Apri il menu principale

William FitzGerald, II duca di Leinster

politico e poeta irlandese
William FitzGerald, II duca di Leinster
Gilbert Stuart (1755-1829) - Portrait of William Robert Fitzgerald, 2nd Duke of Leinster.jpg
Ritratto di William FitzGerald, II duca di Leinster, di Gilbert Stuart.
Duca di Leinster
In carica 1773 –
1804
Predecessore James FitzGerald, I duca di Leinster
Successore Augustus FitzGerald, II duca di Leinster
Nome completo William Robert Fitzgerald
Nascita Londra, 13 marzo 1749
Morte Carton House, Dublino, 20 ottobre 1804
Dinastia FitzGerald
Padre James FitzGerald, I duca di Leinster
Madre Lady Emily Lennox
Consorte Lady Emilia Olivia St. George
Religione cattolicesimo

Lord William FitzGerald, II duca di Leinster (Londra, 13 marzo 1749Dublino, 20 ottobre 1804) è stato un politico e poeta irlandese.

Indice

BiografiaModifica

Apparteneva ad un'antica famiglia dell'alta nobiltà irlandese e possedeva il titolo ereditario di duca di Leinster, ereditato da suo padre, James FitzGerald, I duca di Leinster; la sua famiglia comunque possedeva origini antichissime e quasi mitologiche, essendo la dinastia dei FitzGerald discendente dagli antichi guerrieri celtici irlandesi del Munster e dai re gaelici Brian Boru e Dermot MacMurrough. Sua madre era Lady Emilia Mary Lennox, figlia di Charles Lennox, II duca di Richmond.

FitzGerald fu membro giovanissimo della Camera dei Comuni irlandese per il partito liberale, supportando il partito patriottico di Henry Grattan e fondò il Club Irlandese dei Whig, che risiedeva nel castello di FitzGerald presso Galway oppure a casa di Grattan a Dublino. FitzGerald fu uno dei più importanti sostenitori della causa irlandese cattolica, divenendo poi anche deputato alla Camera dei Comuni a Londra. Qui incominciò a comporre le sue prime poesie epiche in uno stato di completo abbandono politico, trovandosi irlandese, cattolico e liberale in una terra inglese e anglicana, ma riuscì a mettersi sotto la protezione di un importante politico Whig inglese, George Nugent-Temple-Greville, I marchese di Buckingham, che lo aiutò ad affermarsi come principale alfiere della causa irlandese al Parlamento di Londra.

Nel 1770 FitzGerald divenne Gran Maestro della Loggia massonica Irlandese e riuscì a far valere parte dei diritti irlandesi al Parlamento inglese, riuscendo a far fondare a Giorgio III l'Ordine di San Patrizio (del quale fu secondo insignito nella storia) in onore degli irlandesi. Inoltre FitzGerald fu fondatore dell'Accademia reale Irlandese di Dublino e investì i suoi grandi capitali alla costruzione del Canale Reale.

FitzGerald fu inoltre uno dei primi poeti irlandesi, pubblicando nel 1774 la sua prima raccolta di poesie in irlandese, molte delle quali sullo sfondo epico dell'Irlanda celtica; nel 1779 pubblicò anche un libro in inglese di carattere epico inneggiante alle antichità celtiche e medioevali irlandesi, intitolato "King Angus". Questo racconto epico riscosse molta popolarità sia tra il pubblico irlandese che tra quello inglese, e valse a FitzGerald l'Ordine del Bagno. FitzGerald fu inoltre un grande ricercatore della storia e della filologia irlandese e gaelica, pubblicando nel 1795 il libro "History and Philology of Irelandians and Gaelics".

MatrimonioModifica

 
Ritratto di Emilia Olivia, duchessa di Leinster, di Hugh Douglas Hamilton.

Sposò, il 7 novembre 1775, Lady Emilia Olivia di St. George (1753-23 giugno 1798), figlia di St. George Ussher St. George, I barone Saint Georg. Ebbero nove figli:

OnorificenzeModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN22002014 · ISNI (EN0000 0000 5088 7691 · LCCN (ENnr91045228
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie