Disney Parks, Experiences and Products

divisione di The Walt Disney Company
(Reindirizzamento da Walt Disney Parks and Resorts)
Disney Parks, Experiences and Products
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaDivisione
Fondazione1971 a Burbank
Sede principaleLake Buena Vista
GruppoThe Walt Disney Company
Controllate
Sito webdpep.disney.com/

Disney Parks, Experiences and Products, fusione tra le due società Disney Consumer Products and Interactive Media e Walt Disney Parks and Resorts, è la divisione della Walt Disney Company che gestisce e costruisce i parchi a tema ed i centri vacanza (resorts) e gestisce i vari franchise della Disney; è una delle quattro maggiori divisioni del gruppo, insieme a The Walt Disney Studios, Direct-to-Consumer and International (DTCI) e Disney Media Networks.[1]

La società si occupa in tutto della gestione di sei destinazioni resort con 12 parchi a tema e 52 resort negli Stati Uniti (incluso un lussuoso resort sulla spiaggia alle Hawaii), in Europa e in Asia, con circa 160.000 cast-members; una linea di navi da crociera con quattro navi e piani per altre tre da completare. La divisione si occupa anche della gestione del licensing dei vari franchise acquistati negli ultimi anni dalla Disney, quali Pixar, Marvel, Star Wars, ESPN, 20th Century Fox e National Geographic andando a creare la principale azienda di licenze al mondo, uno dei marchi editoriali per bambini più grandi del mondo e uno dei maggiori licenziatari mondiali di giochi su piattaforme; l'azienda gestisce inoltre più di 200 negozi Disney in tutto il mondo e la piattaforma di e-commerce, shopDisney.[2]

StoriaModifica

La divisione, conosciuta in maniera informale come Disney Parks, fu fondata nel 1971 contemporaneamente all'apertura del secondo parco Disney, il Magic Kingdom presso il Walt Disney World Resort in Florida, dato che alla Disney si prese atto che fosse necessaria la creazione di un team orientato esclusivamente alla gestione di questo parco e del più vecchio Disneyland in California.[3] Negli anni ha cambiato vari nomi partendo da Walt Disney Outdoor Recreation Division nel 1980 passando per Walt Disney Attractions (1989-2008) e Walt Disney Parks and Resorts Worldwide, Inc. (2008-2018). Il 14 marzo 2018 la società è stata fusa assieme alla Walt Disney Consumer Products and Interactive Media per fondare una nuova società chiamata Disney Parks, Experiences and Products.[4][5]

La crisi del 2020Modifica

A causa della pandemia mondiale di COVID-19, la Disney ha deciso di chiudere tutti i suoi parchi a tema in tutto il mondo, che per la prima volta hanno chiuso tutti insieme a partire da febbraio 2020 fino a data da destinarsi, oltre che cancellare tutte le tratte delle sue navi da crociera. La direzione ha stimato che la sola chiusura dei parchi di Shanghai e Hong Kong per due mesi ha comportato una perdita di profitto operativo di 145 milioni di dollari. Anche dopo la riapertura, gli analisti prevedono una presenza limitata nei parchi poiché la situazione rimane incerta. Gli analisti prevedono che ci vorranno due anni perché le presenze tornino alla normalità. Inoltre, senza alcun successo al botteghino o visitatori nei parchi a tema, il business dei prodotti di consumo Disney è andato in crisi. Ciò è aggravato dai negozi al dettaglio che hanno chiuso anche le sedi fisiche. La Disney era solita fare uscire i suoi giocattoli in concomitanza con le sue uscite cinematografiche, ma a causa della pandemia la società ha dovuto spostare tutte le uscite cinematografiche a fine 2020 o al 2021. L'intero settore di vendita al dettaglio è stato colpito dalla reazione alla pandemia da Coronavirus e Wells Fargo ha ridotto la valutazione del business dei prodotti di consumo Disney di quasi il 60%.[6] A maggio 2020, la divisione ha stimato le perdite totali in 1 miliardo di dollari.[7] Nel rapporto sugli utili del quarto trimestre 2020, la compagnia ha stimato che l'impatto della pandemia sia stato di 3,1 miliardi di dollari, 2,4 miliardi dei quali provengono dal segmento Parks, Experiences and Products, in calo del 61% rispetto all'anno precedente e che, solo i parchi, hanno registrato una perdita operativa stimata dagli 1,1 ai 1,2 miliardi di dollari a causa della chiusura prolungata.[8][9]

RipresaModifica

Nel maggio 2021, Forbes dichiara che, con la riapertura dei parchi Disney in tutto il mondo, la compagnia ha iniziato una lenta ma incoraggiante ripresa mentre Chapek ha dichiarato che l'80% dei cast members a cui hanno chiesto di tornare al lavoro ha accettato. In particolare la quantità di ospiti paganti di Walt Disney World in Florida continua a migliorare, nonostante la capacità ridotta dovuta alle disposizioni di sicurezza richieste dal CDC, e la spesa degli ospiti è aumentata di due cifre rispetto all'anno precedente.[9] La compagnia ha però annunciato la chiusura di quasi tutti i Disney Store nel mondo per concentrarsi solo sull'e-commerce.[10][11]

AmministrazioneModifica

Disneyland ResortModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Disneyland Resort.

Il resort fu inaugurato da Walt Disney nel 1955 ad Anaheim, California con il parco Disneyland che divenne ben presto famoso in tutto il mondo come esempio di parco in cui i genitori possono divertirsi insieme ai loro figli.

Nel 2001, l'area fu ufficialmente chiamata "Disneyland Resort", con l'apertura del parco Disney California Adventure, di due nuovi alberghi, e di Downtown Disney.

Proprietà nel resort:

Walt Disney World ResortModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Walt Disney World Resort.

Il resort aprì nel 1971 con il parco Magic Kingdom (costruito sulla base di Disneyland) e tre alberghi a Lake Buena Vista, Florida. La proprietà è grande più del doppio di Manhattan, anche se attualmente la Disney ha costruito su non più di un quarto di essa. È divenuta la più grande destinazione turistica del pianeta, con quattro parchi a tema, due parchi acquatici, un'area di negozi, ristoranti e locali notturni, dozzine di alberghi ed otto campi da golf.

Proprietà nel Resort:

Tokyo Disney ResortModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tokyo Disneyland.

Tokyo Disney Resort, situato a Urayasu, Chiba, Giappone, aprì nel 1983. Tokyo Disneyland è stato disegnato richiamandosi a Disneyland. Nel 2001 il resort si espanse con il nuovo parco Tokyo DisneySea. Ci sono diversi alberghi nell'area, ma soltanto due sono realmente inclusi nel resort, il quale può vantare il più grande parcheggio del mondo. Tokyo Disney Resort è direttamente controllato e gestito dalla Oriental Land Company, su licenza della Walt Disney Company. Il resort fu costruito dalla Walt Disney Imagineering e la Disney mantiene tuttora il diritto all'ultima parola per tutto ciò che riguarda le strutture stesse dei parchi.

Proprietà nel resort:

Disneyland ParisModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Disneyland Paris.

Quarto resort della Disney, Disneyland Paris aprì nel 1992 come Euro Disney Resort. Il nome fu cambiato nel 1994 in Disneyland Paris per adattarsi meglio all'immagine romantica associata a Parigi. Malgrado il nome, il resort non si trova propriamente a Parigi, ma a Marne-la-Vallée a circa 30 km ad est della città. Nel 2002, con l'apertura del secondo parco, il resort viene rinominato Disneyland Resort Paris, nell'aprile del 2009 il termine "resort" viene abbandonato ritornando al nome Disneyland Paris. Il resort ha due parchi a tema, un'area commerciale, un campeggio, un campo da golf e sei alberghi. È controllato e gestito dalla Euro Disney S.C.A., una società controllata ormai al 97,08% dalla Walt Disney Company[12] e le cui azioni sono scambiate alla Borsa di Parigi (Euronext).

Proprietà nel Resort:

Hong Kong Disneyland ResortModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Hong Kong Disneyland.

Il quinto resort della Disney (secondo in Asia) aprì il 12 settembre 2005. Hong Kong Disneyland Resort è parzialmente controllato dalla Disney e parzialmente dal governo di Hong Kong. Attualmente sono stati costruiti un parco a tema e due alberghi, sebbene ci sia sufficiente spazio per una futura espansione.

Proprietà nel resort:

Shanghai Disney ResortModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Shanghai Disney Resort.

Il sesto resort della Disney ha aperto il 16 giugno 2016 e si trova a Shanghai, nella zona adiacente all'aeroporto di Pudong. Il sito è almeno tre volte più ampio di quello usato per Hong Kong Disneyland Resort, ovvero circa della stessa dimensione di Disneyland Paris. Il complesso attualmente comprende solo un parco a tema in stile Disneyland/Magic Kingdom, un distretto di negozi e ristoranti chiamato Disneytown, che comprende anche il teatro Walt Disney Grand Theatre e due Hotel Disney.

Proprietà nel resort:

Disney Signature ExperiencesModifica

Disney Cruise LineModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Disney Cruise Line.

La Disney Cruise Line fu costituita nel 1995 e ne seguì l'inaugurazione di quattro navi da crociera: la Disney Magic (inaugurata nel 1998), la Disney Wonder (1999), la Disney Dream (2011) e la Disney Fantasy (2012). Tutte le navi salpano principalmente verso l'isola privata della Disney alle Bahamas, Castaway Cay, per i Caraibi Orientali ed Occidentali, per l'Alaska, per la West Coast, per la riviera del Messico e anche per il Mediterraneo e sono state interamente progettate dalla Walt Disney Imagineering. Altre 3 navi sono state commissionate e verranno inaugurate rispettivamente nel 2021, 2022 e 2023.[13]

Proprietà della Disney Cruise Line:

Disney Vacation ClubModifica

Il Disney Vacation Club (DVC) è un programma di multiproprietà per le vacanze gestito da Disney Vacation Development, Inc., una filiale di Disney Signature Experiences e una divisione di Disney Parks, Experiences and Products.[14][15]

Proprietà Collocazione Posizione Unità Apertura
The Villas at Grand Californian Hotel Disneyland Resort 71 settembre 2009
Bay Lake Tower Contemporary Resort Walt Disney World Resort 300 4 agosto 2009
Animal Kingdom Villas Animal Kingdom Lodge 708 2007
Beach Club Villas Beach Club Resort 282 1º luglio 2002
BoardWalk Villas BoardWalk Resort 530 1º luglio 1996
Polynesian Villas & Bungalows Polynesian Village Resort 380 1º aprile 2015
The Villas at Grand Floridian Resort & Spa 147 23 ottobre 2013
The Villas at Reflections - A Lakeside Lodge 900 2022
Boulder Ridge Villas Wilderness Lodge 181 15 novembre 2000
Copper Creek Villas and Cabins 185 17 luglio 2017
Old Key West Resort autonomo 761 20 dicembre 1991
Saratoga Springs Resort & Spa 888 17 maggio 2004
Riviera Resort 300 16 dicembre 2019
Vero Beach Resort Vero Beach, Florida 211 1º ottobre 1995
Hilton Head Island Resort Hilton Head Island, Carolina del Sud 1º marzo 1996
Aulani Ko Olina, Hawaii Oahu, Hawaii 460 28 agosto 2011

Adventures by DisneyModifica

Adventures by Disney offre vacanze guidate in famiglia e in gruppo verso varie destinazioni internazionali e offre 37 viaggi pianificati in sei continenti. Gli ospiti vengono accompagnati in spedizioni che spesso presentano attività pensate per famiglie e bambini.[16]

Disney Sports EnterprisesModifica

Disney Sports Enterprises è la divisione per le funzioni sportive Disney ed è composta dall'ESPN Wide World of Sports Complex e dal programma runDisney.[17]

Idee abbandonateModifica

La Disney pianificò la costruzione di un parco chiamato Disney's America. L'area fu individuata nello Stato della Virginia, ma l'opposizione locale all'idea sembra essere stata determinante a persuadere la Disney a non andare oltre al semplice progetto preliminare, facendo così insabbiare il tutto nel 1994.

Idee per il futuroModifica

È molto probabile che un quinto parco (escludendo i due acquatici) venga costruito all'interno del Walt Disney World Resort, vista soprattutto l'enorme quantità di terreno di proprietà della Disney ancora disponibile in Florida.

La Disney ha l’India in cima alla lista dei nuovi luoghi in cui aprire una nuova Disneyland. Una scelta iniziale sembra essere stata fatta per un terreno nella zona di Mumbai, abbastanza grande da costruirvi un nuovo parco e future espansioni. Non sono, invece, mai state prese in considerazione, nonostante circolino ancora queste leggende metropolitane,ne Dubai (di cui uscirono dei fantomatici piani di una Dubai Disneyland), ne l’Italia (nello specifico Afragola, in Campania, troppo decentrata rispetto al resto dell’Europa, e con scarsissima disponibilità di terreni), ne tantomeno l’Australia, eccessivamente lontana da tutto e troppo poco popolosa per mantenersi sui soli ingressi locali. L’unica regione (oltre la Francia) che fu presa in considerazione dalla Disney per costruire l’allora EuroDisney fu la Spagna, ma alla fine si decise per la Francia sia per il flusso turistico maggiore che per la sua posizione al centro dell’Europa.

Presso Hong Kong Disneyland Resort c'è comunque sufficiente spazio per un secondo parco. La Disney ha inoltre molto spazio disponibile anche a Disneyland Resort Paris. L'unico resort che è a corto di spazio per un possibile allargamento è Disneyland Resort in California, sebbene la Disney possa utilizzare lo spazio di un ex campo di fragole situato nelle vicinanze del resort ed i resti di un ex parcheggio utilizzato fino a prima dell'apertura del parco Disney's California Adventure.

CronologiaModifica

1954-1971Modifica

  • 1954 - I piani per la costruzione del parco a tema Disneyland ad Anaheim, California, vengono resi pubblici
  • 1955 - il parco a tema Disneyland viene inaugurato da Walt Disney
  • 1965 - I piani per il progetto in Florida vengono resi pubblici
  • 1966 - Viene trovato un sito utile a Lake Buena Vista e viene così acquistato il terreno; muore Walt Disney
  • 1971 - Il parco a tema Magic Kingdom viene inaugurato da Roy O. Disney ed una settimana più tardi apre ufficialmente il Walt Disney World Resort con tre alberghi al suo interno

1972-1993Modifica

  • 1973 - Viene fondata la Walt Disney Parks and Resorts e la Walt Disney Imagineering prepara i piani per EPCOT Center
  • 1982 - Il secondo parco a tema del Walt Disney World Resort, Epcot, apre il primo di ottobre del 1982
  • 1983 - il primo parco a tema Disneyland internazionale, Tokyo Disneyland, apre a Urayasu, Giappone
  • 1989 - Apre il terzo parco nel Walt Disney World Resort, Disney-MGM Studios
  • 1992 - il secondo parco a tema Disney internazionale, Euro Disneyland (ora chiamato Disneyland Park Paris), apre a Marne-la-Vallée, Francia
  • 1993 - Euro Disney Resort Paris sponsorizza il Gran Premio del Portogallo di Formula 1 1993 sul circuito di Estoril che si corre il 26 settembre

1994-oggiModifica

  • 1994 - The Walt Disney Company rinomina Euro Disneyland, Disneyland Paris
  • 1995 - The Walt Disney Company rende pubblici i piani per Disney's Animal Kingdom, il quarto parco a tema nel Walt Disney World Resort
  • 1997 - The Walt Disney Company annuncia Disney California Adventure e Downtown Disney nel Disneyland Resort
  • 1998 - The Walt Disney Company annuncia un piano quinquennale per aprire un nuovo parco a tema in ognuno dei suoi resort nel mondo, iniziando con l'apertura del Disney's Animal Kingdom
  • 1999 - Vengono resi pubblici i piani per un parco ad Hong Kong
  • 2001 - Disney California Adventure e Downtown Disney aprono nel Disneyland Resort e Tokyo DisneySea apre come secondo parco a tema nel Tokyo Disney Resort
  • 2002 - Walt Disney Studios Park apre come secondo parco a tema adiacente al Disneyland Park, inaugurando così il Disneyland Resort Paris
  • 2005 - Hong Kong Disneyland Resort apre ad Hong Kong, e Disneyland celebra il suo cinquantesimo compleanno
  • 2016 - Shanghai Disneyland Resort apre a Shanghai, divenendo così il terzo parco Disney in Oriente (oltre al Tokyo Disney Resort e ad Hong Kong Disneyland)
  • 2020 - Tutti i resort Disney e le crociere chiudono contemporaneamente a causa della pandemia di Covid-19 e Disneyland compie 65 anni
  • 2021 - Riaprono quasi tutti i parchi Disney nel mondo e Walt Disney World Resort compie 50 anni

NoteModifica

  1. ^ (EN) ABOUT THE WALT DISNEY COMPANY, su The Walt Disney Company.
  2. ^ (EN) About Us, su Disney Parks, Experiences and Products.
  3. ^ (EN) Disney Parks, Experiences and Products, su Disney Wiki. URL consultato il 22 maggio 2021.
  4. ^ Christine Wang, Disney announces strategic reorganization, effective immediately, in CNBC, 14 marzo 2018. URL consultato il 6 giugno 2018.
  5. ^ (EN) Disney Parks, Experiences and Products, su Disney Parks, Experiences and Products. URL consultato il 22 agosto 2019.
  6. ^ (EN) Adam Levy, How Coronavirus Impacts Every Part of Disney's Business, su Nasdaq.com, 10 aprile 2020.
  7. ^ (EN) Natalie Jarvey, Disney Estimates $1 Billion COVID-19 Impact on Parks, Experiences Division, su The Hollywood Reporter, 5 maggio 2020.
  8. ^ (EN) The Walt Disney Company Reports Fourth Quarter and Full Year Earnings for Fiscal 2020, su Business Wire, 12 novembre 2020. URL consultato il 22 maggio 2021.
  9. ^ a b (EN) Megan duBois, Disney Sees Encouraging Signs Of Recovery As Parks Reopen And Disney+ Subscriptions Climb, su Forbes, 13 maggio 2021.
  10. ^ (EN) Kelly Tyko, Disney Store closings 2021: Is your closest location holding a liquidation sale? See the store closures list., su USA TODAY. URL consultato il 22 maggio 2021.
  11. ^ Perché tutti i Disney Store in Italia stanno chiudendo, su Money.it, 22 maggio 2021.
  12. ^ (EN) Mike Mack, Walt Disney Company acquires full control of Disneyland Paris in buyout | Inside the Magic, in Inside the Magic, 13 giugno 2017.
    «Currently holding a little over 97% of the shares, Disney is now able to legally make the claim that they have full ownership of the Paris theme park. This makes Disneyland Paris the third Disney Park to be wholly owned by The Walt Disney Company.».
  13. ^ (EN) Disney Releases First Rendering of New Ships, su Cruiseindustrynews.com, 8 marzo 2018.
  14. ^ Disney's time-share kingdom grows -- OrlandoSentinel.com, su web.archive.org, 19 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 19 settembre 2008).
  15. ^ (EN) Destination D 2018 reveals details on new experiences coming to Disney Parks, su Attractions Magazine, 17 novembre 2018.
  16. ^ (EN) Disney Family Vacations, su Adventures By Disney.
  17. ^ (EN) Disney Sports News, su Disney Sports News.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Disney: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Disney