Apri il menu principale
Vulnicura
ArtistaBjörk
Tipo albumStudio
Pubblicazione20 gennaio 2015
(vedi date di pubblicazione)
Durata57:03
Dischi1
Tracce9
GenereMusica elettronica[1]
Musica sperimentale[2]
Musica d'ambiente[3]
EtichettaOne Little Indian Records, Megaforce Records[4]
ProduttoreBjörk, Arca, The Haxan Cloak
Registrazione2012-2015
FormatiCD, vinile, musicassetta, download digitale
Björk - cronologia
Album precedente
(2014)
Album successivo
(2015)
Logo
Logo del disco Vulnicura
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 4.5/5 stelle[1]
Slant Magazine 3/5 stelle[2]

Vulnicura è l'ottavo album in studio della cantautrice islandese Björk (il nono, contando anche l'omonimo album solista del 1977), pubblicato dalla One Little Indian Records.

PubblicazioneModifica

Il 14 gennaio 2015, Björk posta sulla sua pagina di Facebook una nota manoscritta in cui annuncia nome, periodo di pubblicazione e titoli delle tracce del nuovo album[5][6]. Vulnicura doveva essere messo in commercio nel marzo 2015, in concomitanza con la mostra Björk in onore alla carriera dell'artista al Museum of Modern Art (MoMA) di New York[7], nonché della pubblicazione del libro Björk: Archives[8]. Tuttavia, a seguito di un leak che ha comportato la possibilità di scaricare illegalmente l'album su alcuni siti, l'artista è stata costretta a pubblicare Vulnicura su iTunes il 20 gennaio[9][10].

Il 26 aprile 2019 l'album viene rilasciato dalla One Little Indian Records in formato di musicassetta.[11]

ProduzioneModifica

Vulnicura è il primo album di Björk ad essere co-prodotto dal produttore venezuelano Arca, già celebre per aver collaborato con Kanye West per il suo album Yeezus del 2013.[12] Arca ha descritto l'esperienza di lavorare con Björk, che egli considera un'ispirazione musicale, come "guaritiva", e ha dichiarato: "Il modo in cui ella esiste come essere umano ha una grande influenza sul modo in cui io esisto come essere umano."[13][14] Altra collaborazione presente nell'album è quella con il produttore britannico The Haxan Cloak, che ha co-prodotto la traccia Family e ha definito "un onore" lavorare con Björk.[15][16]

Stile musicale e temi trattatiModifica

Björk ha descritto Vulnicura come "un album più tradizionale rispetto a Biophilia per quanto riguarda songwriting. Parla di ciò che potrebbe accadere a una persona alla fine di una relazione. Si parla dei dialoghi che possiamo avere nelle nostre teste e nei nostri cuori, e dei processi di guarigione"[17]. Il titolo dell'album, infatti, amalgamando le parole latine "vulnus" ("ferita") e "cura", significa "guarigione delle ferite", in cui la ferita è rappresentata principalmente dalla fine della decennale relazione con l'artista Matthew Barney[10]. Le prime tre canzoni raccontano lo stato d’animo di Björk rispettivamente nove, cinque e tre mesi prima della rottura. Le tre seguenti sono un riflesso delle emozioni provate due, sei e undici mesi dopo. Le ultime tre canzoni riflettono sui medesimi temi e li pongono in una prospettiva universale[18]. Rispetto ai più ostici Medúlla e Biophilia, Vulnicura presenta un sound più immediato e accessibile, che alcuni critici hanno interpretato come riavvicinamento al pop[9], altri come un ritorno alle sonorità di Homogenic, dato il largo uso di archi, unito alle manipolazioni elettroniche[19].

TracceModifica

  1. Stonemilker[20] – 6:49 (Björk)
  2. Lionsong[21] – 6:08 (Björk)
  3. History of Touches[21] – 3:00 (Björk)
  4. Black Lake[21] – 10:04 (Björk)
  5. Family[22] – 8:02 (Björk, Arca)
  6. Notget[21] – 6:26 (Björk, Arca)
  7. Atom Dance[21] (feat. Antony Hegarty) – 8:09 (Björk, Oddný Eir Ævarsdóttir)
  8. Mouth Mantra[21] – 6:09 (Björk)
  9. Quicksand[20] – 3:45 (Björk, Spaces)

FormazioneModifica

  • Björk – voce, composizione, produzione, arrangiamento archi, arrangiamenti vocali, programmazione, cover character
  • Arca – composizione, produzione, programmazione
  • The Haxan Cloak – produzione, missaggio, programmazione
  • John Flynn (aka Spaces)[23] – composizione, programmazione
  • Oddný Eir – composizione
  • Antony Hegarty – voce (traccia 7)
  • Chris Elms – missaggio, registrazione, ingegnere
  • Frank Arthur Blöndahl Cassata – registrazione, ingegnere
  • Bart Migal – ingegnere
  • Michael Pärt – supervisore alla registrazione (tracce 4, 7 e 8)
  • Mandy Parnell – mastering
  • James Merry – album coordinator, research, personal assistant
  • U Strings – strumenti a corda
  • Mani Þorkelsson – assistente missaggio strumenti a corda
  • Biggi – assistente missaggio strumenti a corda
  • Joel Davies – assistente missaggio strumenti a corda
  • Graeme Baldwin – assistente missaggio strumenti a corda
  • Inez van Lamsweerde and Vinoodh Matadin – fotografia
  • M/M Paris – design
  • Mel Ottenberg – styling
  • Christiaan – capelli
  • Dick Page – makeup
Coro
  • Ásta Ægisdóttir
  • Auður Albertsdóttir
  • Ásdís Björg Gestsdóttir
  • Ásdís Eva Ólafsdóttir
  • Bergljót Rafnar Karlsdóttir
  • Drífa Örvarsdóttir
  • Elín Edda Sigurðardóttir
  • Erla María Markúsdóttir
  • Fífa Jónsdóttir
  • Gígja Gylfadóttir
  • Gígja Haraldsdóttir
  • Guðrún Matthildur Sigurbergsdóttir
  • Sigrún Ósk Jóhannesdóttir
  • Unnur Sigurðardóttir

ClassificheModifica

Date di pubblicazioneModifica

Paese Data di pubblicazione Formato
Mondo 20 gennaio 2015[55] Download digitale
16 marzo 2015[56][57] CD, LP

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Heather Phares, Vulnicura, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 21 ottobre 2015.
  2. ^ a b (EN) Sam C. Mac, Björk - Vulnicura, Slant Magazine, 20 gennaio 2015. URL consultato il 5 marzo 2017.
  3. ^ (EN) Paul Tingen, Inside Track: Björk’s Vulnicura, Sound on Sound. URL consultato il 23 luglio 2017.
  4. ^ Behind the Scenes of How Bjork's Team Handled the 'Vulnicura' Leak, su billboard.com. URL consultato il 21 ottobre 2015.
  5. ^ Zoe Camp e Evan Minsker, Björk Announces New Album Vulnicura, Pitchfork, 13 gennaio 2015. URL consultato il 13 gennaio 2015.
  6. ^ Lars Brandle, Bjork Shares Details on New Album 'Vulnicura', in Billboard (Billboard), 14 gennaio 2015. URL consultato il 14 gennaio 2015.
  7. ^ MoMA Björk, su moma.org. URL consultato il 21 ottobre 2015.
  8. ^ Amazon - Björk: Archives. Retrieved 6 Dec 2014
  9. ^ a b Björk: Vulnicura - Vogue.it
  10. ^ a b Dopo il furto su internet il nuovo album di Björk esce oggi - La Stampa
  11. ^ Rockol com s.r.l, √ Bjork, gli album tornano nei negozi come musicassette per un'edizione imperdibile: guarda, su Rockol. URL consultato il 25 aprile 2019.
  12. ^ (EN) Sean Michaels, Björk working with Kanye producer Arca on next album, The Guardian, 1º ottobre 2014. URL consultato il 25 febbraio 2017.
  13. ^ (EN) Carrie Battan, Arca, Pitchfork. URL consultato il 25 febbraio 2017.
  14. ^ (EN) Thomas Gorton, Arca: Xen master, Dazed. URL consultato il 25 febbraio 2017.
  15. ^ (EN) The Haxan Cloak, Haxan Cloak tweet, Twitter, 6 gennaio 2015. URL consultato il 25 febbraio 2017.
  16. ^ (EN) The Haxan Cloak is working on the new Bjork album – and possibly Total Freedom too, Fact, 6 gennaio 2015. URL consultato il 25 febbraio 2017.
  17. ^ (FR) Björk annonce “Vulnicura”, un nouvel album ”plus traditionnel”, su Les Inrockuptibles, 18 gennaio 2015. URL consultato il 18 gennaio 2015.
    «C’est un album plus traditionnel que Biophilia d’un point de vue du songwriting. (…) Il parle de ce qui peut arriver à une personne à la fin d’une relation. Il raconte les dialogues qu’on peut avoir dans la tête et dans le cœur, le processus de guérison, ce genre de choses.».
  18. ^ Vulnicura, l’impressionismo pop di Björk, Mono, 25 gennaio 2015
  19. ^ VULNICURA - BJÖRK, su rockol.it. URL consultato il 21 ottobre 2015.
  20. ^ a b Produzione: Björk
  21. ^ a b c d e f Produzione: Björk, Arca
  22. ^ Produzione: Björk, Arca, The Haxan Cloak
  23. ^ Happy to be announced on @bjork 's new album (John Flynn), su Twitter. URL consultato il 14 gennaio 2015.
  24. ^ Björk – Vulnicura, su australian-charts.com. URL consultato il 20 maggio 2016.
  25. ^ Björk – Vulnicura, su austriancharts.at. URL consultato il 20 maggio 2015.
  26. ^ (NL) Björk – Vulnicura, Ultratop. URL consultato il 20 maggio 2016.
  27. ^ Björk – Vulnicura, Ultratop. URL consultato il 20 maggio 2016.
  28. ^ (EN) Billboard Canadian Albums, su billboard.com. URL consultato il 12 agosto 2016.
  29. ^ Gaon International Albums April 2015, Gaon Chart. URL consultato il 14 maggio 2015.
  30. ^ TOP KOMBINIRANIH - TJEDAN 13. 2015., HDU. URL consultato il 9 aprile 2015.
  31. ^ TOP STRANIH - TJEDAN 13. 2015., su hdu-toplista.com. URL consultato il 9 aprile 2015.
  32. ^ Andamento di Vulnicura in classifica in Danimarca, su danishcharts.com. URL consultato il 12 agosto 2016.
  33. ^ Suomen virallinen lista - Albumit 5/2015, su International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  34. ^ (FR) Andamento di Vulnicura in classifica in Francia, su lescharts.com. URL consultato il 12 agoato 2016.
  35. ^ (DE) SUCHEN NACH "VULNICURA", su offiziellecharts.de, 6 febbraio 2015. URL consultato il 12 agosto 2016.
  36. ^ (JA) オリコン週間 CDアルバムランキング 2015年03月30日~2015年04月05日 21~30位, Oricon. URL consultato il 9 aprile 2015.
  37. ^ (EN) IRISH MUSIC CHARTS ARCHIVE, su chart-track.co.uk, 22 gennaio 2015. URL consultato il 12 agosto 2016.
  38. ^ Week 4 2015 Week Ending 23 Jan 2015, su Irish Recorded Music Association. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  39. ^ (IS) Plötulistinn, su Tónlist.is, 365 Miðlar ehf.. URL consultato il 31 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2015).
  40. ^ Album - Classifica settimanale WK 12 (dal 16-03-2015 al 22-03-2015), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 26 marzo 2015.
  41. ^ Björk – Vulnicura, su norwegiancharts.com. URL consultato il 20 maggio 2016.
  42. ^ a b Björk – Vulnicura, su charts.org.nz. URL consultato il 20 maggio 2016.
  43. ^ (NL) Björk – Vulnicura, su dutchcharts.nl. URL consultato il 24 gennaio 2015.
  44. ^ (PL) Oficjalna lista sprzedaży, su olis.onyx.pl, 27 marzo 2015. URL consultato il 12 agosto 2016.
  45. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100, su officialcharts.com, 25 gennaio 2015. URL consultato il 12 agosto 2016.
  46. ^ 2015 Top 40 Independent Albums Archive, su Officialcharts.com, The Official UK Charts Company 2014. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  47. ^ (CS) Andamento in classifica di Vulnciura in Repubblica Ceca, su ifpicr.cz. URL consultato il 12 agosto 2016. Selezionare "201513" sul motore di ricerca.
  48. ^ Новый альбом Бьорк попал в российские чарты iTunes, su Lenta.ru, 26 gennaio 2015. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  49. ^ 2015 Top 40 Scottish Albums Archive, Official Charts Company. URL consultato il 2 febbraio 2015.
  50. ^ Spanish Album Chart, su elportaldemusica.es. URL consultato il 29 gennaio 2015.
  51. ^ a b c d (EN) 19 Charts: Billboard 200, su billboard.com. URL consultato il 12 agosto 2016.
  52. ^ Björk – Vulnicura, su hitparade.ch. URL consultato il 20 maggio 2016.
  53. ^ 第13 週 統計時間:2015/3/20 - 2015/3/26, su 5music.com.tw, Five Music. URL consultato il 9 aprile 2015.
  54. ^ (HU) Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista, su zene.slagerlistak.hu, 19 gennaio 2016. URL consultato il 12 agosto 2016.
  55. ^ Bjork’s ‘Vulnicura’ is Out on iTunes Right Now | SPIN
  56. ^ ONE LITTLE SHOP, su indian.co.uk. URL consultato il 7 novembre 2015.
  57. ^ Bjork, a sorpresa il nuovo album di inediti, "Vulnicura" | SaltinAria.it - Teatro, Musica, Libri, Cultura, News

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica