Apri il menu principale
Wolke Hegenbarth nel 2014

Wolke Alma Hegenbarth (Meerbusch, 6 maggio 1980) è un'attrice tedesca, attiva principalmente in campo televisivo.

Sul piccolo schermo è apparsa in una trentina di differenti produzioni, a partire dalla fine degli anni novanta.[1] Il ruolo che le ha dato la popolarità è quello di Alexandra "Alex" Degenhardt nella serie televisiva Mein Leben & Ich (2001-2009)[2], ruolo che le ha valso vari riconoscimenti[1]; altri suoi ruoli principali sono quello di Isabelle "Bella" Meininger nel film TV Due valigie per un amore (2005)[3], quello di Jule Schmitt nella serie televisiva Hamburg Distretto 21 (Notruf Hafenkante, 2010-2111)[4] e quello di Kara Degen nella serie televisiva Alles Klara (2012-...)[5], ecc.

È parente del fumettista Johannes Hegenbarth, in arte Hannes Hegen (1925-2014), e del pittore Josef Hegenbarth (1884-1962).[6]

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

TeatroModifica

Premi e nomination (lista parziale)Modifica

  • 2002: Nomination al Premio Adolf Grimme per Mein Leben & Ich
  • 2004: Deutscher Comedypreis come miglior attrice in una commedia per Mein Leben & Ich
  • 2005: Nomination al Deutscher Comedypreis come miglior attrice in una commedia per Mein Leben & Ich
  • 2006: Nomination al Deutscher Comedypreis come miglior attrice in una commedia per Mein Leben & Ich
  Medaglia al Merito dell'Ordine al Merito di Germania
— 2011

Doppiatrici italianeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (DE) Wolke Hegenbarth, Agentur Crossover. URL consultato il 16 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2016).
  2. ^ (DE) Mein Leben & Ich - Infos zur TV-Serie, Fernsehserien.de. URL consultato il 9 giugno 2016.
  3. ^ Due valigie per un amore, MyMovies. URL consultato il 16 giugno 2016.
  4. ^ a b Hamburg Distretto 21, Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 16 giugno 2016.
  5. ^ (DE) Alles Klara - Infos zur TV-Serie, Fernsehserien.de. URL consultato il 16 giugno 2016.
  6. ^ (DE) Ausstellungen und Auktionen, Josef Hegenbarth.de. URL consultato il 16 giugno 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN10939092 · ISNI (EN0000 0000 1556 6681 · GND (DE129952788 · WorldCat Identities (EN10939092