Apri il menu principale

Warning (album Green Day)

album dei Green Day del 2000
Warning
ArtistaGreen Day
Tipo albumStudio
Pubblicazione3 ottobre 2000
Durata41:14
Dischi1
Tracce12
Genere[1]Rock alternativo
Post-grunge
Punk revival
Pop punk
EtichettaReprise
ProduttoreGreen Day
Registrazionemarzo-aprile 2000
FormatiCD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroRegno Unito Regno Unito[2]
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[3]
(vendite: 500 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia[4]
(vendite: 70 000+)
Canada Canada[5]
(vendite: 100 000+)
Giappone Giappone[6]
(vendite: 250 000+)
Green Day - cronologia
Album precedente
(1997)
Singoli
  1. Minority
    Pubblicato: 31 agosto 2000
  2. Warning
    Pubblicato: 11 dicembre 2000
  3. Waiting
    Pubblicato: 29 ottobre 2001

Warning (stilizzato Warning:) è il sesto album in studio del gruppo musicale statunitense Green Day, pubblicato il 3 ottobre 2000 dalla Reprise Records.[1]

DescrizioneModifica

Pubblicato nel 2000, Warning presentò un grande cambiamento di stile da parte del gruppo. Il sound, al contrario che nei precedenti lavori, si caratterizzava per una vena pop con qualche accenno di punk, che prima era il genere prevalente della band. Warning fu il disco che allontanò i Green Day dalla etichetta di punk band.

Dall'album sono stati estratti i singoli Minority, l'omonimo Warning e Waiting, oltre anche a Macy's Day Parade, pubblicato promozionalmente nel 2001.[7]

Ai California Music Awards del 2000 l'album vinse i sette premi per i quali era stato nominato.

Un'edizione limitata dell'album fu pubblicata nel dicembre 2000. Tra i contenuti uno show di venti minuti intitolato Green Day - A Tribute.

AccoglienzaModifica

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[1]      
Entertainment Weekly[8] B+
New Musical Express[9]           
Piero Scaruffi[10]           
Robert Christgau[11] A-
Rolling Stone[12]      
Slant Magazine[13]      
Spin[14]           

TracceModifica

Testi di Billie Joe Armstrong, musiche dei Green Day.

  1. Warning – 3:42
  2. Blood, Sex and Booze – 3:34
  3. Church on Sunday – 3:19
  4. Fashion Victim – 2:49
  5. Castaway – 3:53
  6. Misery – 5:06
  7. Deadbeat Holiday – 3:35
  8. Hold On – 2:57
  9. Jackass – 2:43
  10. Waiting – 3:14
  11. Minority – 2:49
  12. Macy's Day Parade – 3:34
Traccia bonus nell'edizione britannica
  1. 86 (Live in Prague) – 3:01
Tracce bonus nelle edizioni giapponese e australiana
  1. Brat (Live in Japan) – 1:42
  2. 86 (Live in Prague) – 3:01

FormazioneModifica

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Stephen Thomas Erlewine, Warning, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 29 luglio 2013.
  2. ^ (EN) Green Day, Warning, British Phonographic Industry. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) Green Day, Warning – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  4. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2000 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  5. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  6. ^ (JA) ゴールド等認定作品一覧, Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  7. ^ (EN) Green Day – Macy's Day Parade, su Discogs, Zink Media. URL consultato il 29 aprile 2014.
  8. ^ Ken Tucker, Warning, Entertainment Weekly, 2 ottobre 2000. URL consultato il 7 giugno 2012.
  9. ^ (EN) Warning, New Musical Express, 1º ottobre 2000. URL consultato il 7 giugno 2012.
  10. ^ The History of Rock Music. Green Day: biography, discography, reviews, links
  11. ^ (EN) Robert Christgau, Ina Dancehall Groove—Finally, The Village Voice, 17 ottobre 2000. URL consultato il 7 giugno 2012.
  12. ^ (EN) Greg Kot, Warning, Album Reviews, Rolling Stone, 12 ottobre 2000. URL consultato il 7 giugno 2012.
  13. ^ (EN) Sal Cinquemani, Warning, Slant Magazine, 20 gennaio 2001. URL consultato il 7 giugno 2012.
  14. ^ http://books.google.it/books?id=aPe2ZKjsEBIC&pg=PT11&lpg=&redir_esc=y#v=onepage&q&f=false
  15. ^ a b c d e f g h i (NL) Green Day - Warning:, Ultratop. URL consultato il 29 aprile 2014.
  16. ^ a b (EN) Green Day Chart History, Billboard. URL consultato il 29 aprile 2014.
  17. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 08 October 2000 - 14 October 2000, Official Charts Company. URL consultato il 29 aprile 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk