Apri il menu principale

Walter Salles

regista e sceneggiatore brasiliano

BiografiaModifica

Iniziò la sua carriera cinematografica negli anni ottanta realizzando qualche documentario. Il suo primo film di fiction fu Arte mortale (1991): a causa della crisi economica del paese, non poté continuare subito a realizzarne altri sino a Terra Estrangeira - diretto insieme a Daniela Thomas nel 1995, il quale fu considerato uno dei migliori film dell'anno da parte della critica brasiliana, e fu selezionato da più di 40 festival nel mondo. Il film successivo Central do Brasil (1998) ottenne grande successo, vincendo 55 premi, fra i quali anche l'Orso d'Oro al Festival di Berlino e ottenendo due nomination agli Oscar. Come il successivo Disperato aprile (2001), il film fu prodotto da Arthur Cohn e venne distribuito a livello internazionale.

Nel 2003 Salles, dopo aver prodotto l'anno precedente il film City of God di Fernando Meirelles, è stato votato come uno dei 40 migliori registi del mondo dal quotidiano The Guardian.

Il suo più grande successo di critica e pubblico è stato I diari della motocicletta (2004), un film biografico sul giovane Che Guevara, vincitore, fra gli altri premi, di un Oscar per la canzone Al Otro Lado del Río e dell'Efebo d'oro. Fu il suo primo film in una lingua (lo spagnolo) diversa dalla sua lingua madre (il portoghese), ed ottenne ottimi risultati al botteghino in Europa e in America Latina.

Nel 2005 Salles ha realizzato il suo primo film hollywoodiano, Dark Water, un adattamento dell'omonimo film giapponese del 2002.

FilmografiaModifica

RegistaModifica

CinemaModifica

CortometraggiModifica

TelevisioneModifica

  • Japão - Uma Viagem no Tempo (1986) - Serie TV documentaristica
  • Marisa Monte (1988) - Film TV documentaristico
  • Chico - O País da Delicadeza Perdida (1989) - Film TV documentaristico
  • Jorge Amado, episodio della serie TV documentaristica Un siècle d'écrivains (1995)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN42048256 · ISNI (EN0000 0001 1628 7753 · LCCN (ENn95920334 · GND (DE132797518 · BNF (FRcb141346600 (data) · WorldCat Identities (ENn95-920334