Apri il menu principale

Which Woman?

film del 1918 diretto da Tod Browning e Harry A. Pollard (con il nome Harry Pollard)
Which Woman?
Titolo originaleWhich Woman?
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1918
Durata60 min. (1.500 metri - 5 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Generegiallo
RegiaTod Browning e Harry A. Pollard (come Harry Pollard)
SoggettoEvelyn Campbell (racconto)
SceneggiaturaAnthony Coldeway (come Anthony W. Coldeway)
Casa di produzioneUniversal Film Manufacturing Company (come Bluebird Photoplays)
FotografiaJohn W. Brown (come John Brown)
Interpreti e personaggi

Which Woman? è un film del 1918 diretto da Tod Browning e Harry A. Pollard, tratto dal racconto breve Nobody's Bride di Evelyn Campbell pubblicato sul All-Story Weekly.

La Universal produsse nel 1923 una seconda versione cinematografica del racconto di Evelyn Campbell con il film Nobody's Bride che venne diretto da Herbert Blaché.

TramaModifica

Peter Standish obbliga la figlia Doris alle nozze con l'anziano milionario Cyrus W. Hopkins. Ma la ragazza, prima della cerimonia, si allontana da casa. Per scappare, Doris chiede un passaggio all'autista di un'auto parcheggiata vicino a casa sua. Il guidatore è Jimmy Nevin che si trova lì perché sta concertando un piano per vendicarsi di Hopkins che ha rovinato finanziariamente suo padre. Insieme a una banda di ladri, Jimmy ha organizzato il furto dei gioielli della sposa e dei regali di nozze. Nevin porta Doris nel covo dei ladri ma lei riesce a scappare, andando alla polizia. I ladri vengono arrestati, mentre Jimmy e la sposa in fuga si dichiarano il loro amore reciproco.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dall'Universal Film Manufacturing Company (come Bluebird Photoplays). Il regista Harry Pollard cadde ammalato durante le riprese, venendo sostituito da Tod Browning[1][2].

DistribuzioneModifica

Distribuito dall'Universal Film Manufacturing Company (come Bluebird Photoplays), uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 10 giugno 1918.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica