Apri il menu principale
Vladimiro Pini
Vladimiro pini.jpg
12 agosto 1879 – 19 gennaio 1959
Nato aLivorno
Morto aLivorno
Cause della morteNaturali
Dati militari
Paese servitoItalia Italia
Forza armataRegia marina
ArmaGenio
GradoAmmiraglio di squadra
voci di militari presenti su Wikipedia
Vladimiro Pini

Senatore del Regno d'Italia
Durata mandato 21 dicembre 1939 –
Legislature XXX
Incarichi parlamentari
  • Commissione di finanze

Vladimiro Costantino Pini (Livorno, 12 agosto 1879Livorno, 19 gennaio 1959) è stato un militare e politico italiano.

Indice

Cenni biograficiModifica

Allievo dell'Accademia navale di Livorno nel 1896 viene promosso guardiamarina nel corpo dello Stato maggiore generale della marina dal 1º gennaio 1900. Si imbarca per la prima volta a bordo dell'incrociatore San Giorgio il 20 luglio 1897. Prende parte alla guerra di Abissinia e al corpo di spedizione inviato in Cina per reprimere la rivolta anticoloniale dei Boxer. Nel 1908 partecipa al comando di un contingente militare ai soccorsi alle popolazioni colpite dal terremoto calabro-siculo, opera che gli vale una medaglia di bronzo. Ha fatto parte della delegazione italiana della Marina alla conferenza navale per la riduzione degli armamenti (Londra, 1930). Al Ministero della marina ha svolto gli incarichi di Capo di Stato maggiore come capo reparto operazioni e capo di gabinetto del ministro. Ha comandato l'arsenale di La Spezia e presieduto il Consiglio superiore coloniale.

CarrieraModifica

OnorificenzeModifica

CiviliModifica

  Cavaliere dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
  Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
  Commendatore dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
  Grande Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
  Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia
  Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
  Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
  Grande Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia decorato di Gran Cordone
  Commendatore dell'Ordine coloniale della Stella d'Italia
  Medaglia commemorativa per il terremoto calabro-siculo

MilitariModifica

  Medaglia di bronzo al valor militare
«Per essersi distinto nell'opera soccorritrice prestata sui luoghi devastati dal terremoto del 28 dicembre 1908
— 27 maggio 1911
  Medaglia d'argento al valor militare
«Per servizi speciali resi alla Regia Marina
— (data non indicata)
  Medaglia di bronzo al valor militare
«Al comando di una sezione di torpediniere costiere compiva numerose ed importanti missioni di guerra, dimostrando doti singolari di perizia militare e di ardimento
— 27 gennaio 1918
  Cavaliere dell'Ordine militare di Savoia
«Con fervida tenacia, preclara intelligenza e somma perizia militare, disimpegnava l'alta funzione direttiva inerente alla preparazione dei mezzi e al funzionamento dei servizi della regia Marina in dipendenza dell'impresa d'Africa
— 7 ottobre 1937
  Medaglia commemorativa della campagna in Cina
  Medaglia commemorativa dell'Unità d'Italia
  Croce al merito di guerra
  Medaglia interalleata della vittoria
  Medaglia commemorativa delle campagne d'Africa
  Croce d'oro per anzianità di servizio
  Medaglia mauriziana al merito militare di dieci lustri

Collegamenti esterniModifica