Wikipedia:Autoverificati

Abbreviazioni
WP:AV

Gli utenti autoverificati sono utenti registrati che, avendo assegnato il diritto createpagemainns, possono creare pagine nel Namespace Principale e i cui contributi sono automaticamente verificati tramite la funzione autopatrol, ossia verificati senza necessità di un intervento da parte di altri utenti, e che possono verificare le modifiche degli altri utenti tramite la funzione patrol[1].

Ridurre il numero di contributi da sottoporre a verifica aumenta la probabilità di identificare le modifiche effettivamente dannose o improprie. L'autoverifica tuttavia non comporta una valutazione di merito, ma attesta solo la presumibile assenza di vandalismi o comunque di modifiche a vario titolo improprie. Pertanto un utente è adatto ad appartenere al gruppo degli autoverificati quando appare sufficientemente affidabile da rendere eccessiva la puntuale verifica di ogni sua modifica, e non necessariamente qualora la sua contribuzione sia esente da errori.

I rollbacker e gli amministratori dispongono automaticamente di tali funzioni.

Modalità di assegnazione e revocaModifica

AssegnazioneModifica

Può diventare autoverificato qualunque utente in possesso dei requisiti di voto sugli utenti, che abbia dimostrato di essere a piena conoscenza dei pilastri e delle linee guida di Wikipedia, e che non effettui da lungo tempo contributi impropri.

In presenza di tutti i requisiti suddetti, l'assegnazione è effettuata da un amministratore tramite la pagina Speciale:PermessiUtente e può avvenire:

  • A discrezione dell'amministratore, anche senza che sia preceduta da una candidatura formale.
  • Su proposta motivata di un utente registrato che abbia effettuato login, da farsi nell'apposita pagina di servizio. Non sono ammesse autocandidature. La proposta viene accettata o rifiutata da un amministratore, tenendo conto di eventuali pareri contrari. Non trattandosi di una votazione, eventuali espressioni di mero consenso non verranno tenute in conto e, al limite, annullate.

RevocaModifica

L'abilitazione non ha scadenza e non è soggetta a riconferme periodiche, ma viene revocata da un burocrate attraverso Speciale:PermessiUtente:

  1. in caso di abuso (ad esempio se si riscontrano vandalismi, modifiche improprie, inserimenti di testo o caricamenti di file protetti da copyright), il burocrate ne darà comunicazione all'interessato;
  2. a discrezione dei burocrati, su richiesta motivata dello stesso utente autoverificato, da farsi nell'apposita pagina di servizio;
  3. in caso di blocco su valutazione delle cause che hanno portato al blocco;
  4. se l'utente diventa amministratore o rollbacker (le abilitazioni sono da considerarsi ridondanti); in questo caso si procede con la revoca immediata (non è necessaria una proposta, ma può essere fatta se si nota che nessun burocrate abbia proceduto con la revoca).

Qualunque utente che ravvisi una delle condizioni suddette può proporre la revoca dello status di autoverificato (con motivazione e accompagnata da link circostanziati) nell'apposita pagina di servizio; la richiesta può essere commentata da altri utenti che possono fornire elementi utili alla valutazione, ma la decisione finale comunque spetta ad un burocrate che può revocare l'abilitazione o rifiutare la richiesta.

Lista degli utenti autoverificatiModifica

L'elenco aggiornato automaticamente degli utenti autoverificati, che attualmente sono 1 322, è disponibile nella pagina Speciale:Utenti/autopatrolled. Puoi verificare se un utente è o è stato autoverificato dai registri relativi ai permessi utente: troverai anche le date di assegnazione ed eventuale rimozione dello strumento, o di aggiunta di ulteriori permessi.

NoteModifica

  1. ^ Quest'ultima funzionalità fino al 31 agosto 2020 era disponibile anche per gli utenti autoconvalidati (vedi discussione e relativo task su phabricator).

Pagine correlateModifica

  Progetto Patrolling: collabora a Wikipedia sull'argomento Patrolling