Apri il menu principale

What I Did for Love (David Guetta)

What I Did for Love
What I Did for Love.jpeg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaDavid Guetta
FeaturingEmeli Sandé
Tipo albumSingolo
Pubblicazione22 febbraio 2015
Durata3:27
Album di provenienzaListen
GenereDance
ProduttoreDavid Guetta, Giorgio Tuinfort
Registrazione2015
FormatiDownload digitale
Certificazioni
Dischi d'oroGermania Germania[1]
(vendite: 200 000+)

Italia Italia[2]
(vendite: 25 000+)

Regno Unito Regno Unito[3]
(vendite: 400 000+)
David Guetta - cronologia
Singolo precedente
(2014)
Singolo successivo
(2015)
Emeli Sandé - cronologia
Singolo precedente
(2013)
Singolo successivo
(2016)

What I Did for Love è un singolo del DJ e produttore musicale francese David Guetta, pubblicato il 22 febbraio 2015 come terzo estratto dal sesto album in studio Listen.

Il singolo ha visto la partecipazione alla parte vocale della cantante britannica Emeli Sandé.

La canzone è stata pubblicata per la prima volta nel Regno Unito, e successivamente, in tutto il mondo.

DescrizioneModifica

Il testo della canzone è stato scritto dallo stesso David Guetta insieme a Sam Martin (con cui aveva già collaborato come voce per i singoli Lovers on the Sun e Dangerous) e con la collaborazione di Giorgio Tuinfort, Jason Evigan e Sean Douglas; la prima performance live della canzone è stata durante una puntata di X Factor UK il 22 novembre 2014; il brano parla di un fatto drammatico di cui la cantante ne è la protagonista e si pente di aver commesso un atto molto atroce per gelosia nei confronti del suo amato.

Video musicaleModifica

Il lyric video del brano, che ricorda molto quello di un'altra canzone dello stesso Guetta, Bad, è stato pubblicato il 12 gennaio 2015 sul canale VEVO di David Guetta e conta oltre 50.000.000 di visualizzazioni[4].

ClassificheModifica

Classifiche (2015) Posizione
massima
Australia[5] 20
Austria[6] 10
Belgio (Fiandre)[7] 24
Belgio (Vallonia)[8] 35
Francia[9] 30
Germania[10] 16
Irlanda[11] 12
Israele[12] 1
Italia[13] 37
Paesi Bassi[14] 56
Regno Unito[15] 6
Spagna[16] 31
Svezia[17] 58
Svizzera[18] 37
Ungheria[19] 12

Classifiche di fine annoModifica

Classifica (2015) Posizione
massima
Germania[20] 83
Israele[21] 29
Regno Unito[22] 66

NoteModifica

  1. ^ musikindustrie.de, https://www.musikindustrie.de/markt-bestseller/gold-/platin-und-diamond-auszeichnung/datenbank/?action=suche&strTitel=What+I+Did+for+Love&strInterpret=David+Guetta+feat.+Emeli+Sand%C3%A9&strTtArt=alle&strAwards=checked.
  2. ^ Certificazione in Italia, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 19 agosto 2016.
  3. ^ Certificazione in Regno Unito, su bpi.co.uk. URL consultato il 19 agosto 2016.
  4. ^ David Guetta - What I Did For Love (Lyric Video) ft Emeli Sandé, su youtube.com.
  5. ^ Classifica in Australia, ARIA Charts. URL consultato il 19 agosto 2016.
  6. ^ Classifica in Austria, Ö3 Austria Top 40. URL consultato il 19 agosto 2016.
  7. ^ Classifica in Belgio (Fiandre), Ultratop. URL consultato il 19 agosto 2016.
  8. ^ Classifica in Belgio (Vallonia), Ultratop. URL consultato il 19 agosto 2016.
  9. ^ Classifica in Francia, su lescharts.com. URL consultato il 19 agosto 2016.
  10. ^ Classifica in Germania, Media Control Charts. URL consultato il 19 agosto 2016.
  11. ^ Classifica in Irlanda, IRMA. URL consultato il 19 agosto 2016.
  12. ^ Classifica in Israele, Media Forest. URL consultato il 19 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2016).
  13. ^ Classifica in Italia, FIMI. URL consultato il 19 agosto 2016.
  14. ^ Classifica nei Paesi Bassi, su dutchcharts.nl. URL consultato il 19 agosto 2016.
  15. ^ Classifica in Regno Unito, Official Charts Company. URL consultato il 19 agosto 2016.
  16. ^ Classifica in Spagna, su spanishcharts.com. URL consultato il 19 agosto 2016.
  17. ^ Classifica in Svezia, Sverigetopplistan. URL consultato il 19 agosto 2016.
  18. ^ Classifica in Svizzera, Schweizer Hitparade. URL consultato il 19 agosto 2016.
  19. ^ Classifica in Ungheria, Magyar Hanglemezkiadók Szövetsége. URL consultato il 19 agosto 2016.
  20. ^ TOP 100 SINGLE-JAHRESCHARTS, Media Control Charts. URL consultato il 19 agosto 2016.
  21. ^ Yearly Charts, Media Forest. URL consultato il 16 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2014).
  22. ^ End of Year Singles Chart Top 100 - 2015, Official Charts Company. URL consultato il 19 agosto 2016.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica