Walter Berry (cestista)

cestista statunitense

Walter Berry (New York, 14 maggio 1964) è un ex cestista statunitense, professionista nella NBA, in Europa e in Sudamerica.

Walter Berry
Berry nel 1990 con la maglia della Paini Napoli
NazionalitàBandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
Altezza203 cm
Peso98 kg
Pallacanestro
RuoloAla piccola
Termine carriera2002
Carriera
Giovanili
Franklin High School
1983-1984San Jacinto Junior College
1984-1986St. John's Redmen
Squadre di club
1986Portland T. Blazers7 (13)
1986-1988San Antonio Spurs129 (2.260)
1988-1989N.J. Nets29 (259)
1989Houston Rockets40 (350)
1989-1990Napoli Basket23 (712)
1990-1991Atlético Madrid30
1992Napoli Basket15 (432)
1992-1993Olympiakos
1993-1994PAOK Salonicco
1994-1995Īraklīs Salonicco
1995-1996Olympiakos
1997Aris Salonicco
1997-1998Pall. Cantù26 (523)
1998-1999PAOK Salonicco
1999Olimpija Lubiana
2000Makedonikos
2000-2001Aurora Jesi20 (384)
2001-2002Pant. de Miranda
Nazionale
1983Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti U-19
Palmarès
 Mondiali Under-19
OroSpagna 1983
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Carriera

modifica
 
Berry nel 2000-01 a Jesi

Durante il suo ultimo anno presso la St. John's University riuscì a guidare l'ateneo fino alle final four del torneo NCAA 1985, con una stagione da 23 punti e 11,1 rimbalzi che arrivò a farlo eleggere giocatore dell'anno della pallacanestro collegiale.

Berry venne poi selezionato dai Portland Trail Blazers al primo giro del Draft NBA 1986 (14ª scelta assoluta). Con questa franchigia fece il suo debutto in NBA, tuttavia la parentesi fu piuttosto breve poiché riuscì ad ottenere solo 7 apparizioni prima di essere scambiato a dicembre ai San Antonio Spurs in cambio di Kevin Duckworth, visti anche i contrasti con l'allenatore Mike Schuler.[1] Con i texani rimase trascorse circa un anno e mezzo durante il quale partì titolare in gran parte delle partite riuscendo anche a viaggiare a 17,4 punti di media nel 1987-1988, ma dovette lasciare però la squadra con l'arrivo del nuovo coach Larry Brown in quanto quest'ultimo lo ritenne non adatto al proprio sistema di gioco.[2][3] Nell'agosto 1988 Berry venne così scambiato ai New Jersey Nets in cambio di Dallas Comegys[4] e cominciò la stagione 1988-1989 come ala piccola titolare, tuttavia, dopo le prime partite, partì dalla panchina ed ebbe successivamente nuovamente dei dissapori con il proprio allenatore (in questo caso Willis Reed) riguardanti l'atteggiamento e l'attitudine da parte del giocatore.[2] Rilasciato dai Nets il 30 gennaio 1989, ad inizio febbraio firmò con gli Houston Rockets per quella che fu la sua ultima, breve, parentesi in NBA. Nel corso di questo triennio, con le quattro franchigie NBA giocò complessivamente 205 partite con una media di 14,1 punti a gara.

La sua prima stagione oltreoceano la disputò nel 1989-1990 nella Serie A1 italiana con il Napoli Basket. Trascinò i partenopei alla salvezza grazie a una regular season da 31,0 punti e 12,2 rimbalzi e a una fase play-out da 26,5 punti e 9,7 rimbalzi di media. Dopo un'annata in Spagna all'Atlético Madrid-Villalba, Berry scese in Serie A2 per essere nuovamente ingaggiato dal Napoli Basket del presidente Nicola De Piano che nel girone di ritorno del campionato 1991-1992 gli affiancò l'otto volte NBA All-Star e futuro Hall of Famer Alex English, con cui formò una coppia di grandissimo talento e qualità.[5]

Dopo la seconda esperienza a Napoli iniziò un periodo che lo vide militare nel campionato greco per cinque anni consecutivi, con i colori di Olympiakos, PAOK Salonicco, Īraklīs Salonicco, nuovamente Olympiakos e infine Aris Salonicco nel 1996-1997, dove sostituì Charles Shackleford a partire da gennaio. In entrambe le annate all'Olympiakos vinse il titolo greco, mentre al PAOK vinse la Coppa Korać 1993-1994. Con il PAOK vinse, successivamente, anche la Coppa di Grecia 1998-1999.

Berry ebbe poi anche altre due parentesi in Italia: una nel 1997-1998 alla Pallacanestro Cantù, quando segnò 21,1 punti a gara in Serie A1, e una nel 2000-2001 all'Aurora Basket Jesi[6] con cui, trentaseienne, giocò venti partite a 19,2 punti di media in Serie A2 prima di essere tagliato a marzo per aver saltato, per la seconda volta in stagione, una partita a causa di un ritorno in ritardo da un permesso (già a gennaio inoltre aveva annunciato l'addio al basket salvo poi ripensarci un paio di giorni dopo).[7]

Si ritirò nel 2002 dopo un periodo trascorso tra le file dei venezuelani dei Panteras de Miranda.

Statistiche

modifica

College

modifica
Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
1984-1985 St. John's R. Storm 35 - 34,3 55,8 - 71,7 8,7 1,0 0,8 1,3 17,0
1985-1986 St. John's R. Storm 36 36 36,6 59,8 - 70,2 11,1 1,0 0,8 2,1 23,0
Carriera 71 36 35,5 58,1 - 70,8 9,9 1,0 0,8 1,7 20,1

Regular Season

modifica
Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
1986-1987 Portland T. Blazers 7 0 2,7 75,0 - 100 1,0 0,1 0,3 0,0 1,9
San Antonio Spurs 56 45 28,0 52,9 0,0 64,8 5,4 1,9 0,6 0,7 17,6
1987-1988 San Antonio Spurs 73 56 26,3 56,3 - 60,0 5,4 1,5 0,8 0,9 17,4
1988-1989 N.J. Nets 29 17 19,2 46,8 - 68,3 4,0 0,7 0,3 0,4 8,9
Houston Rockets 40 14 20,0 54,1 50,0 71,3 3,8 1,4 0,5 0,9 8,8
Carriera 205 132 23,7 53,9 20,0 63,8 4,7 1,4 0,6 0,7 14,1

Playoffs

modifica
Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
1988 San Antonio Spurs 3 0 31,3 54,0 0,0 80,0 7,0 2,0 1,7 0,7 22,0
1989 Houston Rockets 4 0 14,3 50,0 - 87,5 2,3 1,3 0,5 0,3 8,3
Carriera 7 0 21,6 52,6 0,0 82,6 4,3 1,6 1,0 0,4 14,1

Palmarès

modifica

Squadra

modifica
Olympiakos: 1992-93, 1995-96
PAOK Salonicco: 1998-99
PAOK Salonicco: 1993-94

Individuale

modifica
  • NCAA AP Player of the Year (1986)
  • NCAA John R. Wooden Award (1986)
  • NCAA AP All-America First Team (1986)
  • MVP Coppa di Grecia: 1
PAOK Salonicco: 1998-99
  1. ^ (EN) Trail Blazers Trade Berry to Spurs, su latimes.com, 19 dicembre 1986.
  2. ^ a b (EN) Unhappy Berry Is Waived By Nets, su nytimes.com, 19 dicembre 1986. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato dall'url originale il 10 novembre 2012).
  3. ^ (EN) Berry Starts Fourth ‘New Beginning’, su latimes.com, 26 febbraio 1989.
  4. ^ (EN) Spurs Trade Berry to Nets for Comegys, su latimes.com, 30 agosto 1988.
  5. ^ I volti di Napoli, su napoli.repubblica.it, 25 novembre 2012.
  6. ^ Berry a Jesi, Milano prende Larranaga, su archiviostorico.gazzetta.it, 10 novembre 2000.
  7. ^ Montecatini, stagione finita per Jones Udine aspetta una risposta da Hood, su archiviostorico.gazzetta.it, 20 marzo 2001.

Collegamenti esterni

modifica