Warren Buffett

imprenditore e economista statunitense

Warren Edward Buffett (Omaha, 30 agosto 1930) è un imprenditore, economista e filantropo statunitense, soprannominato «oracolo di Omaha» per la sua abilità di previsione negli investimenti finanziari[1].

Warren Edward Buffett

È considerato il più grande investitore di valore di sempre.

Secondo il Bloomberg Billionaires Index, al 2 settembre 2022, è il settimo uomo più ricco del mondo, con un patrimonio di 98,4 miliardi di dollari.[2]

Tra i personaggi più significativi della storia della finanza, viene presentato nei suoi interventi con la formula «Ladies and Gentlemen, the legendary investor Warren Buffett».[3]

BiografiaModifica

Nato nel 1930 ad Omaha (Nebraska), è il secondo di tre figli, unico maschio, di Howard Buffett.

Si dedica al suo primo investimento a soli undici anni. Nel marzo 1942, Buffett compra tre azioni di Cities Service per 38 dollari cadauna. Il titolo scende in fretta a 27 dollari, poi risale e tocca i 40 dollari. Essendo un potenziale guadagno, il giovane Buffett si accontenta e decide di vendere. Cities Service, però, continua la sua corsa e nelle settimane seguenti sale fino a 200 dollari di quotazione. A quel punto Buffett, pentito di essersi liberato troppo presto delle sue prime azioni possedute di un'azienda, apprende l'esperienza che lo sosterrà per tutta la vita. Si convince che dovrà applicare una filosofia di lungo termine (basata sul fattore tempo e sulla pazienza) nella gestione degli investimenti.[4]

I modelli da cui traeva ispirazione erano:

Durante la sua permanenza alla Columbia University, Warren Buffett ebbe la fortuna di avere Benjamin Graham come insegnante e mentore. Il professore di economia aveva avuto successo perché era l'autore del libro The intelligent investor. In pratica gli trasmise la conoscenza del (value investing), un metodo per l'acquisto di titoli azionari al di sotto del loro reale valore.

Dopo la laurea, Warren Buffett lavora per la società newyorkese Graham-Newman Corp., il primo hedge fund della storia. Nel 1956 Graham va in pensione e gli offre la carica di socio (partner) della società, ma Buffett rifiuta e torna a Omaha, la sua città natale. Con il capitale e le sue capacità, infatti, è conscio di poter vivere di rendita. E anche gli amici e i parenti lo implorano di gestire i loro soldi[6].

Buffett si distingue dagli altri: sceglie i titoli sottovalutati dal mercato con l'intenzione di esserne il proprietario per sempre. Successivamente, tramite la Berkshire Hathaway, Buffett possiede importanti partecipazioni: nel 2022, i primi quattro titoli[7] quotati del portafoglio di BRK-A sono i seguenti:

Apple

Settore tecnologico

Bank of America

Settore bancario

Coca Cola

Settore bevande

Chevron

Settore petrolifero

I pilastri che Warren Buffett ha impiantato nel business della Berkshire Hathaway sono quattro:

  • la diversificazione di portafoglio;
  • il flusso di cassa;
  • il bilancio solido;
  • la cultura aziendale.[8]

L'azienda di Omaha ha 389000 dipendenti nel 2022. Venticinque soltanto nel quartier generale. Una dozzina invece nel board. Gli incontri annuali degli azionisti, che si svolgono nel Qwest Center di Omaha, Nebraska, sono regolarmente visitati da 20.000 persone. Nel 2007 si sono registrate circa 27.000 presenze. Le riunioni, soprannominate "la Woodstock del capitalismo", sono considerate il più grande appuntamento annuale dopo il College World Series di baseball. Note per il loro umorismo e la spensieratezza, le riunioni di solito iniziano con un filmato per gli azionisti. Partecipa sempre anche l'amico e socio storico Charlie Munger. Nel 2022 c'erano diverse personalità ospiti, fra cui Tim Cook, amministratore delegato di Apple, e Jamie Dimon, amministratore delegato di JP Morgan Chase.

CarrieraModifica

 
Buffett con Gary Green nel 2010

Berkshire HathawayModifica

Il 12 dicembre 1962 Warren Buffett compra le sue prime azioni della Berkshire Hathaway per 7,50 dollari cadauna. All'epoca era un'industria tessile in declino a causa dell'andamento generale del settore.[9]

Secondo quanto affermato nella lettera agli azionisti del 1989, "Il mio primo errore, ovviamente, è stato nell'acquistare Berkshire Hathaway. Anche se conoscevo la sua attività di produzione tessile, che non era promettente, sono stato indotto a comprare perché il prezzo sembrava a buon mercato."[10]

Come è solito ripetere in pubblico, la sua frase celebre è: "È molto meglio acquistare un’azienda meravigliosa a un prezzo equo, che un'azienda equa a un prezzo eccezionale".[11]

Con la Berkshire Hathaway, affiancato dal socio Charlie Munger, dal 1965 comincia ad acquistare aziende sottovalutate in ogni campo di attività: dai servizi all'industria, dalle assicurazioni alla biancheria, passando per società che offrono proprietà frazionata di jet privati.

Nel 1965 acquista azioni di American Express ad un prezzo irrisorio.

Nel 1972 compra la See's Candies, una rinomata società che in America vende cioccolatini.

Nel 1988 acquista una quota rilevante della Coca Cola, un famoso marchio di bevande.

Nel 1996 controlla il 100% di GEICO, la compagnia di assicurazioni americana.

Nel 1998, compra General Re, un'altra compagnia di assicurazioni americana.

Nel 2008, durante la crisi economica, compra azioni di Bank of America.

Nel 2009 è la volta di BNSF Railway, una compagnia ferroviaria statunitense.

Dal 2016 Warren Buffett è azionista di Apple, un'azienda di riferimento per l'informatica.[12]

Nel 2022 tramite Berkshire possiede circa il 7% di BYD Company, una compagnia cinese di veicoli elettrici.[13] Inoltre, lo stesso anno, tramite Berkshire possiede il 20% di Occidental Petroleum, una compagnia petrolifera americana che potrebbe conservare per molto tempo.

L'abilità di Warren Buffett ha consegnato un rendimento pari al 3.600.000% per le azioni di classe A di Berkshire Hathaway dal 1965.[14]

Nel 2022 la società dell'imprenditore americano ha a disposizione cash (contanti) per 105,4 miliardi di dollari.[15]

Berkshire Hathaway fornisce un resoconto trimestrale dell'andamento del business.

È necessario precisare che permane una sostanziale differenza tra utile netto (net income) ed utile operativo (operating income).

Quest'ultimo infatti esclude il saliscendi delle azioni accumulate da Berkshire Hathaway. Ciò è particolarmente importante per la società di Omaha, in quanto essa detiene significativi pacchetti di holdings pubbliche quotate. Tali investimenti cambierebbero la visuale per colui che volesse misurare le prestazioni della società nelle sue attività tipiche.

Come sostiene Warren Buffett, l'ammontare dei guadagni o delle perdite delle posizioni azionarie nel portafoglio di investimenti della Berkshire Hathaway in un dato trimestre è solitamente privo di significato e fornisce cifre per individuare l'utile netto che possono essere estremamente fuorvianti per coloro che hanno poca o nessuna conoscenza delle regole contabili vigenti in America.

Ogni trimestre l'azienda dichiara più di 6 miliardi di dollari di utile operativo. Ogni anno l'azienda dichiara più di 24 miliardi di dollari di utile operativo.

Il flusso di cassa libero (free cash flow) in media raggiunge i 20 miliardi di dollari ogni anno.

Le azioni in circolazione (shares outstanding) di classe A il 7 agosto 2022 sono numero 1470577. Nei prossimi dodici mesi, Berkshire Hathaway è pronta per raccogliere oltre 6 miliardi di dollari di dividendi principalmente dovuti alle sue prime dieci posizioni in azioni detenute in portafoglio.

Nel 2022 la conglomerata possiede:

  • più di 40 companies for common stocks (azioni quotate);
  • più di 60 subsidiary companies (società sussidiarie).

Il settore editorialeModifica

Nel 1973 Berkshire iniziò ad accumulare azioni del Washington Post. Warren Buffett era a conoscenza delle difficoltà economiche che il prestigioso quotidiano stava attraversando, ma aveva calcolato di poter risollevarne le sorti e con il tempo trarne vantaggio. Così divenne amico intimo di Katharine Graham, la coraggiosa direttrice che durante il Watergate aveva tenuto testa al presidente Richard Nixon. Poi, con soddisfazione, Buffett si unì al consiglio di amministrazione del suo giornale preferito.

Nel 2014 Warren Buffett ha ceduto la sua quota, pari al 28%, della società editrice.

Il settore assicurativoModifica

Con la Berkshire Hathaway, nel 1967 acquisisce due compagnie assicurative: la National Fire and Marine Insurance Company e la National Indemnity Company. Il settore delle assicurazioni conquista sempre più spazio all'interno della holding di Buffett, così dal 1985 abbandona definitivamente il settore tessile per dedicarsi esclusivamente a quello assicurativo.

Dal 1996 la Berkshire Hathaway controlla interamente la GEICO, una società tra le prime in America nel settore assicurativo delle automobili.

Il 21 marzo 2022 la Berkshire Hathaway compra la compagnia di assicurazioni Alleghany Corporation.[16]

Oggi Berkshire Hathaway è il più grande riassicuratore mondiale dopo la svizzera Swiss Re e la tedesca Munich Re.

Il settore bancarioModifica

Dopo la crisi economica del 2008, nel cui frangente aveva appoggiato Goldman Sachs, Warren Buffett valuta le banche americane come interessanti fonti di reddito.

Una in particolare, Bank of America, è presente massicciamente nel portafoglio di Warren Buffett: nel 2022 ricopre una delle prime cinque posizioni.[17]

In misura minore, Buffett possiede anche altre azioni bancarie come JPMorgan Chase, U.S. Bancorp e Citigroup[18]

Il settore energeticoModifica

Berkshire Hathaway Energy (BHE) è una sussidiaria che genera e distribuisce elettricità prodotta anche da fonti naturali (comprese l'eolico e il solare).[19]

La società è stata valutata per una cifra superiore ai 100 miliardi di dollari nel 2020.[20]

Essa è posseduta al 92% da Berkshire Hathaway.[21]

Nel 2022 l'amministratore delegato di Berkshire Hathaway Energy è Greg Abel, che è anche il successore designato da Warren Buffett per la guida della società conglomerata.[22]

BHE ha partecipazioni nelle seguenti compagnie:

  • PacifiCorp
  • MidAmerican Energy Company
  • NV Energy
  • Northern Powergrid
  • Northern Natural Gas
  • BHE GT&S
  • Kern River Gas Transmission Company
  • BHE Renewables
  • AltaLink
  • BHE U.S. Transmission
  • HomeServices of America

Il settore automobilisticoModifica

Nel 2008, Berkshire Hathaway ha comprato[23] la bellezza di 225 milioni di azioni della BYD Company quotate sulla Borsa di Hong Kong.

BYD produce le auto elettriche di fabbricazione cinese che, dopo il precursore Warren Buffett, nel primo semestre 2022 hanno attirato centinaia di migliaia di entusiasti acquirenti.

Il settore ferroviarioModifica

Con la Berkshire Hathaway, nel 2009 acquisisce le ferrovie americane BNSF.[24]

Sono un pezzo molto importante per l'America.

Warren Buffett prevede che andranno bene per i prossimi cento anni e oltre.

Il settore finanziarioModifica

Dal 1965 Warren Buffett predilige le azioni di American Express. Nel 2022 il titolo ricopre la seconda posizione di Berkshire Hathaway.

In realtà, dopo la crisi economica del 2008, ha mostrato favore anche ad altri istituti che si occupano di carte di credito: ad esempio Visa, di cui conserva un discreto pacchetto di azioni, e Mastercard.

Il settore tecnologicoModifica

Il 1 luglio 2022 il 42% del portafoglio di investimenti di 353,2 miliardi di dollari di Berkshire Hathaway è rappresentato da Apple. Warren Buffett ha elogiato sia la società tecnologica di Cupertino che il suo amministratore delegato Tim Cook.[25]

Dal 2019, Warren Buffett ha voluto che Berkshire Hathaway possedesse anche una piccola porzione di Amazon, l'azienda di commercio elettronico.[26]

Assicurazioni e servizi finanziariModifica

Cibi e bevandeModifica

FarmaceuticiModifica

AbbigliamentoModifica

Forniture industrialiModifica

Materiali e costruzioniModifica

MediaModifica

PetrolioModifica

TecnologiaModifica

LogisticaModifica

AutomobiliModifica

Beni di consumoModifica

Beni di lussoModifica

EnergiaModifica

FilantropiaModifica

Nel 2006 Buffett ha donato 37 miliardi di dollari in azioni benefiche per le popolazioni del Terzo mondo.[27] Nel 2022 la sua ricchezza personale è pari a 95,6 miliardi di dollari, che potrebbero in parte essere donati ai bambini di tutto il mondo.[28]

AmicizieModifica

Nel 1959 incontra Charlie Munger ad un pranzo. L'amicizia sarà immediata e indissolubile. La conoscenza quasi enciclopedica e la prudenza insita nel carattere di Munger lo porteranno ad essere un ottimo alter ego di Warren Buffett.

Nel 1962, Munger viene invitato da Buffett a lasciare la professione di avvocato per dedicarsi completamente agli investimenti e a ragionarne insieme come amici fraterni.[29]

Charlie Munger, nel 2022, è sempre il miglior amico di Warren Buffett.

SuccessioneModifica

 
Buffett incontra il presidente Barack Obama alla Casa Bianca nel luglio 2011

Dal 3 maggio 2021 si sa[30] che il successore di Warren Buffett, come CEO della Berkshire Hathaway, sarà il canadese Greg Abel.[31] Nato nel 1962, egli attualmente ricopre la carica di Vicepresidente della Berkshire Hathaway e si occupa delle operazioni non assicurative della società.[32] L'Oracolo ha ricordato che la cultura e i valori fondanti della società di Omaha verranno mantenuti intatti "anche quando Buffett non sarà più in giro".[33]

OnorificenzeModifica

  Medaglia presidenziale della libertà (Stati Uniti d'America)
«conferitagli dal presidente Barack Obama»
— 2011

NoteModifica

  1. ^ Warren Buffett's Investment Strategy, su investopedia.com, Investopedia, 27 giugno 2022.
  2. ^ Profilo di Warren Buffett, su Bloomberg.
  3. ^ Howard Buffett: Farming and finance, su cbsnews.com. URL consultato il 14 luglio 2022.
  4. ^ Warren Buffett e il suo primo investimento. Ecco cosa insegna, forbes.it, 7 maggio 2018
  5. ^ Il metodo Warren Buffett: i segreti del più grande investitore del mondo, Hoepli Editore, 26 luglio 2022
  6. ^ Buffett la storia dell'investitore intelligente, su comeinvestirerisparmi.com.
  7. ^ (EN) 80% of Warren Buffett's Portfolio Is Invested in These 7 Stocks, su fool.com. URL consultato il 30 luglio 2022.
  8. ^ Stock Strategist: Why Berkshire Hathaway Stock Is a Buy, morningstar.com, 6 agosto 2022
  9. ^ (EN) Warren Buffett bought his first Berkshire Hathaway shares for $7.50 each, 55 years ago today, su cnbc.com. URL consultato il 14 luglio 2022.
  10. ^ Chairman's Letter, berkshirehathaway.com, 2 marzo 1990
  11. ^ Warren Buffett compie 91 anni, le sue frasi più celebri, su wallstreetitalia.com. URL consultato il 14 luglio 2022.
  12. ^ Buffett controcorrente, vende Wal-Mart e compra Apple, su repubblica.it. URL consultato il 14 luglio 2022.
  13. ^ Warren Buffett riduce la sua quota in Byd. Che crolla in borsa, su wallstreetitalia.com. URL consultato il 31 agosto 2022.
  14. ^ 3 Warren Buffett stocks to buy hand over fist in august, fool.com, 1 agosto 2022
  15. ^ Warren Buffett’s Berkshire reins in stock purchases and books $ 43.8bn loss, Financial Times, 6 agosto 2022
  16. ^ La Berkshire Hathaway di Warren Buffett compra una compagnia assicurativa per $ 11,6 miliardi, forbes.it, 21 marzo 2022
  17. ^ (EN) These 5 Stocks Are Netting Warren Buffett $4.3 Billion in Annual Passive Income, su fool.com. URL consultato il 13 luglio 2022.
  18. ^ (EN) Citigroup shares jump 7% after Warren Buffett reveals a near $3 billion stake in the struggling bank, su cnbc.com. URL consultato il 13 luglio 2022.
  19. ^ Berkshire Hathaway Energy, sito ufficiale, accesso il 2 agosto 2022
  20. ^ Warren Buffett e l'energia, Forbes.it, 6 luglio 2020
  21. ^ Berkshire CEO-designate Abel sells stake in energy company he led for $ 870 million, reuters.com, 6 agosto 2022
  22. ^ Buffett ha trovato il successore, ilsole24ore, 3 maggio 2021
  23. ^ (EN) Elon Musk laughed at BYD in 2011. Warren Buffett's Berkshire Hathaway has made nearly 40 times its money on the Chinese EV stock, su markets.businessinsider.com. URL consultato il 13 luglio 2022.
  24. ^ (EN) Burlington Northern Santa Fe Corporation, su britannica.com. URL consultato il 14 luglio 2022.
  25. ^ Warren Buffett's 3 favorite sectors to invest his money, fool.com, 3 agosto 2022
  26. ^ Warren Buffett ammette fetta in Amazon: quasi 1 miliardo, money.it, 16 maggio 2019
  27. ^ Buffett donates $37bn to charity, su news.bbc.co.uk, BBC, 26 giugno 2006.
  28. ^ What happens to Warren Buffett's fortune after his death? It might go to each kid on Earth, su timesnownews.com. URL consultato il 14 luglio 2022.
  29. ^ Forbes, Charles Munger - Profile, su forbes.com. URL consultato il 9 settembre 2012.
  30. ^ Buffett ha trovato il successore alla guida di Berkshire Hathaway, su ilsole24ore.com, Il Sole 24 Ore, 3 maggio 2021.
  31. ^ Greg Abel: ecco chi è il successore di Warren Buffett, su investire.biz. URL consultato il 13 luglio 2022.
  32. ^ Warren Buffett: 4 cose da guardare nella lettera agli investitori, su investire.biz. URL consultato il 13 luglio 2022.
  33. ^ Warren Buffett è ancora la bussola della Berkshire. Per quanto tempo ancora?, su milanofinanza.it. URL consultato il 13 luglio 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN121622610 · ISNI (EN0000 0001 2149 5004 · LCCN (ENn85256764 · GND (DE119261855 · BNE (ESXX1306624 (data) · BNF (FRcb13509178t (data) · J9U (ENHE987007276198005171 · NDL (ENJA00722597 · CONOR.SI (SL64877411 · WorldCat Identities (ENlccn-n85256764