Apri il menu principale
volo Avianca 4
Avianca Douglas DC-4 Volpati.jpg
Un DC-4 della Avianca simile a quello incidentato
Tipo di eventoerrore del pilota
Data14 gennaio 1966
StatoColombia Colombia
Coordinate10°23′59″N 75°30′52″W / 10.399722°N 75.514444°W10.399722; -75.514444Coordinate: 10°23′59″N 75°30′52″W / 10.399722°N 75.514444°W10.399722; -75.514444
Tipo di aeromobileDouglas C-54 Skymaster
OperatoreAvianca
Numero di registrazioneHK-730
PartenzaAeroporto di Cartagena
DestinazioneAeroporto di Bogotà-El Dorado
Passeggeri60
Equipaggio4
Vittime49
Sopravvissuti8
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Colombia
Volo Avianca 4
voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

Il volo Avianca 4 era un volo di linea della Avianca con decollo dall'Aeroporto di Cartagena e destinazione l'Aeroporto di Bogotà.

Il 14 gennaio 1966 il Douglas C-54 che operava il volo precipitò in mare subito dopo il decollo. Persero la vita 56 delle 64 persone a bordo.

L'aereoModifica

Il velivolo coinvolto nell'incidente era un Douglas C-54B con numero di registrazione HK-730 e S/N 18325. Il velivolo venne costruito nel 1944[1] e impiegato nella United States Army Air Forces (43-17125) come aereo cargo[2]. Nel 1948 passò alla Pan American (N58018) dove rimase fino al 1958[1] quando venne acquisito dalla Avianca e convertito in aereo passeggeri[3].

Al momento dell'incidente aveva accumulato un totale di 42 270 ore di volo[3].

Il voloModifica

Alle 20:50 del 14 gennaio 1966 il DC-4 venne autorizzato dalla torre di controllo dell'Aeroporto di Cartagena a decollare dalla pista 36. La corsa di decollo e la rotazione avvennero come di consueto. Il Douglas non riuscì però a prendere sufficiente quota e sorvolò la fine della pista a soli 20 metri[4]. Successivamente iniziò a scendere fino a impattare contro la superficie del mare a 1300 metri dalla fine della pista 36[3][5].

L'inchiestaModifica

Per accertare le cause dell'incidente venne nominata una inchiesta presieduta dalla Colombian Civil Aviation Administration (CCAA)[3]. Gli investigatori, grazie all'analisi dei rottami, poterono ricostruire la dinamica dell'incidente. Subito dopo il decollo, quando il primo ufficiale spostò la leva del carrello verso l'alto, a causa di un errore di manutenzione il carrello principale sinistro rientrò ruotato di 180° incastrandosi. Il contatto tra il carrello e la fusoliera provocò la rottura dei tubi idraulici e l'accensione in cabina di un falso allarme incendio al motore. L'equipaggio, disorientato degli eventi, perse il contatto con gli strumenti e non fu in grado di recuperare un inviluppo di volo sicuro[3].

Non venne rilevata alcuna anomalia né all'apparato propulsivo né alle eliche[3].

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Aircraft Data HK-730, 1944 Douglas C-54B Skymaster C/N 18325, su www.airport-data.com. URL consultato il 18 giugno 2017.
  2. ^ rzjets.net, Douglas DC-4 production list, su rzjets.net. URL consultato il 18 giugno 2017.
  3. ^ a b c d e f ICAO Circular 96-AN/79 Volume I (PDF), su mid.gov.kz.
  4. ^ Harro Ranter, ASN Aircraft accident Douglas C-54B-1-DO (DC-4) HK-730 Cartagena-Crespo Airport (CTG), su aviation-safety.net. URL consultato il 18 giugno 2017.
  5. ^ (ES) Jaime Escobar Corradine, Los Douglas DC-4 de Avianca | all-pages, in El portal de la Aviación. URL consultato il 20 giugno 2017.