Walter Ricciardi

medico italiano
Walter Ricciardi
Walter Ricciardi - Cuamm 2012.jpg
Walter Ricciardi nel 2012

Presidente dell'Istituto superiore di sanità
Durata mandato 1º settembre 2015 –
19 dicembre 2018
Predecessore Fabrizio Oleari[1]
Successore Silvio Brusaferro[2] (commissario straordinario)

Dati generali
Partito politico Azione
Titolo di studio Laurea in Medicina e Chirurgia
Università Università degli Studi di Napoli Federico II
Professione Medico, docente universitario

Gualtiero Ricciardi, detto Walter Ricciardi (Napoli, 17 aprile 1959), è un accademico, igienista ed ex attore[3] italiano.

BiografiaModifica

Come medico e docente universitario svolge la sua attività professionale, didattica e scientifica nell'ambito dell'Igiene e della Medicina di sanità pubblica. Professore ordinario d'Igiene e Medicina Preventiva, già vicepreside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore dal 2012[4], ha ricoperto la carica di direttore del dipartimento di Sanità Pubblica del Policlinico Agostino Gemelli di Roma[5] e di presidente della III sezione del Consiglio superiore di sanità. È stato anche presidente della Società italiana medici manager (SIMM)[6]. È fondatore e direttore dell'Osservatorio Italiano sulla Salute nelle Regioni Italiane dal 2002.

È stato il primo curatore non inglese dell'Oxford handbook of public health practice, pubblicato dalla Oxford University Press, e primo componente non americano del National board of medical examiners degli USA; dal 2010 al 2014 è stato presidente della European association of public health[7].

È attivo nell'ambito degli indirizzi generali politico-economici di Italia Futura, per la quale si è impegnato prima come socio fondatore e poi come responsabile del dipartimento Salute e Sanità.

È consigliere del direttore della regione europea del comitato di esperti della Commissione europea per gli investimenti in sanità nell'Unione europea.

Nel 2013-2014 ha coordinato su commissione delle Nazioni Unite la prima indagine di analisi comparativa sui rischi professionali del personale del World food program, dell'UNHCR, della Banca Mondiale e del Fondo Monetario Internazionale.

Nel settembre 2014, Ricciardi e i suoi colleghi Charles Guest, Ichiro Kawachi e Iain Lang, hanno ricevuto il premio della British medical association quali autori del miglior libro di sanità pubblica dell'anno, l'Oxford handbook of public health practice[8].

Nel 2014 ha ricevuto il premio Krogh dall'ambasciata danese a Roma[9], e nel 2015 il Takamine award dall'ambasciata giapponese[10]. Sempre nel 2015 gli è stato conferito il premio Edithe J. Levit distinguished service award per i servizi prestati come membro del consiglio dei direttori del National board of medical examiners degli Stati Uniti d'America[11]. Nel febbraio 2015, a Calcutta, è stato eletto rappresentante dell'Europa nel consiglio di governo della World federation of public health association (WFPHA), la Federazione Mondiale delle Società di Sanità Pubblica.

Nel luglio 2014 è stato nominato dal governo Renzi commissario straordinario per l'Istituto superiore di sanità, il più importante istituto di ricerca sanitario italiano.[12] Ricciardi provvide, in un'ottica di spending review, ad un riordino delle strutture dell'ente, che portò tra l'altro allo smantellamento del Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute,[13][14][15] nonostante l'appello contrario di 234 operatori di sanità pubblica.[16]

Nel settembre 2015, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, Ricciardi è stato nominato presidente dell'Istituto Superiore di Sanità.

Il 2 giugno 2017[17] il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella, su proposta del Presidente del Consiglio Gentiloni, lo ha nominato Commendatore della Repubblica in considerazione di particolari benemerenze in campo scientifico e sanitario. Nel novembre 2017, il governo Gentiloni lo ha designato a rappresentare l'Italia nel consiglio d'amministrazione dell'OMS per il triennio 2017-2020.

Nel gennaio 2019 ha annunciato le dimissioni da presidente dell'Istituto superiore di sanità, in polemica con la presunta scarsa collaborazione instaurata a suo dire dal governo Conte I e con le posizioni assunte da esponenti dell'esecutivo su questioni di sanità e, in particolare, su vaccini, termovalorizzatori, rapporto tra immigrazione e diffusione di malattie, da lui definite «ascientifiche e antiscientifiche».[18]

Nel maggio 2019 gli è stata conferita la Laurea Honoris Causa dalla Thomas Jefferson University di Philadelphia "per i risultati raggiunti e il contributo dato al mondo della sanità pubblica". Nell'ottobre 2019, sotto gli auspici del governo Conte II,[19] è divenuto membro del Mission board for cancer, sostituendo il dimissionario Harald zur Hausen (Premio Nobel per la medicina)[20] nel direttivo di un istituto dell'Unione europea che gestisce un budget di 20 miliardi di euro nella ricerca sul cancro.[21]

Dal novembre 2019 è tra i membri del comitato che ha promosso la nascita di Azione (di cui agisce anche come responsabile sanità), partito politico social-liberale guidato dall'ex Ministro dello sviluppo economico ed europarlamentare del Partito Democratico Carlo Calenda[22].

Nel 2020 è stato nominato consigliere del Ministro della salute Roberto Speranza per l'emergenza COVID-19. Il suo ruolo in riferimento all'Organizzazione mondiale della sanità è stato chiarito da Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell'organizzazione, che ha precisato come Ricciardi sia «il rappresentante italiano presso il consiglio dell'OMS [...] non parla a nome dell'Agenzia», circostanza del resto confermata anche dal diretto interessato.[23] Inoltre, una nota stampa ufficiale dell'OMS ha invitato i giornali italiani a «evitare espressioni che suggeriscano che il professor Ricciardi lavori per l'OMS o che la rappresenti».[24] Le precisazioni seguono un re-tweet di Ricciardi, che rilanciava un tweet di Michael Moore riguardante in modo derisorio il presidente USA Donald Trump[25].

Il 14 febbraio 2021, appena dopo l'insediamento del nuovo governo Draghi (nel quale Roberto Speranza è confermato Ministro della salute), Ricciardi ha chiesto pubblicamente un nuovo lockdown generalizzato, come quello attuato nel marzo-maggio 2020, per contrastare il COVID-19,[26] richiesta che ha reiterato due settimane dopo.[27]

A maggio 2021 è entrato a far parte del comitato scientifico del Santé publique France, equivalente francese dell'ISS.[28]

Vita privataModifica

È sposato con Emilia Angelillo, figlia del suo maestro, Bruno Angelillo.

Attività cinematograficaModifica

La sua carriera di attore inizia negli anni sessanta, da bambino, nella serie televisiva I ragazzi di padre Tobia (interpretava Cucciolo) per proseguire in numerosi sceneggiati televisivi (Dramma d'amore, Un eroe del nostro tempo, Nostra madre, La freccia nel fianco) e prosegue per tutti gli anni ottanta con ruoli di primo piano a fianco di Giuliana De Sio, Alida Valli, Michele Placido, Stefania Sandrelli e Maria Schneider[29].

Tra i suoi ruoli più interessanti quelli nel film Io sono mia (1978) di Sofia Scandurra, L'ultimo guappo (1978), Il mammasantissima e Napoli... la camorra sfida, la città risponde (1979) diretti da Alfonso Brescia e interpretati da Mario Merola.

FilmografiaModifica

DoppiatoriModifica

OnorificenzeModifica

  Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— Roma, 17 luglio 2017

NoteModifica

  1. ^ Iss. Oleari è il nuovo presidente - Quotidiano Sanità, su quotidianosanita.it.
  2. ^ Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro nominato commissario, su salute.gov.it.
  3. ^ Chi è Walter Ricciardi, la biografia del medico e docente italiano, su newsmondo.it.
  4. ^ Dipartimento di Salute Pubblica del'Università del Sacro Cuore di Roma, su unicatt.academia.edu. URL consultato il 30 aprile 2020 (archiviato il 26 dicembre 2018).
  5. ^ Chi è Walter Ricciardi, alla guida del gruppo che deciderà le strategie Ue contro il cancro - Il Sole 24 ORE, su ilsole24ore.com.
  6. ^ Chi è Walter Ricciardi, presidente della 'Missione Borad for Cancer', su direttanews.it.
  7. ^ Walter Ricciardi - Wired Health 2020, su health2020.wired.it.
  8. ^ Awarded First Prize in the Public Health category of the BMA Book Awards 2014: Oxford Handbook of Public Health Practice, su Oxford University Press. URL consultato l'8 dicembre 2014 (archiviato il 13 dicembre 2014).
  9. ^ Un premio alle eccellenze della ricerca italiana – Libero Quotidiano, su liberoquotidiano.it.
  10. ^ Eccellenza della medicina. A Walter Ricciardi il Takamine Award - Affaritaliani.it, su affaritaliani.it.
  11. ^ (EN) Annual Meeting of the NBME Membership (PDF), in Examiner, vol. 62, n. 1, National Board of Medical Examiners, Spring/Summer 2015, p. 56. URL consultato il 7 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2015).
  12. ^ L'Istituto superiore di Sanità è commissariato. L'incarico a Walter Ricciardi (Università Cattolica), su sanita24.ilsole24ore.com.
  13. ^ Cristina Verdi, Quel centro per le epidemie smantellato: ora avrebbe potuto coordinare la lotta al Covid-19, in Il giornale, 31 marzo 2020. URL consultato il 1º marzo 2021.
  14. ^ Giovanni Cedrone, Dal CNESPS al CIRI, così il taglio di alcuni enti ha indebolito la sorveglianza epidemiologica e la lotta al Covid-19, in sanitainformazione.it, 20 aprile 2020. URL consultato il 1º marzo 2021.
  15. ^ Manuela D'Alessandro, Storia del Centro di Epidemiologia che venne depotenziato da Ricciardi, in Agenzia Giornalistica Italiana, 11 dicembre 2020. URL consultato il 1º marzo 2021.
  16. ^ Riordino Iss. Oltre 200 operatori di sanità pubblica scrivono a Ricciardi: “Salvaguardare ruolo e funzioni del Cnesps”, su Quotidianosanità.it, 11 maggio 2015. URL consultato il 1º marzo 2021.
  17. ^ Commendatore. Elenco dei decorati, su quirinale.it. URL consultato il 30 settembre 2019 (archiviato il 19 giugno 2019).
  18. ^ Federico Fubini, Walter Ricciardi: «Lascio l’Istituto superiore sanità, il governo ha posizioni antiscientifiche», in Corriere della Sera, 1º gennaio 2019. URL consultato il 7 gennaio 2019.
  19. ^ Tumori: Speranza, “Nomina Ricciardi nel board Ue è bella notizia per l’Italia” (Comunicato stampa n. 15), su salute.gov.it, 9 ottobre 2019 (archiviato il 30 aptrile 2020).
  20. ^ Professor Harald zur Hausen to step down as chair of Horizon Europe cancer mission board, su ec.europa.eu, 8 ottobre 2019. URL consultato il 30 aprile 2020 (archiviato il 30 aprile 2020).
  21. ^ Michele Bocci !, Coronavirus, Speranza nomina Walter Ricciardi come consigliere e alle Regioni dice: "No a scelte unilaterali", su repubblica.it, 24 febbraio 2020. URL consultato il 30 aprile 2020 (archiviato il 30 aprile 2020).
  22. ^ Membri del comitato promotore sul sito ufficiale di Azione, su azione.it.
  23. ^ Repubblica, Covid 19, Ranieri Guerra chiarisce il ruolo di Ricciardi ... Archiviato il 20 aprile 2020 in Internet Archive., 19 aprile 2020
  24. ^ Coronavirus, l'Oms prende le distanze da Walter Ricciardi: “Non lavora per l’agenzia e non la rappresenta”, su Il Fatto Quotidiano, 20 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2020).
  25. ^ News1, Coronavirus, WHO distances itself from Ricciardi ..., 19 aprile 2020
  26. ^ Chi è Walter Ricciardi, il «professor lockdown», in Il Sole 24 Ore, 14 febbraio 2021. URL consultato il 1º marzo 2021.
  27. ^ Walter Ricciardi: ecco come smettere di inseguire il coronavirus, in Avvenire, 28 febbraio 2021. URL consultato il 1º marzo 2021.
  28. ^ Walter Ricciardi entra nel comitato scientifico dell'Iss francese, in ADNKronos, 13 maggio 2021. URL consultato il 15 maggio 2021.
  29. ^ Il passato da attore di Walter Ricciardi: dai film con Merola a consulente di Speranza, su huffingtonpost.it.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN2846149108406168780003 · ISNI (EN0000 0000 6953 0852 · LCCN (ENn2015185339 · ORCID (EN0000-0002-5655-688X · GND (DE1061478106 · BNF (FRcb14220349n (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2015185339