Willie Mays

giocatore di baseball statunitense
Willie Mays
Willie Mays cropped.jpg
Mays nel 1961.
Nome Willie Howard Mays Jr.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte destro
Tira destro
Debutto in MLB 25 maggio 1951 con i New York Giants
Media battuta (AVG) .302
Fuoricampo (HR) 660
Punti battuti a casa (RBI) 1.903
Ruolo Esterno
Ritirato 1973
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1979)
Carriera
Squadre di club
1951-1952,
1954-1972
San Francisco Giants
1972-1973 New York Mets
Palmarès
World Series 1
MVP della National League 2
All-Star 24
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate all'11 ottobre 2015

Willie Howard Mays Jr., soprannominato The Say Hey Kid (Westfield, 6 maggio 1931), è un ex giocatore di baseball statunitense di ruolo esterno che ha giocato la maggior parte della carriera con i New York e San Francisco Giants nella Major League Baseball (MLB). È stato indotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1979, al suo primo anno di eleggibilità.

Indice

CarrieraModifica

Mays trascorse la maggior parte delle sue 22 stagioni in carriera con i Giants, prima di concludere con i New York Mets. Fu premiato per due volte come MVP della National League e condivide il record per il maggior numero di convocazioni all'All-Star Game (24) con Hank Aaron e Stan Musial.[1][2] Ted Williams disse: "Hanno inventato l'All-Star Game per Willie Mays."[3][4] La sua carriera si concluse con 660 fuoricampo, terzo di tutti i tempi al momento del ritiro e, al 2015, quinto. Condivide anche il primato di 12 vittorie del Guanto d'oro, a partire dal 1957, quando il premio fu introdotto.[5]

Considerato uno dei giocatori più completi della storia del baseball, nel 1999 Mays fu inserito da The Sporting News‍ al secondo posto nella classifica dei migliori cento giocatori di tutti i tempi.[6] Quell'anno fu inserito anche nella formazione del secolo della MLB.[7] Mays è uno dei cinque giocatori della National League ad avere disputato otto stagioni consecutive con cento punti battuti a casa, assieme a Mel Ott, Sammy Sosa, Chipper Jones e Albert Pujols. Superò i 50 home run nel 1955 e 1965, il più lungo intervallo della storia della Major League Baseball per stagioni con 50 o più fuoricampo. La sua ultima gara la disputò il 16 ottobre durante la terza partita delle World Series 1973.

PalmarèsModifica

ClubModifica

New York Giants: 1954

IndividualeModifica

1954, 1965
1954-1973
  • MVP dell'All-Star Game: 2
1963, 1968
1957–1968

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Sportsdata. Midsummer Classics: Celebrating MLB's All-Star Game. "there were two games a year from 1959 to 1962" ..."all players who were named to the AL or NL roster were credited one appearance per season." Consultato l'11 ottobre 2015 [1]
  2. ^ Baseball Almanac: Miscellaneous All-Star Game Records, All-Star Game Record Book, "Most Games Played", Aaron, Mays, Musial, 24. Consultato l'11 ottobre 2015. [2]
  3. ^ National Baseball Hall of Fame and Museum: The Hall of Famers
  4. ^ Willie's Time, di Charles Einstein.
  5. ^ MLB Awards | MLB.com: History
  6. ^ (EN) Baseball's 100 Greatest Players, baseball-almanac.com. URL consultato il 5 novembre 2015.
  7. ^ All-Century Team Information All Century Team , Baseball Almanac. URL consultato l'11 ottobre 2015.
  8. ^ President Obama Names Recipients of the Presidential Medal of Freedom, su The White House, 16 novembre 2015. URL consultato il 5 dicembre 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica