleonora Maria di Löwenstein-Wertheim-Rochefort Maximilian Karl zu Löwenstein-Wertheim-Rochefort  
 
Maria Polissena Khuen von Lichtenberg  
Carlo Emanuele d'Assia-Rotenburg  
Corrado Sigismondo Antonio di Starhemberg Franz Ottokar von Starhemberg  
 
Clara Cäcilia von Rindsmaul  
Marie Sofia Teresa Edvige Eva di Starhemberg  
Maria Leopoldine Elisabeth Renate zu Löwenstein-Wertheim-Rochefort Maximilian Karl zu Löwenstein-Wertheim-Rochefort  
 
Maria Polissena Khuen von Lichtenberg  
Vittorio Amedeo d'Assia-Rotenburg  
Emanuele del Liechtenstein Filippo Erasmo del Liechtenstein  
 
Cristina Teresa di Löwenstein-Wertheim-Rochefort  
Francesco Giuseppe I del Liechtenstein  
Maria Anna Antonia di Dietrichstein-Weichselstädt Karl Magnus di Dietrichstein-Weichselstädt  
 
Maria Theresia von Trauttmansdorff-Weinsberg  
Leopoldina del Liechtenstein  
Francesco Filippo di Sternberg Francesco Damiano di Sternberg  
 
Marie Josefa von Trauttmansdorff-Weinsberg  
Leopoldina di Sternberg  
Maria Leopoldina di Starhemberg Corrado Sigismondo Antonio di Starhemberg  
 
Maria Leopoldine Elisabeth Renate zu Löwenstein-Wertheim-Rochefort  
 

Collegamenti esterniModifica

genroy.free.fr

Controllo di autoritàVIAF (EN221169589 · GND (DE189532912 · CERL cnp02046336 · WorldCat Identities (ENviaf-221169589
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie