Apri il menu principale

Westerlund 2

ammasso aperto nella costellazione della Carena
Westerlund 2
Ammasso aperto
Westerlund-2-Cluster-NASA.jpg
Westerlund 2
Scoperta
ScopritoreLas Campanas Observatory
Dati osservativi
(epoca J2000.0)
CostellazioneCarena
Ascensione retta10h 23m 58,1s
Declinazione-57° 45′ 49″
Distanza20000 a.l.
(6131 pc)
Dimensione apparente (V)30"
Caratteristiche fisiche
TipoAmmasso aperto
Età stimata2 milioni di anni
Mappa di localizzazione
Westerlund 2
Carina IAU.svg
Categoria di ammassi aperti

Coordinate: Carta celeste 10h 23m 58.1s, -57° 45′ 49″

Westerlund 2 è un giovane ammasso aperto nella costellazione della Carena.

È associato alla grande regione nebulosa RCW 49 ed appare oscurato dalla polvere interstellare, che ne rende difficile l'osservazione; contiene alcune delle stelle più calde, luminose e massicce conosciute, tra cui una dozzina di stelle di classe O (di cui tre sono anche binarie a eclisse), alcune in fase di pre-sequenza principale e due stelle di Wolf-Rayet: la binaria WR20a e la stella singola WR20b, entrambe di classe spettrale WN6ha.

Il centro dell'ammasso contiene infine cinque stelle di classe O6-7V in un raggio di 15 secondi d'arco; la distanza dalla Terra è stimata sui 20000 anni luce.

WR20a è il sistema binario più massivo conosciuto finora, motivo per cui la massa delle componenti è stata oggetto di studio; ciascuna delle due componenti ha una massa equivalente a 82-83 volte quella del Sole[1]. Il sistema si trova, stranamente, all'esterno del centro dell'ammasso; si ipotizza che ne sia stato espulso dalle interazioni dinamiche dopo la sua formazione. Il periodo di rivoluzione del sistema è di 3,6 giorni; la loro orbita è molto stretta, ma le due componenti sono ben staccate. Si prevede che in un milione di anni le loro dimensioni cresceranno a tal punto che i loro corpi entreranno fisicamente in contatto. Si è inoltre scoperto che le due stelle possiedono una gran quantità di azoto, circa 6 volte l'abbondanza di azoto riscontrata nel Sole; questo elemento potrebbe essersi formato negli strati più profondi della stella.

WR20b sembrerebbe invece una stella singola leggermente più debole della componente meno luminosa di WR20a.

Indice

NoteModifica

  1. ^ R. Gamen, E. Gosset, N. Morrell, V. Niemela, H. Sana, Y. Nazé, G. Rauw, R. Barbá, G. Solivella, The first orbital solution for the massive colliding-wind binary HD 93162 (WR 25) (PDF), in Astronomy & Astrophysics, vol. 460, 2006, pp. 777-782, DOI:10.1051/0004-6361:20065618.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari