Volevo i pantaloni (film)

film del 1990 diretto da Maurizio Ponzi
Volevo i pantaloni
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1990
Durata97 min
Generedrammatico
RegiaMaurizio Ponzi
SoggettoLara Cardella, Leonardo Benvenuti, Piero De Bernardi, Maurizio Ponzi, Bruno Carbuglia, Roberto Ivan Orano
SceneggiaturaLeonardo Benvenuti, Piero De Bernardi, Maurizio Ponzi, Bruno Carbuglia, Roberto Ivan Orano
ProduttoreMario Cecchi Gori, Vittorio Cecchi Gori
Distribuzione in italianoPentaFilm (Distribuzione)
FotografiaMaurizio Calvesi
MontaggioSergio Montanari
MusicheGiancarlo Bigazzi
ScenografiaFranco Velchi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Volevo i pantaloni è un film drammatico del 1990, diretto da Maurizio Ponzi e prodotto da Mario e Vittorio Cecchi Gori.

Il film è adattato fedelmente sull'omonimo romanzo di Lara Cardella dell'anno precedente, e ha come protagonista Giulia Fossà.

TramaModifica

Anna de Domenico è una ragazza siciliana che frequenta il liceo classico e vive con i genitori e il fratello in una modesta abitazione di una zona rurale della Sicilia. Anna soffre per la poca libertà concessale dai genitori, conformi alla mentalità comune del luogo, molto maschilista e ottusa, che impone alle donne di non mostrare alcun comportamento emancipato, pena il giudizio di essere delle poco di buono. Un'amica più libera nei costumi la invita a una festa, durante la quale Anna conosce un ragazzo che subito le piace. Decide di vederlo all'insaputa dei genitori, ma quando viene scoperta per punizione viene chiusa in casa e ritirata da scuola, e a causa delle dicerie che in paese già fioccano sul suo conto viene mandata a vivere a casa della zia paterna. Qui Anna non si trova bene per via delle pregresse molestie da parte dello zio che in occasione dell'assenza della moglie la aggredisce e tenta di violentarla. Allora Anna decide di reagire e denuncia lo zio, e accetta un matrimonio riparatore per non dover tornare a casa dai suoi genitori. Non le rimane che sperare di dare a sua figlia un futuro più libero, più felice, meno schiavo di pregiudizi e tabù.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema