Apri il menu principale
Vittorio Sentimenti
Vittorio Sentimenti (III) - Juventus.jpg
Sentimenti III alla Juventus negli anni 1940
Nazionalità Italia Italia
Altezza 166 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1959 - giocatore
Carriera
Giovanili
1933-1936 Modena
Squadre di club1
1933-1941 Modena 124 (59)[1]
1941-1949 Juventus 210 (62)
1949-1952 Lazio 76 (9)
1952-1956 Torino 88 (8)
1956-1957 Modena 11 (0)
1958-1959 Aosta 5 (0)
Carriera da allenatore
1958-1962 Aosta[2]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Vittorio Sentimenti (Bomporto, 18 agosto 1918Torino, 27 settembre 2004) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

È il terzo di cinque fratelli: Ennio (I), Arnaldo (II), Lucidio (IV) e Primo (V), pertanto è noto anche come Sentimenti III.

Indice

BiografiaModifica

La famiglia SentimentiModifica

La famiglia Sentimenti comprendeva diversi giocatori di calcio:

Arturo Sentimenti
Augusta Sentimenti
? Sentimenti
?
? Sentimenti
?
Ennio Sentimenti
Arnaldo Sentimenti
(24 maggio 1914-12 giugno 1997)
Vittorio Sentimenti
(18 agosto 1918-27 settembre 2004)
Lucidio Sentimenti
(1º luglio 1920-28 novembre 2014)
Primo Sentimenti
(28 dicembre 1926 - 13 ottobre 2016)
Lino Sentimenti
(25 settembre 1929)

CarrieraModifica

Inizia la carriera con le giovanili del Modena nei primi anni '30, venendo saltuariamente convocato in alcune partite della prima squadra in Serie B tra il 1933 e il 1936. Passa definitivamente in prima squadra dal campionato di Serie B 1936-1937 rimanendo nelle file canarine per cinque stagioni, tre in Serie B e due in Serie A, vincendo la classifica cannonieri di Serie B (24 reti, a pari merito col bresciano Renato Gei) nella stagione 1940-1941, prima di trasferirsi alla Juventus nella stagione 1941-1942. In bianconero rimane fino al termine del campionato 1948-1949 e poi viene ceduto alla Lazio dove rimane per tre stagioni (76 presenze e 9 reti) affiancato dai fratelli Lucidio e Primo.

Nel 1952-1953 passa al Torino per quattro anni, per poi tornare ancora a Modena nell'estate del 1956. Chiude la carriera nell'Aosta, nel campionato dilettanti, in veste di allenatore-giocatore nel 1959.

In carriera ha totalizzato complessivamente 421 presenze e 94 reti in massima serie e 88 presenze (più uno spareggio) e 44 reti in Serie B.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Modena: 1937-1938
Juventus: 1941-1942

IndividualeModifica

1940-1941 (24 gol, insieme a Renato Gei)
1942-1943 (5 gol)

NoteModifica

  1. ^ 125 (59) se si considera lo spareggio promozione
  2. ^ Massimo D’Agostino e Alexandru Palosanu, Almanacco storico della Serie D – Stagione 1961/62, 2013, p. 230.

BibliografiaModifica

  • Vladimiro Caminiti, Juventus Juventus. Dizionario storico romantico dei bianconeri, Milano, Edizioni Elle, 1977, p. 208.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica