Vremja (telegiornale)

telegiornale sovietico e poi russo
Vrémja
Titolo originaleВремя
Vrémja
PaeseRussia
Anno1968 - 1991 (sovietico)

1994 - in produzione (russo)

Generetelegiornale
Durata30 min. (edizione standard)
Lingua originalerusso
Crediti
ConduttoreEkatherina Andreeva
Kirill Kleimyonov
Vitaly Yeliseyev
Mikhail Leontyev
IdeatoreYuri Letunov
Casa di produzioneGoverno della Federazione Russa
Rete televisivaPervyj kanal

Vrémja (in russo Вре́мя, letteralmente in italiano "tempo") è il principale telegiornale russo, ed è trasmesso dal 1994 sul Primo Canale della TV russa (in russo Первый канал, Pervyj kanal) dopo la chiusura della Televisione Centrale Sovietica (Центральное телевидение СССР, ЦТ СССР; Central'noe televidenie SSSR, CT SSSR), ove era precedentemente trasmesso. La prima edizione andò in onda il 1º gennaio 1968 in bianco e nero e da allora (salvo un'interruzione tra il 28 agosto 1991 e il 15 dicembre 1994) non si è mai fermato. La conversione al colore avvenne nel 1974.

Era sovieticaModifica

Nell'era sovietica, il telegiornale era un vero e proprio bollettino del Governo dell'URSS, omettendo dunque tutte le notizie passibili di fomentare sentimenti contrari alla politica del regime comunista. I servizi (preparati perlopiù dall'agenzia di stampa TASS) promuovevano gli ideali del socialismo e ritraevano l'occidente in maniera negativa. Non a caso la redazione e lo studio avevano sede presso il palazzo del Politburo a Mosca. La situazione cambiò dopo la glasnost, quando si iniziò a lasciare al programma maggior autonomia editoriale, tanto che la redazione riuscì a documentare ampiamente con contributi audiovisivi il crollo dei regimi comunisti a partire dal 1989.

CaratteristicheModifica

L'edizione principale del notiziario, denominata appunto Vrémja, va storicamente in onda alle ore 21:00 e il programma viene registrato ogni sera cinque volte di fila in diretta, ciascuna per i principali fusi orari della Russia (GMT +11, +9, +7, +5 e +3). Nell'era sovietica il programma andava in onda a reti unificate su tutte le stazioni televisive statali (il canale 1 della TV Ucraina, LTV1, Kazakhstan-1, Eesti Televisioon, Lietuvos Radijas ir Televizija, Belaruskaja Tele-Radio Campanija 1, Uzbekistan 1, TV Georgiana, TV Azera, ecc.) La trasmissione durava 30 minuti, estensibili ad oltranza in casi eccezionali (tipo le cerimonie sulla Piazza Rossa, il Congresso del Partito Comunista dell'Unione Sovietica o simili assemblee, sessioni del Soviet Supremo e i funerali dei leader di partito, come Leonid Brežnev, Jurij Andropov e Konstantin Černenko).

Tale edizione rimase l'unica fino metà anni 1970, allorché fu aggiunta una seconda edizione da 30 minuti alle ore 23:00 (sovente si trattava di una ripetizione del programma delle ore 21), trasmessa però sul secondo canale della TV di stato. In precedenza, il primo e il secondo canale lo trasmettevano in contemporanea alle 21:00, per poi replicarlo al mattino seguente alle ore 7:30, dopo l'inizio delle trasmissioni e prima dei programmi per bambini, che venivano trasmessi in simulcast col quarto canale. Più tardi questa replica fu spostata alle ore 6:30, prima del programma 120 minut (tuttora esistente su Pervyj Kanal col nome di Dobroe utro, in russo Доброе утро, ovvero "Buongiorno").

Accanto a Vrémja, altre edizioni del notiziario strutturate diversamente si aggiunsero via via durante il giorno: fu istituita quella delle ore 13:00 e poi quella delle 18:30 sul Primo Canale. Si aggiunse poi il notiziario delle 15:00 e negli anni 1980 quella della mezzanotte. Questi notiziari presero il nome di Novosti (in russo: Новости, "Notizie") ed ebbero sovente carattere regionale, venendo trasmessi in edizioni diverse a seconda della collocazione geografica. Dal 1989, l'edizione delle 15:00 e quella di mezzanotte presero il nome di TSN (in russo: TCH: Телевизионная служба новостей, TSN: Televizionnaja služba novostej - SNT: Servizio di Notizie Televisive). I notiziari odierni di Pervyj Kanal seguono tuttora uno schema simile, con i notiziari principali denominati "Vremja", "TSN" e le varie "Novosti".

Dal 1980 al 1984, dal 1986 ai primi mesi del 1990, dagli ultimi mesi del 1990 al 27 agosto 1991 e dal 16 dicembre 1994 ad oggi, uno dei tratti distintivi più noti di Vrémya è la sua sigla: il tema musicale Vrémja, vperëd! (in italiano "Tempo, avanti!") composto da Georgij Sviridov per l'omonimo film del 1965.

La caduta dell'URSSModifica

Nell'epoca della glasnost, Vrémja ottenne una maggiore libertà editoriale, potendo dunque proporre servizi e notizie da un punto di vista più indipendente. Nel 1988, lo studio di trasmissione, che sin dagli albori era stato caratterizzato dallo sfondo azzurro per il chroma key, fu rinnovato, con una scenografia fissa ed ampie finestre aperte sulla sala di regia alle spalle dei conduttori. Il 19 agosto 1991, Vrémja mostrò per prima al mondo le immagini del golpe refrattario di Mosca.

Transizione post-SovieticaModifica

L'ultima edizione di Vrémja di tipo "sovietico" andò in onda il 27 agosto 1991: il programma fu poi chiuso, essenzialmente per volere del presidente russo Boris El'cin, che lo riteneva troppo legato alle logiche del disciolto PCUS.

Il programma rinascerà il 16 dicembre 1994 sul canale ORT 1 (poi divenuto il Primo Canale, in russo: Первый канал, Pervyj kanal), in tempo per seguire la prima guerra cecena. Il format fu modernizzato, con una grafica più dinamica, una maggiore velocità e la formula a singolo conduttore, mantenendo il formato "a due" per le edizioni speciali. L'orientamento della testata è rimasto tuttavia filogovernativo.

Dal 1º giugno 2011 il programma va in onda nel formato panoramico 16:9.

Vrémja "della domenica"Modifica

Nei tardi anni 1980, il programma iniziò a trasmettere un'edizione speciale domenicale (giorno in cui in precedenza non andava in onda), inizialmente detta Семь дней (in russo: Sem' dnej - Sette giorni), che fu poi rinominata nel 2003 Воскресное Время (Voskrésnoe Vrémja - Vrémja della Domenica). Tale programma raccoglie ed analizza le principali notizie della settimana.

PresentatoriModifica

Era sovieticaModifica

  • Vera Šebeko
  • Leonid Slin
  • Igor Kirillov - presentatore di punta, cronista dei grandi eventi
  • Maja Sidrova
  • Evgenkj Suslov
  • Gennadij Četrov
  • Evgenij Kočergin
  • Inna Ermilova
  • Elena Kovaleenko
  • Anna Šatilova
  • Jurij Kovelenov
  • Viktor Balašov
  • Aza Lichičenko
  • Galina Zimenkova
  • Nonna Bedrov
  • Sergej Medvedev

Dal 1995Modifica

  • Igor' Vychucholev
  • Andrej Baturin
  • Pëtr Marčenko
  • Ekaterina Andreeeva
  • Vitalij Eliseev
  • Dmitry Borisov
  • Arina Šarapova

Programmi similiModifica

Nei paesi socialisti molti programmi televisivi d'informazione si ispiravano (e talvolta si ispirano tuttora) al format di Vremja:

CuriositàModifica

Un curioso test fu condotto dal 12 al 26 febbraio 1990 negli Stati Uniti d'America, dove oltre 100 stazioni televisive trasmisero simultaneamente Vrémja, coordinati dall'emittente WGBH-TV.[1]

NoteModifica

  1. ^ Soviet news program comes to public TV, in Gainesvile Sun, 20 febbraio 1990, p. 6A.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione