Wincent Weiss

cantante tedesco

Wincent Weiss (Bad Oldesloe, 21 gennaio 1993) è un cantante tedesco.

Wincent Weiss
Weiss in concerto al festival Glücksgefühle, 15 settembre 2023
NazionalitàBandiera della Germania Germania
GenerePop[1]
Periodo di attività musicale2013 – in attività
EtichettaVertigo Berlin, Universal
Album pubblicati5
Studio5
Sito ufficiale

Biografia

modifica

Nato a Bad Oldesloe,[2] è divenuto noto a livello nazionale in seguito alla sua partecipazione a Deutschland sucht den Superstar, la versione tedesca di Pop Idol,[3] dove tuttavia non ha ricevuto ottimi esiti.[4]

Ha visto la svolta commerciale nel 2015 grazie a Unter meiner Haut, una collaborazione con Gestört aber GeiL e Koby Funk, che ha scalato la Deutsche Singlechart fino al 6º posto, dove ha trascorso oltre un anno in classifica e ha ricevuto la certificazione di doppio platino con oltre 800 000 unità di vendita,[5] e al 25º nella Ö3 Austria Top 40.[6] Il suo primo album in studio Irgendwas gegen die Stille, pubblicato ad aprile 2017 attraverso la Vertigo Berlin,[7] è stato trainato dagli estratti Musik sein e Feuerwerk, entrambi certificati disco di platino dalla Bundesverband Musikindustrie e oro dalla IFPI Austria,[5][8] e Frische Luft. Al fine di promuovere il disco, che gli ha valso un MTV Europe Music Award come Miglior artista tedesco,[9] è stata avviata una tournée autunnale,[10] nonché un tour acustico che tenuto l'artista occupato nel febbraio 2018.[11]

Nel 2018 ha vinto il premio Echo al miglior esordiente nazionale,[12] mentre l'anno seguente è uscito l'album Irgendwie anders, che si è piazzato al 2º posto sia in Germania sia nella Schweizer Hitparade e all'8º in Austria.[13] L'album è stato successivamente certificato oro dalla BVMI per le oltre 100 000 unità equivalenti in suolo tedesco ed è stato promosso dal tour omonimo.[5][14]

L'anno seguente ha conseguito il ruolo di coach a The Voice Kids[15] e il 7 maggio 2021 è stato messo in commercio il terzo disco Vielleicht irgendwann,[16] che è divenuto il suo primo album numero uno in madrepatria e in territorio austriaco, conferendogli il suo miglior piazzamento in Svizzera e una statuetta nell'ambito del Goldene Henne.[17][18]

Discografia

modifica

Album in studio

modifica
  • 2017 – Irgendwas gegen die Stille
  • 2019 – Irgendwie anders
  • 2021 – Vielleicht irgendwann
  • 2023 – Irgendwo ankommen
  • 2023 – Wincents weiße Weihnachten

Singoli

modifica
  • 2015 – Regenbogen
  • 2016 – Musik sein
  • 2017 – Feuerwerk
  • 2017 – Frische Luft
  • 2018 – An Wunder
  • 2018 – Hier mit dir
  • 2019 – Einmal im Leben
  • 2019 – Kein Lied
  • 2020 – So gut (con gli Achtabahn)
  • 2021 – Was habt ihr gedacht
  • 2021 – Wie es mal war
  • 2021 – Wer wenn nicht wir
  • 2021 – Wo die Liebe hinfällt
  • 2021 – Winter
  • 2021 – Die guten Zeiten (con Johannes Oerding)
  • 2022 – Morgen
  • 2022 – Irgendwie auch nicht
  • 2022 – Auf den Grund
  • 2023 – Alleine bin
  • 2023 – Bleiben wir
  • 2023 – Spring (solo o con Fourty)

Collaborazioni

modifica
  • 2015 – Unter meiner Haut (Gestört aber GeiL e Koby Funk feat. Wincent Weiss)
  1. ^ (DE) Sänger Wincent Weiss über seine Depressionen: „Ich konnte nicht einmal mehr aufstehen“, su Berliner Kurier, 26 maggio 2021. URL consultato il 22 settembre 2021.
  2. ^ (DE) Wincent Weiss im Madame Tusseauds, su Lübecker Nachrichten, 23 luglio 2019. URL consultato il 22 settembre 2021.
  3. ^ (DE) DSDS 2013: Kandidat Wincent Weiß mit dem gewissen Etwas im Recall, su RTL Television, 24 marzo 2014. URL consultato il 22 settembre 2021.
  4. ^ (DE) Dierk Rohdenburg, Wincent Weiss tritt als Stargast in Wildeshausen auf, su Kreiszeitung, 9 marzo 2017. URL consultato il 22 settembre 2021.
  5. ^ a b c (DE) Wincent Weiss – Gold-/Platin-Datenbank, su musikindustrie.de, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 7 maggio 2023.
  6. ^ (NL) Gestört aber GeiL & Koby Funk feat. Wincent Weiss - Unter meiner Haut, su Ultratop. URL consultato il 22 settembre 2021.
  7. ^ (DE) Philipp Seitz, Wincent Weiss: „Die Familie erdet mich“, su Mittelbayerische Zeitung, 24 maggio 2017. URL consultato il 22 settembre 2021.
  8. ^ (DE) Wincent Weiss – Gold & Platin, su IFPI Austria. URL consultato il 22 settembre 2021.
  9. ^ (EN) Rhian Daly, Here's the full list of MTV EMA 2017 winners, su NME, 12 novembre 2017. URL consultato il 22 settembre 2021.
  10. ^ (DE) Melanie Gieselmann, Wincent Weiss im Ringlokschuppen: Mehr Publikumsnähe geht nicht, su nw.de, 9 novembre 2017. URL consultato il 22 settembre 2021.
  11. ^ (DE) Romantik pur: Wincent Weiss lädt euch zur "Irgendwas gegen die Stille" Akustik Tour 2018 ein, su Universal Music Germany, 27 novembre 2017. URL consultato il 22 settembre 2021.
  12. ^ (DE) Wolfgang Spahr, ECHO Awards 2018: Ed Sheeran and Luis Fonsi Win Big, But So Does 'Make a Holocaust Again' Rap Duo, su Billboard, 13 aprile 2018. URL consultato il 22 settembre 2021.
  13. ^ (NL) Wincent Weiss - Irgendwie anders, su Ultratop. URL consultato il 22 settembre 2021.
  14. ^ (DE) Vanessa Dietz, Warum Wincent Weiss beim Buga-Konzert bei allen gut ankam, su Rhein-Neckar-Zeitung, 29 luglio 2019. URL consultato il 22 settembre 2021.
  15. ^ (DE) Sat.1: „The Voice Kids“-Star Wincent Weiss macht Fans verrückt – „Nur noch 4 Tage“, su Westdeutsche Allgemeine Zeitung, 4 maggio 2021. URL consultato il 22 settembre 2021.
  16. ^ (DE) Mirco Leier, Wincent Weiss: Vielleicht Irgendwann, su Laut.de, 7 maggio 2021. URL consultato il 22 settembre 2021.
  17. ^ (NL) Wincent Weiss - Vielleicht irgendwann, su Ultratop. URL consultato il 22 settembre 2021.
  18. ^ (DE) DIE GOLDENE HENNE 2021: GEWINNER, GÄSTE UND EMOTIONALE MOMENTE, su Mitteldeutscher Rundfunk, 19 settembre 2021. URL consultato il 22 settembre 2021.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN5372147484337749360000 · ISNI (EN0000 0004 6638 5740 · GND (DE1114315915