Vittorio Congia

attore e doppiatore italiano

Vittorio Congia (Iglesias, 4 novembre 1930Roma, 27 novembre 2019[1]) è stato un attore e doppiatore italiano.

Vittorio Congia

BiografiaModifica

Nato a Iglesias, ma cresciuto a Cagliari, iniziò in giovane età a seguire lezioni di pittura da Dino Fantini e di scultura da Franco D'Aspro; prese le prime lezioni di violoncello dagli amici del padre Luigi, che gli permise di frequentare il conservatorio di Santa Cecilia; scelse poi di seguire il corso di recitazione del centro sperimentale di cinematografia, dove si diplomò nel 1952.

Tra il 1957 e il 1978 apparve in circa quaranta film, tra cui dodici musicarelli.

Per la televisione partecipò a diverse miniserie televisive: Biblioteca di Studio Uno (episodio I tre moschettieri, 1964), Za-bum (1964), Scaramouche (1965), Oliver Cromwell: Ritratto di un dittatore (1969), Nero Wolfe (episodio Salsicce "Mezzanotte", 1971), Le inchieste del commissario Maigret (episodio Maigret in pensione, 1972), Il commissario De Vincenzi (episodio L'albergo delle tre rose, 1974), Don Giovanni in Sicilia (1977), Il furto della Gioconda (1978), Tecnica di un colpo di Stato: la marcia su Roma (1978).

Prese parte inoltre ad alcuni episodi della rubrica pubblicitaria televisiva Carosello:[2] nel 1958, insieme a Ernesto Calindri, pubblicizzò il brandy Stock 84; nel 1961, insieme ad Aroldo Tieri l'Idrolitina della Gazzoni; e dal 1963 al 1967, insieme a vari altri attori famosi, il digestivo Cynar e il liquore Vov.

TeatroModifica

TelevisioneModifica

RadioModifica

CinemaModifica

DoppiaggioModifica

Film cinemaModifica

Film d'animazioneModifica

DoppiatoriModifica

BibliografiaModifica

  • Gli attori, Gremese editore Roma 2002.
  • Il Radiocorriere, fascicoli annata 1965.

NoteModifica

  1. ^ Morto il doppiatore Vittorio Congia, su ilmessaggero. URL consultato il 27 novembre 2019.
  2. ^ Marco Giusti, Il Grande libro di Carosello, Milano, Sperling & Kupfer, II edizione, ISBN 88-200-2080-7

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90307508 · SBN IT\ICCU\RAVV\308429 · WorldCat Identities (ENviaf-90307508