Apri il menu principale

Vocale anteriore quasi aperta non arrotondata

Anteriori Quasi anteriori Centrali Quasi posteriori Posteriori
Chiuse
Blank vowel trapezoid.svg
i • y
ɨ • ʉ
ɯ • u
ɪ • ʏ
* • ʊ
e • ø
ɘ • ɵ
ɤ • o
ɛ • œ
ɜ • ɞ
ʌ • ɔ
a • ɶ
ɑ • ɒ
Quasi chiuse
Semichiuse
Medie
Semiaperte
Quasi aperte
Aperte
Quando due simboli appaiono in coppia, quello a sinistra rappresenta
una vocale non arrotondata, quello a destra una vocale arrotondata.
Per quelli situati al centro, la posizione delle labbra non è specificata.
Vedere anche: IPA, Consonanti
Vocale anteriore quasi aperta non arrotondata
IPA - numero325
IPA - testoæ
IPA - immagine
Xsampa-leftcurly.png
UnicodeU+00E6
Entityæ
SAMPA{
X-SAMPA{
Kirshenbaum&
Ascolto

La vocale anteriore quasi aperta non arrotondata è un suono vocalico presente in alcune lingue. Il suo simbolo nell'Alfabeto fonetico internazionale è [æ], e l'equivalente simbolo X-SAMPA è {.

CaratteristicheModifica

  • La sua posizione è anteriore; la pronuncia avviene infatti con la lingua in posizione avanzata all'interno della cavità orale.
  • Il suo grado di apertura è quasi aperto; la pronuncia avviene infatti aprendo la bocca quasi come una vocale aperta, ma leggermente meno serrata. Queste vocali sono talvolta descritte come varianti rilassate delle vocali aperte.
  • È una vocale non-arrotondata; durante la pronuncia, infatti, le labbra non vengono portate in avanti.

OccorrenzeModifica

In italianoModifica

In italiano standard tale fono non è presente. Lo si può rintracciare, però, in varietà di altre lingue regionali, quali i dialetti nel barese, parmigiano e piacentino.

In daneseModifica

In danese tale fono è presente per esempio nella parola Dansk "danese" [d̥ænsɡ̊].

In finlandeseModifica

In finlandese tale fono è reso con la grafia ä ed è presente per esempio nella parola mäki "collina" [ˈmæki].

In ingleseModifica

In inglese tale fono è presente nella maggior parte delle varietà, ed è presente per esempio nella parola cat "gatto" [kʰæt] ascolta[?·info]. In tali varietà, è la più comune realizzazione del fonema chiamato short A ("A breve").

In norvegeseModifica

In norvegese tale fono è reso con la grafia æ ed è presente per esempio nella parola lær "pelle, cuoio" [læːɾ].

Voci correlateModifica

  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica