Apri il menu principale
XXXTentacion
Jahseh Dwayne Onfroy XXXTX.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereHip hop[1]
Emo rap[2]
Lo-fi[3]
Periodo di attività musicale2013 – 2018
Strumentovoce, pianoforte, chitarra, batteria
EtichettaCaroline Records, Empire Distribution, Bad Vibes Forever
GruppiVery Rare, Members Only
Album pubblicati7
Studio4 (1 con i Members Only)
Sito ufficiale

XXXTentacion (IPA: ɛksˌɛksˌɛksˌtɛntəˈsjɒn), pseudonimo di Jahseh Dwayne Ricardo Onfroy (Plantation, 23 gennaio 1998Deerfield Beach, 16 giugno 2018), è stato un rapper e cantante statunitense.

Rapper controverso,[1] il suo successo in giovane età (la sua carriera iniziò all'età di 16 anni) è stato legato alla piattaforma online SoundCloud. Il suo album di debutto, 17, ha debuttato nella seconda posizione della Billboard 200,[4] raccogliendo diverse critiche positive volte al suo stile particolare e al suo stile musicale "diverso". Il suo secondo album in studio, ?, ha debuttato in vetta alla Billboard 200,[5] e i singoli SAD!, changes e Moonlight sono rientrati nelle prime venti posizioni della Billboard Hot 100. A seguito della sua morte, SAD! è salita dalla 52ª posizione alla prima, rendendo così Onfroy il primo artista ad avere un singolo postumo in cima alla classifica dopo The Notorius B.I.G. con Mo Money Mo Problems nel 1997.[6]

I suoi maggiori successi sono le canzoni Look at Me[1] (contenuta nel mixtape Revenge[7]), Jocelyn Flores (nell'album 17) e SAD! (nell'album ?). Incorporava diversi generi musicali distanti dall'hip hop nei suoi lavori, tra cui anche heavy metal[5] e punk rock.[1]

Indice

BiografiaModifica

Jahseh Onfroy nacque il 23 gennaio 1998 a Plantation, Florida, figlio di madre dominicana e padre giamaicano.[8] Aveva due fratellastri: una sorella, Ariana, e un fratello, Aiden.[9][10] Trascorse la sua infanzia principalmente a Lauderhill e Pompano Beach, allevato maggiormente dalla nonna materna[11] a causa delle crisi finanziarie della madre.[12] Ha spesso sostenuto di non aver vissuto in un ambiente sereno, arrivando, all'età di 6 anni, sul punto di pugnalare un uomo che stava maltrattando sua madre.[13] Fu indirizzato al mondo della musica dalla zia, che lo convinse ad iscriversi al coro scolastico (da cui venne cacciato, in seguito ad un litigio fisico con uno studente), quindi a un conservatorio.[14] Fu espulso anche dal coro della chiesa a causa di un attacco fisico ai danni di un altro studente. Fu poi espulso alle scuole medie a causa di una serie di alterazioni psicologiche.[15]

A segnare la vita di Onfroy fu la violenza: nel 2014 rimase per un anno in un penitenziario giovanile, dove conobbe Stokeley Clevon Goulbourne, ovvero il rapper Ski Mask the Slump God, con il quale collaborerà per la produzione di brani musicali una volta uscito di prigione.[16][17] Ricordando il suo periodo in detenzione, Onfroy ha dichiarato di essere stato rispettoso nei confronti delle guardie e di aver protetto delle persone dagli altri detenuti, compreso un suo compagno di cella omosessuale, il quale successivamente attaccherà poiché, disse Onfroy, "ero nudo e lui mi fissava il cazzo".[15][18]

Tra il 2014 ed il 2016, Onfroy lavorò per un call center, ma perse l'impiego a causa dei problemi con la legge.[19]

Prima della sua morte, era in una relazione con Jenesis Sanchez.[20] Tre giorni dopo la sua morte, Cleopatra annunciò che Sanchez era incinta, con in grembo il figlio di Onfroy.[21] Il bambino si è confermato essere maschio il 22 agosto 2018,[22] e la famiglia di Onfroy ha mantenuto il suo desiderio di chiamare il figlio "Gekyume",[23] un termine coniato da lui stesso, avente come significato "nuovo universo di pensiero".[24]Il bambino è nato il 26 gennaio 2019, e la notizia è stata diffusa sui profili Instagram di Onfroy e di sua madre, Cleopatra.[25]

CarrieraModifica

Gli inizi (2013-2017)Modifica

Ski Mask e Members OnlyModifica

 
Ski Mask the Slump God, rapper nonché amico di XXXTentacion, col quale si incontrò in carcere

L'inizio della carriera di XXXTentacion risale a giugno 2013, dopo la pubblicazione del primo brano intitolato News/Flock. Nel 2014, Onfroy viene segnato dalla prima detenzione in carcere e dall'incontro con il rapper Ski Mask the Slump God, col quale formerà il collettivo Very Rare.[26] Grazie al supporto di Goulbourne, Onfroy riuscirà a pubblicare il suo primo brano ufficiale intitolato Vice City nella piattaforma musicale SoundCloud,[27] dove si fa conoscere con quello che diventerà poi il suo appellativo d'arte. La parola "tentación" presente nel suo nome d'arte, è la traduzione in spagnolo di "tentazione".[28][29] Parlando della sua scelta di abbandonare la vita da criminale per la musica, Onfroy ha detto che sentiva come se la musica fosse uno sbocco migliore per i suoi sentimenti, e l'allora fidanzata Geneva Ayala lo ha aiutato a rendersene conto.[8] Inizialmente i giudizi del pubblico furono negativi, ma XXXTentacion ottenne comunque la fiducia dei Very Rare, che lo accolsero poco prima di sciogliersi: a ciò fece seguito la nascita dei Members Only, un collettivo musicale ideato proprio da Onfroy e Ski Mask, assieme con Craig Xen e Wifisfuneral.[30][31]

Tra il 2014 ed il 2016, XXXTentacion produrrà numerose raccolte musicali, tra cui gli EP Willy Wonka Was a Child Murderer e Members Only, Vol. 1 e il mixtape Members Only, Vol. 2.[27][32] Vanno segnalati i progetti, non molto apprezzati, The Fall, Ice Hotel e ItWasntEnough. Tali raccolte verranno sempre pubblicate su SoundCloud.

Il 31 dicembre 2015, Onfroy pubblica su SoundCloud il singolo Look at Me, brano che riscuote a tal punto successo da godere di una pubblicazione su iTunes in data 29 gennaio 2016.

La controversia con Drake ed il successo con Look at MeModifica

 
Foto segnaletica di XXXTentacion, utilizzata come copertina di Look at Me, risalente a ottobre 2016

Il 2017 è l'anno di svolta per la carriera di XXXTentacion. I primi mesi di tale anno vengono trascorsi da Onfroy in carcere, dove era stato rinchiuso in seguito a specifiche vicende giudiziarie: dopo essere stato rilasciato su cauzione nel luglio 2016 con le accuse di rapina a mano armata,[33][34] nell'ottobre 2016 il rapper viene incarcerato per aggressione e sequestro di persona ai danni della fidanzata Geneva Ayala, all'epoca incinta.[30]

Nel febbraio 2017, Onfroy accusa il rapper canadese Drake di plagio, nella fattispecie in riferimento al singolo di Drake intitolato KMT, che l'artista aveva fatto ascoltare in anteprima al pubblico di un suo concerto ad Amsterdam con il featuring di Giggs. Secondo Onfroy, infatti, il flow di KMT sarebbe pressoché identico a quello di Look at Me.[35] Di fronte alle accuse lanciategli da XXXTentacion e, soprattutto, dai fan di quest'ultimo, Drake nega il plagio della base di Look at Me,[36] e l'ascia di guerra si sotterra il 19 febbraio, quando XXXTentacion, dopo essere stato rilasciato, decide di chiudere la questione con la terza pubblicazione, la seconda su iTunes, di Look at Me, brano che rientra nella top 40 della Billboard Hot 100 (34ª posizione) e della Canadian Hot 100 (37ª posizione).[7] Il video musicale del brano verrà pubblicato il 12 settembre 2017, rivelandosi essere una "esca" per il pubblico: il video conteneva, oltre a Look at Me, la canzone Riot, pubblicata nel 2015.[37] Il video ha generato delle polemiche riguardanti una sua scena, dove si vede un bambino bianco impiccato e guardato da un bambino nero. Alcuni mesi dopo il video verrà rimosso,[38] per poi essere ripubblicato a seguito della morte di Onfroy.

Primi progetti solisti (2017)Modifica

Revenge e 17Modifica

Alla terza pubblicazione di Look at Me fanno seguito, nella primavera 2017, altri tre singoli di XXXTentacion, il quale annuncia, il 26 aprile 2017, un tour nazionale in collaborazione con Ski Mask ed il rapper Craig Xen, intitolato The Revenge Tour.[39] Il tour si interrompe bruscamente il 24 giugno, quando XXXTentacion decide di abbandonare il progetto a causa dell'omicidio di suo cugino. Il tour ottiene comunque particolare rinomanza, sfortunatamente per numerosi episodi discutibili: nel concerto di San Diego, il rapper viene mandato al tappeto dal rapper Rob Stone a causa di un pugno,[40] l'aggressione tramite pugnale ai danni di un fan,[41] e la rissa, che ha coinvolto lo stesso XXXTentacion e alcuni spettatori.[42]

Il 18 maggio viene pubblicato in download digitale il mixtape Revenge, contenente otto tracce, tra cui Look at Me, tramite l'etichetta Empire, album che raggiunge la 44ª posizione nella Billboard 200.[43] Il 26 giugno viene rilasciato il mixtape Members Only, Vol. 3.[44] Il 30 luglio 2017 arriva l'annuncio, mediante il social network Snapchat, della pubblicazione prossima, prevista per il 25 agosto, del primo album in studio del rapper di Plantation, intitolato 17.[45] Questo album riscuoterà grande successo, acquisendo il secondo posto nella Billboard 200, e il cavallo di battaglia è senza dubbio il brano Jocelyn Flores, che ha debuttato nella 31ª posizione della Billboard Hot 100, diventando il brano che ha raggiunto la posizione maggiore di Onfroy. Ha inoltre annunciato il rilascio di un mixtape (I Need Jesus)[46][47] e di un album (Bad Vibes).[48]

L'emergere nella scena musicaleModifica

Il 22 settembre, la cantante pop Noah Cyrus, figlia di Billy Ray Cyrus e sorella della rinomata Miley Cyrus, pubblica il brano Again, che vede il featuring di XXXTentacion, il quale si lancia in una strofa cantata e non rappata.[49] Il rapper di Plantation, inoltre, non fa la sua comparsa nel videoclip ufficiale del brano stesso. Il brano fu accolto in modo discreto, ma alla cantante di Nashville fu contestata la scelta di voler collaborare con un artista incriminato per violenze domestiche.[50]

Il 19 ottobre, Onfroy sigla un contratto da 6 milioni di dollari con la Caroline Records.[51] Il 27 ottobre, attraverso il social network Instagram, annuncia pubblicamente di voler rinunciare a produrre e comporre nuova musica temporaneamente.[52] Il 29 ottobre, il rapper, sempre attraverso il proprio profilo Instagram, annuncia di voler rimuovere da SoundCloud tutti i brani da lui pubblicati.[53] Il 30 ottobre, rivela di voler riprendere a produrre musica solamente in caso di riavvicinamento con Ski Mask the Slump God, artista amico di Onfroy ma dal quale si era allontanato da alcuni mesi.[54][55] Il 2 novembre, tuttavia, il rapper pubblica un estratto di un suo brano inedito su Instagram, che si rivela poi essere hate will never win.[56]

L'8 dicembre 2017 viene rilasciato in streaming e download digitale l'album 21XXX, apparentemente realizzato in collaborazione con il rapper di Atlanta 21 Savage. Tale disco si rivela essere tuttavia un falso, dal momento che consiste in una raccolta di brani realizzati in occasioni diverse da XXXTentacion e 21 Savage, spesso con artisti non accreditati.[57]

A Ghetto Christmas Carol e l'incarcerazioneModifica

L'11 dicembre 2017, il rapper rilascia su SoundCloud l'EP A Ghetto Christmas Carol, contenente cinque brani inediti (A Ghetto Christmas Carol, Hate Will Never Win, Up Like an Insomniac, Red Lights!, Indecision), prodotti tutti da Onfroy stesso e Ronny J.[58][59][60] La pubblicazione di tale EP viene anticipata dallo stesso Onfroy solamente poche ore prima dell'11 dicembre.

Il 15 dicembre Onfroy viene arrestato per intimidazione e molestie a danno di testimoni: in particolare, il rapper aveva minacciato nient'altri che Geneva Ayala, vittima degli abusi domestici di Onfroy, a pochi giorni dal processo.[61][62] Nonostante l'iniziale incarcerazione, della durata prevista sino al 23 gennaio 2018, il rapper viene condannato in seguito agli arresti domiciliari.

? (2018)Modifica

Il 29 dicembre 2017 rivela i titoli dei suoi prossimi progetti, ovvero tre album in studio: Skins, Bad Vibes Forever (già rivelato tempo addietro) e ?.[63] Non verrà alla luce, quindi, il progetto I Need Jesus, cui il rapper aveva fatto accenno agli albori del 2017.

Il 21 febbraio 2018 pubblica un singolo sulla piattaforma SoundCloud intitolato Hope, dedicato alle vittime nella sparatoria avvenuta in una scuola a Parkland, in Florida, accaduta poco prima.[64]

Onfroy iniziò ad usare il suo canale di musica "xxxtentacion" per pubblicare vlog e gameplay.[65] Successivamente pubblica il video "#THEHELPINGHANDCHALLENGE", dove si vede Onfroy donare strumenti musicali, videogiochi e altri doni ad una casa di affido familiare.[66]

Alla mezzanotte fra il 1° e il 2 marzo 2018 pubblica su Spotify, iTunes e YouTube due canzoni (SAD! e changes) estratte dall'album ?, di cui annuncia l'imminente pubblicazione.[67] Mentre nel primo dei due brani l'artista mantiene le tipiche sonorità trap (ma prediligendo già il canto all'auto-tune), in changes la base è completamente suonata da un pianoforte, ed il rapper si cimenta in sole parti cantate, segnando un notevole distacco rispetto al suo iniziale stile musicale, ora più disciolto, emotivo e meno aggressivo.[68] Il 12 marzo 2018 rilascia una foto su Instagram in cui mostra la tracklist ufficiale di ?, in cui figurano i singoli Hope, SAD! e changes oltre ad altre 15 tracce, di cui una introduttiva, sul modello di The Explanation (in 17).[69] L'album viene rilasciato alla mezzanotte del 16 marzo in streaming e download digitale, raggiungendo subito la cima delle classifiche di iTunes[70] e della Billboard 200.[5]

Dopo aver dichiarato, quando era ancora in vita, di aver realizzato dei video musicali per alcuni suoi singoli, il 29 giugno 2018, undici giorni dopo la morte dell'artista, sul suo canale YouTube è stato pubblicato il video ufficiale della canzone SAD!, che ha suscitato l'interesse del pubblico arrivando primo in tendenze globali.[71] Il video si propone in realtà come un cortometraggio, in cui il rapper assiste al suo stesso funerale.[72] Il 1º ottobre, invece, è la volta del video ufficiale di Moonlight, altro singolo contenuto in ?.[73]

SKINS (2019)

Skins, stilizzato graficamente come SKINS, è il terzo album in studio del rapper statunitense XXXTentacion, pubblicato postumo il 7 dicembre 2018[3] e distribuito dalla Bad Vibes Forever ed Empire Distribution. Anticipato dal singolo BAD!, pubblicato il 9 novembre 2018, Skins era uno dei progetti sul quale Onfroy stava lavorando prima della sua morte, ed è il suo primo album postumo.

L'unico featuring dell'album è Kanye West, nella traccia One minute;[4][5] XXXTentacion è anche previsto nell'album di West Yandhi.[6] È presente anche una collaborazione con Travis Barker, batterista del gruppo statunitense Blink-182, nella traccia One Minute.

Nonostante la critica negativa ricevuta dall'album, esso ha debuttato nella prima posizione della Billboard Hot 200.[7]

MorteModifica

 
Mausoleo di XXXTentacion, in Florida

Il 18 giugno 2018, Onfroy muore all'età di 20 anni in seguito ad una rapina. A Deerfield Beach, in Florida, mentre lasciava la concessionaria di motociclette Riva Motorsports, fu bloccato all'uscita del parcheggio da un SUV Dodge Journey nero approssimativamente alle 15:55 circa. Due uomini armati uscirono dal SUV e si avvicinarono al rapper mentre era seduto al posto di guida. Si verificò una breve colluttazione e gli uomini armati raggiunsero il veicolo di Onfroy, rubandogli una piccola borsa di Louis Vuitton e sparandogli addosso più volte. I rapinatori fuggirono dalla scena col loro SUV e Onfroy fu trasportato d'urgenza dai paramedici del vicino ospedale Broward Health North di Deerfield Beach, dove venne dichiarato morto.[74] La morte di Onfroy fu annunciata dall'ufficio dello sceriffo della contea di Broward alle 5:30 circa.[75][76] Il sospettato Dedrick Devonshay Williams di Pompano Beach fu arrestato due giorni dopo l'accaduto, poco prima delle 7 di sera. Tenuto nella prigione della Contea di Broward, Williams fu accusato di omicidio di primo grado senza premeditazione.[77] Nelle settimane successive all'evento, tre diverse persone sono state arrestate per le loro azioni coinvolte nell'evento, tra cui il secondo colpevole Michael Boatwright.[78]

Nel suo testamento, Onfroy nominò sua madre Cleopatra e il fratello Aiden come i soli e unici beneficiari della sua proprietà. Il futuro figlio di Onfroy, cui la sua ragazza era incinta al momento della morte, non fu nominato nel testamento poiché è stato scritto prima della gravidanza.[10]

FuneraleModifica

 
Placca della tomba di XXXTentacion

Un funerale a bara aperta si è tenuto il 27 giugno 2018 al BB&T Center, Sunrise, Florida, dove era concessa la presenza dei fan.[79][80] Il funerale privato si è svolto il giorno seguente e ha visto la partecipazione di rapper come Lil Uzi Vert, Lil Yachty e della la cantante Erykah Badu.[81] Onfroy è stato seppellito in un mausoleo al Gardens of Boca Raton Memorial Park, Boca Raton, Florida.[82][83][84]

Carriera postumaModifica

Primi singoli postumiModifica

Il 21 giugno 2018 viene pubblicato il primo singolo postumo di Onfroy, Ghost Busters, in collaborazione con Trippie Redd, Quavo e Ski Mask the Slump God, sul profilo Soundcloud di Redd.[85] Il blog e rivista di hip-hop XXL ha pubblicato una serie di freestyle inediti che Onfroy fece durante il Freshman cypher nel 2017.[86] Il rapper e produttore Ugly God ha pubblicato il 22 giugno 2018 una canzone chiamata Tear Drop sul suo profilo Soundcloud. Il singolo include dei freestyle performati da Onfroy durante il Freshman cypher, per rendergli omaggio. Il 17 agosto 2018, ILoveMakonnen, il produttore di Lil Peep, annuncia sui social un singolo che presenterà la collaborazione tra Onfroy e Lil Peep, anch'egli deceduto. Il brano, pubblicato il 19 settembre seguente[87], si intitola Falling Down e consiste in un riadattamento di Sunlight on Your Skin, singolo precedentemente pubblicato da Makonnen e Peep con l'aggiunta di alcuni versi di Onfroy, registrati da lui dopo la scomparsa di Peep.[88][89]

Il 27 settembre 2018, Kanye West annuncia che Onfroy sarà presente nel suo prossimo album in studio, Yandhi.[90] Il giorno successivo, viene pubblicato il dodicesimo album di Lil Wayne, Tha Carter V, e Onfroy compare nella traccia Don't Cry.[91] Il 25 ottobre 2018 viene pubblicato Arms Around You, singolo che vede la collaborazione di Lil Pump (che aveva anticipato il singolo pubblicando per breve tempo uno snippet il 1º agosto), Swae Lee e Maluma, con la produzione di Skrillex: la canzone ricalca lo stile di i don't even speak spanish lol, contenuta in ?.[92]

Il 14 dicembre 2018 compare nella colonna sonora del film Spider-Man - Un nuovo universo, insime a Lil Wayne e Ty Dolla Sign nell'undicesima traccia, Scared of the Dark.[93]

Il terzo album Skins e Members Only Vol. 4Modifica

Il 9 novembre 2018, tramite il profilo Instagram del rapper, viene annunciata l'uscita prossima di Skins, il secondo dei tre album inizialmente concepiti da XXXTentacion per il 2018.[94] Il primo singolo estratto, rilasciato su iTunes il 10 novembre, è BAD!, uno dei dieci brani che compongono l'album.[95]

Il 7 dicembre Skins viene rilasciato su Spotify e iTunes.[96] L'album prevede anche la partecipazione, alla traccia One Minute, di Kanye West. Recepito positivamente, l'album contiene tracce che spaziano tra diversi generi musicali, e ricalca lo stile adottato da Onfroy per ?.[97]

Il 9 gennaio 2019, il collettivo Members Only e le proprietà di Onfroy annunciarono online che il mixtape collaborativo Members Only, Vol. 4 sarebbe stato rilasciato il 23 gennaio 2019.[98] L'album contiene sei canzoni di Onfroy registrate con il gruppo prima di morire.

Stile e influenzeModifica

Lo stile rap di XXXTentacion si discosta dal tradizionale hip hop americano così come dall'astro nascente del trap, benché entrambi i generi esercitino grande influenza sul suo stile. Onfroy si è dimostrato un artista molto versatile,[99][100] prendendo spunto anche da generi musicali come l'heavy metal,[1] rap metal,[101][1] cloud rap,[102][103][2] rap rock,[104][105][106] indie rock,[107][108][109] e le classiche sonorità delle sue canzoni rimandano al lo-fi.[110] Il flow di XXXTentacion è caratterizzato dalla costante presenza di bassi distorti, senza dimenticare il beat grezzo e sporco.[111] Dalla seconda metà del 2017 fino al suo decesso nel giugno del 2018 fu conosciuto per le sonorità malinconiche e i testi trattanti temi come il suicidio, la depressione e la delusione amorosa,[112][113] spaziando sempre tra diversi generi, quali l'hip hop o il rock sperimentale.[114] Da prima trattò argomenti simili nelle sue tracce, ma non godettero di particolare fama. Fu uno dei principali esponenti dell'emo rap.[115][116] I beat appartenenti a questo genere presentavano quasi sempre un canto malinconico (cantato da Onfroy o meno) ripetuto in loop per tutta la durata della canzone.

In una diretta sul suo account Instagram ha indicato come suoi artisti preferiti Kurt Cobain[117] e soprattutto il cantante canadese The Weeknd, e ha aggiunto che il suo primo album Trilogy gli ha “salvato la vita” e che spera di poter collaborare con lui in futuro.[118]

Controversie e vita privataModifica

Procedimenti giudiziariModifica

 
Onfroy nel luglio 2016, a seguito del suo arresto per rapina a mano armata
 
Onfroy nell'agosto 2016

Nel 2014, Onfroy è stato mandato in un carcere minorile per un anno con l'accusa di possesso d'armi.[119][15] Secondo Onfroy, durante il suo periodo di detenzione, il procuratore distrettuale stava tentando di processarlo come un adulto per possesso di armi. Le accuse che Onfroy ha dichiarato avrebbero avuto una pena di 5-10 anni di prigione.[15]

Il 14 luglio 2016, Onfroy è stato arrestato e accusato di rapina e aggressione a mano armata.[33][120] Secondo il rapporto di arresto, Onfroy sarebbe entrato nella casa di Che Thomas con altre tre persone armate. Dopo aver picchiato Thomas tre volte con la pistola, Onfroy è fuggito dalla casa con un iPad, un iPhone, una PlayStation Portable e 20 dollari.[121] Onfroy fu arrestato originariamente ad Orlando, in Florida, fino a quando fu trasferito nella Contea di Orange, in Canada.[8]

Dopo aver depositato una cauzione da 10.000 dollari all'inizio di ottobre dello stesso anno,[122] in attesa di processo, il rapper è stato nuovamente arrestato a fine mese con l'accusa di arresto illegale, subornazione di testimoni e percosse aggravate di una vittima incinta.[123][124] Il 26 marzo 2017, Onfroy è stato rilasciato dalla prigione su cauzione,[125][126] mentre era accusato di rapina e aggressione a mano armata. Il suo processo per percosse aggravate di una vittima incinta è stato originariamente previsto per maggio 2017, tuttavia è stato respinto diverse volte e si sarebbe dovuto tenere il 5 ottobre 2017.[127]

Geneva Ayala e la testimonianza su PitchforkModifica

 
Onfroy nel dicembre 2016
 
Onfroy nel marzo 2017, a seguito di una rapina e aggressione a mano armata

L'8 settembre 2017 la webzine Pitchfork ha reso nota una testimonianza anonima di 142 pagine sui maltrattamenti subiti da Geneva Ayala da parte di XXXTentacion.[128] La testimonianza consisteva in una descrizione dettagliata dell'evolversi della relazione fra Onfroy e la Ayala, con i particolari sugli abusi da parte di lui ai danni di lei. A due settimane dall'inizio della loro relazione, iniziata subito con la convivenza nell'abitazione di Onfroy presso North Miami, Geneva Ayala fu schiaffeggiata da Onfroy, che ruppe anche il suo iPhone 6s, per aver rivolto dei complimenti a un amico per i suoi gioielli.[129] Il rapper di Plantation, inoltre, quello stesso giorno la minacciò di abusare di lei sessualmente tramite una forca da barbecue.[128] Dopo il loro trasferimento ad Orlando, nel luglio 2016, un altro episodio di violenza si è verificato in occasione di un concerto di XXXTentacion, al termine del quale la coppia stava rientrando in casa: Onfroy aveva sentito la Ayala canticchiare i versi di un collega di Onfroy stesso, ed, in uno scatto di gelosia irosa, la assalì picchiandola, facendola anche cadere a terra colpendole la caviglia.[130] Nell'ottobre 2016, XXXTentacion scoprì della gravidanza di Ayala, che lo aveva tradito durante una sua detenzione in carcere. Ayala venne picchiata, strangolata, rischiò di perdere l'occhio sinistro e fu minacciata di morte da Onfroy, che le intimò di continuare a vivere con lui fino a quando non avrebbe raggiunto una sufficiente stabilità economica per potersi trasferire. Ricorrendo al suo ex-fidanzato, Ayala riuscì infine a fuggire dall'abitazione di XXXTentacion.[131]

La complicata relazione con Ayala ha enormemente influenzato lo stile ed anche la vita di Onfroy, che parla della sua derivata instabilità psicologica nel suo primo album solista, 17. Numerose sono le canzoni che l'artista ha dedicato alla vicenda di Geneva, tra le quali Depression & Obsession, Dead Inside, Fuck Love, Carry On, Orlando e Ayala.

Dopo la pubblicazione della testimonianza sulle violenze di Onfroy, l'artista ha esortato i suoi fan a "non essere ciechi" tramite il suo profilo Instagram.[130] Se le accuse dovessero rivelarsi fondate, il rapper rischierebbe una detenzione di circa 15 anni.[132]

Il 15 dicembre 2017, Onfroy viene arrestato a Miami per aver violato la libertà vigilata che gli era stata comminata precedentemente: per decisione del giudice, inoltre, la detenzione è destinata a durare sino alla data del processo fissato per la vicenda di Geneva Ayala.[133] Il rapper statunitense si ritrova, inoltre, a rispondere di ulteriori sette capi d'accusa, tra cui intimidazione e molestia a danno dei testimoni.[134] In supporto di XXXTentacion è subito arrivato il collega Ugly God, il quale ha presto rivelato di aver ricevuto numerose minacce per il supporto fornito a Onfroy.[135] In caso di condanna, Onfroy rischierebbe come minimo "decenni di detenzione in carcere".[136] Di lì a pochi giorni, il rapper viene rilasciato su cauzione e posto in libertà vigilata, restando scagionato poi dai capi d'accusa che gli erano stati imputati.[137]

Tutte le accuse della Ayala caddero poco tempo dopo il decesso di Onfroy, il quale venne dichiarato innocente e il caso venne chiuso. Il 23 ottobre 2018, tuttavia, Pitchfork divulga una nota vocale della durata di 27 minuti, registrata dallo stesso XXXTentacion (già deceduto), nella quale il rapper confessa gli abusi domestici a danno della Ayala, minacciandola in terza persona di morte.[138] La nota audio, risalente all'8 ottobre 2016, testimonia anche altri crimini commessi da Onfroy, tra tutti un pugnalamento, poi rivelatisi incompleti e con lo scopo di diffondere disinformazione sul rapper ormai deceduto.[139]

DissingModifica

Le accuse di plagio a DrakeModifica

 
Drake durante un concerto nel 2017

Il 28 gennaio 2017, il rapper canadese Drake si esibì in un suo concerto ad Amsterdam, live caratterizzata dalla performance dell'artista di un nuovo brano, intitolato KMT, poi inserito nell'album More Life.[140] Tale canzone fece allarmare Onfroy, all'epoca detenuto in carcere, il quale sospettò che Drake gli avesse plagiato il flow del brano Look at Me: Drake rispose, attraverso un'intervista con DJ Semtex, sostenendo di non aver composto il proprio brano con l'intenzione di plagiare quello di XXXTentacion.[141] Successivamente, Onfroy, pur essendo in carcere, si fece intervistare da XXL Magazine, e diede la sua opinione sincera dei fatti, dopo aver parlato a lungo esclusivamente attraverso la piattaforma social Twitter:[142][143]

(EN)

«How do I feel about the whole Drake situation is if he used the flow, by all means… it’s whatever, it’s not that serious. But if Drake is gonna take the flow, and I don’t know if he legitimately did, but if that is the situation, at least reach out to a nigga, help a nigga out in this situation, and then if you want to run off with the flow, then run off with the flow, but I’m going through a lot right now, so it would have been nice if before that happened to me, for Drake to have reached out to me personally. He could have reached out to me personally and spoken to me and it definitely would have been more respectable. But he dropped that preview and it sounded a bit like “Look At Me” and he could be a huge, huge help in this situation to get me out of jail, because I’m facing life. So that’s just how I feel. If you’re gonna take the flow, reach out to me, help me out and then take the flow, because helping me out would have been more important. But if he took it, that's lit, it’s Drake. It doesn’t bother me as much as people think it does, but it’s lit at the end of the day because that’s a huge artist so it just gives me motivation to see how big I’m gonna be.»

(IT)

«Quello che penso riguardo alla situazione con Drake è che se ha usato il mio flow onestamente...poco importa, non è così grave. Se Drake ha intenzione di tenere questo flow, e non so se l'abbia fatto onestamente, se insomma le cose stanno così, avrebbe potuto almeno discutere con il suo collega (ovvero Onfroy), il che potrebbe aiutare il suo collega in queste circostanze, e se vuole proprio tenere il flow, che lo tenga; ora però sto vivendo un periodo difficile, quindi sarebbe stato apprezzabile se Drake me ne avesse parlato, prima che succedesse. Poteva contattarmi e discuterne con me, e sarebbe stato sicuramente più rispettoso. Ma ha deciso di far ascoltare in anticipo quel pezzo, che assomigliava a Look at Me, ed avrebbe potuto aiutarmi enormemente ad uscire dal carcere, perché qui io sto affrontando la vita. È così che mi sento. Se vuoi tenere il flow, contattami, aiutami, e poi tieniti il pezzo, perché a dire il vero darmi una mano sarebbe stato più importante. Ma se ha preso veramente quella base...poco importa, è Drake. Non mi dà così fastidio come molte persone pensano, alla fine dei conti è figo perché è un grande artista e mi dà la spinta per diventare un artista sempre più grande»

Drake, tuttavia, decise comunque di pubblicare il brano KMT come parte di More Life, scatenando le ire di Onfroy, dei suoi colleghi, e dei fan di costoro. Nel programma radiofonico di Miami 103.5 The Beat, il rapper di Plantation, rilasciato di prigione il 30 marzo,[144] si espresse così in merito a tale vicenda:[145]

(EN)

«He is not a man, I think he’s a bitch. That’s a bitch move, especially when I was in jail facing life. If Drake would’ve came to my bond hearing, that would’ve made my fucking day. If he would have showed that he’s a hospitable person [...] rather than… taking my shit, running off with it, and then taking it on his album, then he would’ve [...] gotten my respect. I would’ve let him hop on the remix and take 100 percent royalty rate. I would’ve done it»

(IT)

«Lui non è un uomo, penso sia un codardo. È stata una mossa infame, soprattutto perché ero in prigione ad affrontare una vita difficile. Se fosse venuto da me ad ascoltarmi, mi avrebbe fatto sentire meglio. Se mi avesse dimostrato che è una persona comprensibile [...] piuttosto che... rubarmi il pezzo, appropriarsene e poi pubblicarlo nel suo album, [...] avrebbe ottenuto il mio rispetto. Gli avrei lasciato fare il remix e tenersi il 100% dei guadagni. L'avrei fatto»

Successivamente, XXXTentacion cominciò a bersagliare Drake con molteplici provocazioni, soprattutto sui social network Instagram, dove ha pubblicato sulla propria pagina una foto d'infanzia di Drake con la madre ed il padre, la cui faccia è stata ritoccata con il volto di Onfroy stesso, e Twitter.[146] In difesa di Drake intervennero altri importanti artisti della scena rap statunitense, come Offset del trio Migos,[147] e 600Breezy.[148] La tensione parve apparentemente riaccendersi quando Drake mise un like su un post di Instagram, dove si mostrava l'atterramento di XXXTentacion da parte del rapper Rob Stone.[149]

L'aggressione di Rob Stone a San DiegoModifica

 
Il rapper californiano Rob Stone nel 2016

Il 9 aprile 2017 Ski Mask the Slump God si trovava all'Observatory North Park di San Diego, dove si stava tenendo un concerto del rapper newyorkese Desiigner, tappa del suo Outlet Tour. All'inizio della sua stessa performance, Ski Mask fu cacciato temporaneamente dal palco ad opera dell'entourage del rapper Rob Stone, il quale si sarebbe dovuto esibire subito dopo Ski Mask.[150] A far polemica fu Onfroy, amico di Ski Mask, che intimò via Twitter a Stone di non mettere le mani addosso a Ski Mask.[151] Il giorno seguente, Ski Mask fu assalito da due individui, secondo lui membri dell'entourage di Stone, durante la sua esibizione al Fonda Theatre di Los Angeles, altra tappa del tour di Desiigner.[152]

L'11 aprile, sia Rob Stone sia Ski Mask furono intervistati separatamente per la rivista XXL Magazine, per dare la propria versione dei fatti riguardo ai recenti avvenimenti. Rob Stone si dichiarò colpevole del gesto compiuto a Los Angeles, sostenendo si trattasse di una vendetta per tre torti subiti: uno a Seattle, dove Ski Mask aveva interrotto l'esibizione di Rob Stone in Chill Bill per interagire con i fan, quello di San Diego (secondo Stone, Ski Mask si era rifiutato di posporre la propria esibizione in favore di un anticipo di quella di Rob Stone per motivi di tempistica), e quello di Los Angeles: prima dell'esibizione, infatti, Stone aveva chiesto a Ski Mask di poter risolvere gli attriti nel backstage, ma il rapper, pur avendo acconsentito, aveva deciso di non presentarsi.[153] Ski Mask, invece, sostenne che Desiigner volesse che il rapper sostituisse completamente Rob Stone, che Desiigner stesso aveva intenzione di licenziare dal tour per 75.000 dollari, cosa che aveva innescato le ire dello stesso Stone, che avrebbe prima impedito a Ski Mask di informare, durante la live di San Diego, che non si sarebbe più esibito, poi aggredito lo stesso rapper al concerto di Los Angeles.[151]

Il 1º maggio 2017, sul profilo Twitter di Rob Stone, che si sarebbe dovuto esibire al Rolling Loud Festival di Miami tra il 5 ed il 7 maggio, comparvero due post:

(EN)

«They paid me in full in advance not to show up at the festival. The promoter is their boy. They're all pussies. Whatever tho, see ya in CA»

(IT)

«Mi hanno anticipato l'intero pagamento per non farmi vedere al festival. L'organizzatore è un loro amico. Sono dei pezzenti. Ad ogni modo, ci vediamo in California»

(EN)

«So y'all know what the deal really is. I was flying in on a private jet cashed as fuck lol they paid me not to go for "safety & security.»

(IT)

«Beh, sapete tutti cosa sta veramente succedendo. Sto volando in un dannato jet privato, mi hanno pagato per non presentarmi, per motivi di "sicurezza"»

Rob Stone si riferiva, nello specifico, alla cancellazione della sua esibizione allo stesso Rolling Loud Festival.[154] Secondo il rapper, tale fatto sarebbe accaduto per volere di XXXTentacion, anch'egli invitato al festival, come artisti quali Lil Wayne, Travis Scott e Lil Pump, che avrebbe premuto anche per la sostituzione di Rob Stone con nientemeno che Ski Mask.[155]

Il 7 giugno 2017, XXXTentacion fu aggredito da Rob Stone proprio nel corso della tappa all'Observatory di San Diego, mentre il rapper si esibiva in Revenge, inedito dell'album ancora non pubblicato 17.[40] XXXTentacion svenne sul colpo. Il 9 giugno, infine, Rob Stone pubblicò su SoundCloud il brano Xxxtracredit, pezzo di dissing contro Ski Mask e Onfroy:[156][157]

(EN)

«Ski Mask you actin' like you wasn't on tour jealous of me / Flexin' on me, I told you don't test me homie / [...] / Okay now let me get this, why you beat a pregnant woman? / [...] / And second off you actin' soft depressed lil' homie / And you put my number out / Now that's some shit a groupie hoe would do»

(IT)

«Ski Mask, ti comporti come se nel tour non fossi invidioso di me / Non fare il pavone, ti ho detto di non mettermi alla prova / [...] / Okay, ora spiegami, perché hai picchiato una donna incinta? / [...] / E poi ti comporti come se fossi un po' depresso, amico / Ed hai addirittura dato il mio numero in giro / Dai, è qualcosa che solo delle puttane farebbero»

L'aggressione a Los Angeles ed il coinvolgimento dei MigosModifica

 
I Migos durante un concerto al Veld festival nell'agosto 2017

Il 13 novembre 2017, XXXTentacion, il quale si trovava davanti all'hotel di Los Angeles, presso il quale alloggiava, in compagnia della sua fidanzata e di un loro amico, viene assalito dal gruppo di rapper statunitense Migos, venendo pestato a sangue contemporaneamente dai tre membri del gruppo stesso, che vennero poi accusati di aver puntato una pistola sulla tempia di Onfroy, senza tuttavia premere il grilletto.[158] Tale fatto viene denunciato dallo stesso XXXTentacion, il quale pubblica sul proprio account Instagram video e foto sulle sue condizioni fisiche, oltre a due filmati ripresi da lui stesso mentre rincorre il rapper Takeoff e dalle telecamere di sicurezza dell'hotel.[159]

La causa di tale rissa sarebbe stata da ricercarsi nel dissidio che vi era stato nella prima porzione di 2017 tra Onfroy ed il canadese Drake (vedi sopra): in favore di quest'ultimo, nel diverbio circa i diritti d'auto del brano KMT ed il plagio di Look at Me, era intervenuto proprio Offset, il quale si sarebbe poi ritrovato coinvolto in veste di aggressore nella rissa ai danni di Onfroy. Il rapper di Plantation, in risposta all'aggressione, dopo aver reagito con la violenza, reagì con delle frasi provocatorie nei confronti di Offset circa la rapper statunitense Cardi B, fidanzata dello stesso componente dei Migos.[160]

Poco dopo il fatto, tuttavia, sotto un post Instagram di Takeoff viene pubblicato un commento di XXXTentacion di scuse, in riferimento alle accuse di averlo assalito: viene poi rivelato che Onfroy era stato aggredito da due individui non bene identificati, non corrispondenti tuttavia né a Takeoff né a Offset.[161]

La controversia con la Caroline RecordsModifica

Il 19 ottobre 2017, attraverso il proprio profilo Instagram, XXXTentacion annuncia la firma di un contratto con Caroline Records, sottogruppo della Capitol Records, a sua volta componente della Universal Music Group.[162] Il contratto che lo avrebbe legato all'etichetta discografica aveva un valore di 6 milioni di dollari.[51][163]

Il 26 ottobre seguente, il rapper di Plantation rivela pubblicamente di aver rotto l'accordo contrattuale con il gruppo Caroline[164], anche se, stando ad altre fonti, il contratto non sarebbe stato realmente rotto.[165] Possibilmente, tale accordo sarebbe stato minato proprio dall'incertezza della Caroline nell'accettare un artista già incriminato per crimini domestici: poco prima, infatti, negli USA era scoppiato lo scandalo di molestie sessuali da parte di Harvey Weinstein, e la casa discografica stava compiendo passi indietro nel trovare un accordo contrattuale con il rapper.[166] Il riferimento è chiaramente al dossier pubblicato da Pitchfork sugli abusi domestici di Onfroy ai danni della Ayala. In seguito, tuttavia, arriva la notizia da parte dello staff di Onfroy che conferma la conservata validità del contratto con la Caroline.[167]

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

MixtapeModifica

EPModifica

SingoliModifica

RiconoscimentiModifica

  • 2018 - BET Hip Hop Awards
    • Miglior Nuovo Artista Hip Hop[170]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f (EN) Biography, su allmusic.com. URL consultato il e ancora vivo settembre 2018.
  2. ^ a b (EN) XXXTENTACION, su rateyourmusic.com. URL consultato il 7 agosto 2018.
  3. ^ XXXTentacion resterà la voce di una generazione, su noisey.vice.com, 19 giugno 2018. URL consultato il 7 agosto 2018.
  4. ^ (EN) Lil Uzi Vert's 'Luv Is Rage 2' Debuts at No. 1 on Billboard 200 Albums Chart, su billboard, 3 settembre 2017. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  5. ^ a b c (EN) Keith Caulfield, XXXTentacion's '?' Debuts at No. 1 on Billboard 200 Albums Chart, su billboard, 25 marzo 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  6. ^ (EN) Gary Trust, XXXTentacion's 'Sad!' Vaults From No. 52 to No. 1 on Billboard Hot 100 Following Rapper/Singer's Death, su billboard, 25 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  7. ^ a b (EN) XXXTentacion's Song 'Look at Me' Debuts on Billboard Hot 100 Chart - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 18 agosto 2017.
  8. ^ a b c   The Mars Files (EP. 25) XXXTENTACION, su YouTube.
  9. ^ (EN) Anna Hopkins, XXXTentacion’s Sister Thinks His Murder Was an Inside Job, su XXL, 17 settembre 2018. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  10. ^ a b (EN) Kai Miller, XXXTentacion Leaves Everything to His Mother and Brother in Will, su XXL, 29 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  11. ^ (EN) Tarpley Hitt, The Real Story of South Florida Rapper XXXTentacion, su miaminewtimes.com, 5 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  12. ^ (EN) Corinna Burford, The Complete History of XXXTentacion’s Controversial Career, su vulture.com, 19 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  13. ^ (EN) Corinna Burford, The Complete History (So Far) of XXXTentacion’s Controversial Career, in Vulture. URL consultato il 29 ottobre 2017.
  14. ^ (EN) Who is XXXTentacion? Everything You Need to Know. URL consultato il 18 agosto 2017.
  15. ^ a b c d   The XXXTentacion No JumperInterview, su YouTube.
  16. ^ XXXTENTACION | Biography & History | AllMusic, su AllMusic. URL consultato il 18 agosto 2017.
  17. ^   Ski Mask The Slump God Talks Meeting xxxTENTACION in Jail, su YouTube.
  18. ^ (EN) Diamond Alexis, The Internet Is Outraged Over New Interview Exposing This Rapper's Horrific History Of Abuse, su bet.com, 6 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  19. ^   XXXTentacion Calls Out Drake In His First Interview After Jail!, su YouTube.
  20. ^ (EN) Aron A., XXXTENTACION's Unborn Child's Mother's Identity Revealed In Murder Case, su hotnewhiphop.com, 3 dicembre 2018. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  21. ^ (EN) Kairi coe, XXXTentacion’s Mother Reveals Slain Rapper Has a Child on the Way With His Girlfriend, su XXL, 21 giugno 2018. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  22. ^ (EN) XXXTentacion's Mother Reveals His Girlfriend Is Having a Baby Boy, su billboard, 23 agosto 2018. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  23. ^ (EN) Kyle Eustice, XXXTENTACION's Mother Unveils His Unborn Baby's Name, su hiphopdx.com, 25 novembre 2018. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  24. ^ (EN) C. Vernon Coleman II, XXXTentacion’s Mother Shares Name of Rapper’s Unborn Son, su XXL, 25 novembre 2018. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  25. ^ (EN) Peter A. Berry, XXXTentacion’s Son Gekyume Onfroy Is Born, su XXL, 26 gennaio 2019. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  26. ^ (EN) Stokeley Goulbourne Mugshot, su florida.arrests.org. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  27. ^ a b Chi è XXXTentacion?, in Red Bull. URL consultato il 18 agosto 2017.
  28. ^ (EN) Chart-topping rapper XXXTentacion is shot dead at 20, after a fast and violent rise to fame, su scmp.com, 19 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  29. ^ (EN) Jack Hamilton, XXXTentacion’s Death Deserves More Than Indifference, su slate.com, 19 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  30. ^ a b Le cattive vibrazioni di XXXTentacion, dal rilascio al periodo sabbatico, in lavocedinewyork.com. URL consultato il 18 agosto 2017.
  31. ^ (EN) XXXTENTACION & Ski Mask the Slump God Share New Project, 'Members Only Vol. 3', in HYPEBEAST. URL consultato il 22 agosto 2017.
  32. ^ (EN) xxxtentacion – Willy Wonka Was an Child Murderer [EP], su dailychiefers.com, 28 aprile 2016. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  33. ^ a b (EN) XXXTentacion Is Blowing Up Behind Bars. Should He Be?, su Pitchfork, 7 febbraio 2017. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  34. ^ (EN) Jahseh Onfroy mugshot, su mugshots.com. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  35. ^ (EN) XXXTENTACION Claims Drake Stole His Flow On Latest Song | StereoDay, su stereoday.com. URL consultato il 18 agosto 2017.
  36. ^ (EN) XXXTentacion Responds to Drake Denying He Bit the Flow From 'Look At Me' - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 18 agosto 2017.
  37. ^ (EN) Video: XXXTentacion – ‘Look at Me!’, su rap-up.com, 12 settembre 2017. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  38. ^ (EN) Guy Birchall, Rapper XXXTentacion sparks outrage with music video showing him HANGING a white child, su thesun.co.uk, 13 settembre 2017. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  39. ^ (EN) XXXTentacion Announces The Revenge Tour With Ski Mask The Slump God and Craig Xen - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 18 agosto 2017.
  40. ^ a b (EN) Shocking moment rapper is KNOCKED OUT with punch on stage at concert, in Mail Online. URL consultato il 18 agosto 2017.
  41. ^ (EN) XXXTentacion's Lack Of Empathy For The Fan Stabbed At His Show Is Cold, in UPROXX, 9 giugno 2017. URL consultato il 18 agosto 2017.
  42. ^ (EN) XXXTentacion Punches Fan in Alleged Self-Defense at Show - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 18 agosto 2017.
  43. ^ E’ uscito il mixtape di XXXtentacion: “Revenge”, su RapBurger, 17 maggio 2017. URL consultato il 18 agosto 2017.
  44. ^ (EN) Listen to ‘Members Only Vol. 3’ Featuring XXXTentacion and Ski Mask The Slump God - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 18 agosto 2017.
  45. ^ (EN) XXXTentacion Announces Release Date for '17' Album - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 18 agosto 2017.
  46. ^ (EN) Max Weinstein, XXXTentacion Released From Jail, su XXL, 29 marzo 2017. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  47. ^ (EN) Justin Ivey, Here’s What XXXTentacion Plans to Do Now That He’s Free From Jail, su XXL, 29 marzo 2017. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  48. ^ (EN) Sidney Madden, XXXTentacion’s Debut Project ‘Bad Vibes’ to Be Released This Spring, su XXL, 2 marzo 2017. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  49. ^ (EN) How Did This Noah Cyrus/XXXTentacion Song Happen?, su Complex. URL consultato il 2 novembre 2017.
  50. ^ (EN) Miley Cyrus' Little Sister Noah Cyrus Collaborating With XXXtentacion, in UPROXX, 22 settembre 2017. URL consultato il 2 novembre 2017.
  51. ^ a b (EN) XXXTentacion's Reported $6 Million Deal Is a Test For the Music Industry, in Spin, 20 ottobre 2017. URL consultato il 2 novembre 2017.
  52. ^ (EN) XXXTentacion Appears to Quit Making Music - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 29 ottobre 2017.
  53. ^ (EN) Xxxtentacion - Deleting All of My Songs on Sound Cloud Download Them While You Can, su me.me. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  54. ^ (EN) XXXTentacion Will Make Music If Ski Mask the Slump God Is His Friend Again, in HotNewHipHop. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  55. ^ (EN) XXXTentacion Vows to Make Music If Ski Mask the Slump God Is His Friend Again, su Complex. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  56. ^ (EN) XXXTentacion Previews New Music On IG, in HotNewHipHop. URL consultato il 2 novembre 2017.
  57. ^ (EN) Is a 21 Savage X XXXTENTACION Mixtape happening?, su Genius. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  58. ^ (EN) XXXTentacion Releases 'A Ghetto Christmas Carol' EP, su Complex. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  59. ^ (EN) XXXTentacion Drops Off "A Ghetto Christmas Carol", in HotNewHipHop. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  60. ^ (FR) Booska-p, XXXTentacion, un EP inédit juste avant la prison ?. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  61. ^ (EN) XXXTentacion Arrested Slapped With Seven New Felony Charges, in Dancehall HipHop, 15 dicembre 2017. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  62. ^ (EN) XXXTentacion Jailed On New Charges, Could Face Decades In Prison, in Stereogum, 15 dicembre 2017. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  63. ^ (EN) XXXTentacion shares the titles of his new albums - XXL Mag, su xxlmag.com. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  64. ^ (EN) Anna Hopkins, XXXTentacion Drops New Song “Hope” Dedicated to Florida School Shooting Victims, su XXL, 21 febbraio 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  65. ^ (EN) Nick Mojica, Here’s the First Look at XXXTentacion’s New YouTube Gaming Channel, su XXL, 11 gennaio 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  66. ^ (EN) Matt F., Twitter Reacts To XXXTentacion Giving Out PS4's, Toys At Foster Homes, su hotnewhiphop.com, 13 gennaio 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  67. ^ (EN) XXXTentacion Shares Two New Songs Sad! and Changes - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 2 marzo 2018.
  68. ^ (EN) XXXTentacion Channels His Emotions On "Changes", in HotNewHipHop. URL consultato il 2 marzo 2018.
  69. ^ (EN) XXXTentacion Shares the Tracklist for His Forthcoming Album ‘?’ - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 16 marzo 2018.
  70. ^ (EN) Stream XXXTentacion's New Album '?', in Billboard. URL consultato il 16 marzo 2018.
  71. ^ (EN) XXXTentacion’s “SAD!” Music Video Released | Pitchfork, su pitchfork.com. URL consultato il 7 novembre 2018.
  72. ^ (EN) XXXTentacion's Music Video for 'SAD!' Released One Day After Fans Gathered at Memorial Service, in PEOPLE.com. URL consultato il 7 novembre 2018.
  73. ^ (EN) XXXtentacion’s Moonlight video released three months after his death, in Mail Online. URL consultato il 7 novembre 2018.
  74. ^ (EN) Deadly ambush of XXXTentacion detailed in new court papers - Sun Sentinel, su web.archive.org, 1º luglio 2018. URL consultato il 18 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2018).
  75. ^ (EN) Amir Vera CNN, Rapper XXXTentacion shot dead in Florida, police say, su CNN. URL consultato il 18 marzo 2019.
  76. ^ Gianni Santoro, Morto il rapper XXXTentacion: ucciso in Florida da colpi d'arma da fuoco, su repubblica.it, 19 giugno 2018.
  77. ^ (EN) Suspect arrested in rapper XXXTentacion's shooting death | abc7news.com, su web.archive.org, 21 giugno 2018. URL consultato il 18 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2018).
  78. ^ (EN) Grand Jury Indicts 4 Men in XXXTentacion Murder, su TMZ. URL consultato il 18 marzo 2019.
  79. ^ (EN) Halle Kiefer, XXXTentacion Fans Invited to Open Casket Memorial at Florida Panthers Stadium, su vulture.com, 24 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  80. ^ (EN) XXXTentacion fans queue to pay respects at Florida service, su BBC News, 28 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  81. ^ (EN) Mike Vulpo, XXXTentacion Laid to Rest in Private Funeral After Shooting, su E! News, 28 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  82. ^ (EN) Gary Trock, XXXTentacion Private Funeral Featured Police Protection, su The Blast, 2 luglio 2018. URL consultato il 18 marzo 2019.
  83. ^ (EN) XXXTentacion's mausoleum gravesite revealed in Instagram photo by his mother - Sun Sentinel, su web.archive.org, 1º luglio 2018. URL consultato il 18 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2018).
  84. ^ (EN) XXXTentacion Mom Reveals Mausoleum At Burial Site, su TMZ.com, 30 giugno 2018. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  85. ^ (EN) Trippie Redd Releases "Ghost Busters" With XXXTentacion, Quavo, & Ski Mask The Slump God, in HotNewHipHop. URL consultato il 6 luglio 2018.
  86. ^ (EN) Unreleased Outtakes From XXXTentacion's 2017 XXL Freshman Cypher - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 6 luglio 2018.
  87. ^ (EN) Trace William Cowen, Lil Peep and XXXTentacion Collab "Falling Down" Released, su complex.com. URL consultato il 19 settembre 2018.
  88. ^ (EN) Michael Saponara, XXXTentacion and Lil Peep Posthumously Connect On New Song 'Falling Down', su billboard.com. URL consultato il 19 settembre 2018.
  89. ^ (EN) LIL PEEP AND XXXTENTACION “FALLING DOWN” PREVIEW: LISTEN TO SNIPPET OF POSTHUMOUS RELEASE, su xxlmag.com. URL consultato il 19 settembre 2018.
  90. ^ (EN) Shannon Barbour, Kanye West Revealed More Details on His New Album Featuring Tekashi 6ix9ine and XXXTentacion, su Cosmopolitan, 28 settembre 2018. URL consultato il 30 settembre 2018.
  91. ^ È uscito "Tha Carter V" di Lil Wayne, su Billboard, 28 settembre 2018. URL consultato il 30 settembre 2018.
  92. ^ (EN) XXXTentacion & Lil Pump Connect With Maluma & Swae Lee For New Song 'Arms Around You': Listen, in Billboard. URL consultato il 7 novembre 2018.
  93. ^ (EN) Spider-Man: Into the Spider-Verse (Soundtrack From & Inspired by the Motion Picture), su iTunes. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  94. ^ (EN) XXXTentacion New Album Skins Announced | Pitchfork, su pitchfork.com. URL consultato il 9 novembre 2018.
  95. ^ Rockol.com s.r.l., √ XXXTentacion, a dicembre l’album postumo ‘Skins’: domani la prima anticipazione, in Rockol. URL consultato il 9 novembre 2018.
  96. ^ (EN) C. Vernon Coleman IIDecember 7, 2018, XXXTentacion 'Skins' Album - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  97. ^ (EN) Alexis Petridis, XXXTentacion: Skins review – a toxic legacy, in The Guardian, 7 dicembre 2018. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  98. ^ (EN) XXXTentacion's Group to Drop New Music With Rapper This Month - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  99. ^ XXXTentacion, su Rolling Stone. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  100. ^ F.2., XXXTentacion, ucciso con un colpo di pistola il famoso rapper: aveva 20 anni, su ilfattoquotidiano.it, 19 giugno 2018. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  101. ^ Pasquale Malatesta, Stati Uniti. Il rapper XXXTentacion morto in seguito a una sparatoria, su v-news.it, 19 giugno 2018. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  102. ^ (EN) Eddy Lawrence, Whatever happened to hip-hop sub-genre cloud rap?, su Red Bull, 9 aprile 2018. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  103. ^ (EN) Simeon Daferede, Hip-Hop Fans, It’s Time to Take Some Responsibility…, su thefourpointseven.com, 23 novembre 2017. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  104. ^ (EN) Jon Caramanica, Two SoundCloud Rap Outlaws Push Boundaries From the Fringes, su The New York Times, 21 marzo 2018. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  105. ^ (EN) Meaghan Garvey, XXXTentacion - 17, su Pitchfork, 31 agosto 2017. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  106. ^ È stato ucciso XXXTentacion, famoso rapper di 20 anni, su il Post, 19 giugno 2018. URL consultato il 7 agosto 2018.
  107. ^ (EN) Jon Caramanica, XXXTentacion Left Splinters Amid the Wreckage on ‘Skins’, su The New York Times, 10 dicembre 2018.
  108. ^ (EN) Christopher R. Weingarten, We’ve Only Begun to Understand XXXTentacion’s Musical Legacy, su Rolling Stone, 19 giugno 2018. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  109. ^ Christopher R. Weingarten, Rolling Stone, 19 giugno 2018, https://www.rollingstone.com/music/music-news/weve-only-begun-to-understand-xxxtentacions-musical-legacy-665891/. URL consultato il 7 agosto 2018.
  110. ^ (EN) Everything You Need To Know About XXXTENTACION, in HotNewHipHop. URL consultato il 18 agosto 2017.
  111. ^ (EN) Micah Peters, XXXTentacion Doesn’t Deserve the Internet’s Sympathy, su theringer.com, 6 aprile 2017. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  112. ^ (EN) Mitch Findlay, Xxxtentacion's Most Emotional "17" Lyrics, su hotnewhiphop.com, 29 agosto 2017. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  113. ^ (EN) Mitch Findlay, Stream XXXTENTACION's "17" Here, su hotnewhiphop.com, 24 agosto 2017. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  114. ^ (EN) Miguel Rudolf-Cibien, Rapper XXXTENTACION, Aged 20, Shot Dead, su boom-asia.com, 19 giugno 2018. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  115. ^ (EN) Chris Mench, Misery Business: How Gen-Z Rappers Are Reinventing The Emo & Pop Punk Influences Of Their Childhood, su genius.com, 27 settembre 2018. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  116. ^ (EN) Lindsay Zoladz, All the Young Sadboys: XXXTentacion, Lil Peep, and the Future of Emo, su theringer.com, 30 agosto 2017. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  117. ^ (EN) Brett Buchanan, Murdered Rapper XXXTentacion Has Eerie Connection To Kurt Cobain, su alternativenation.net, 20 giugno 2018. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  118. ^   XXXTENTACION says The Weeknd & Kurt Cobain SAVED his life & he'd CRY for a feature, su YouTube.
  119. ^ (EN) Max Weinstein, The Break Presents: Ski Mask The Slump God - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 23 marzo 2019.
  120. ^ (EN) Jahseh Onfroy Mugshot 139534103 - Jahseh Onfroy Arrest - Orange County, FL - Booked on 7/14/2016 at 22:33, su mugshots.com. URL consultato il 23 marzo 2019.
  121. ^ (EN) Broward County Arrest Report August 2016, su Scribd. URL consultato il 23 marzo 2019.
  122. ^ (EN) Broward County Rapper XXXTENTACION Arrested on Robbery & Assault Charges, su ELEVATOR, 16 luglio 2016. URL consultato il 23 marzo 2019.
  123. ^ (EN) Miami-Dade arrest report, su Scribd. URL consultato il 23 marzo 2019.
  124. ^ (EN) Jahseh D Onfroy | Arrested on Oct. 08, 2016, su JailBase. URL consultato il 23 marzo 2019.
  125. ^ (EN) Condé Nast, XXXTentacion Is Out of Jail (For Now), su Pitchfork. URL consultato il 23 marzo 2019.
  126. ^ (EN) XXXTENTACION Freed From Jail, su HipHopDX. URL consultato il 23 marzo 2019.
  127. ^ (EN) Miami-Dade County Clerk Criminal Justice, su www2.miami-dadeclerk.com. URL consultato il 23 marzo 2019.
  128. ^ a b (EN) XXXTentacion’s Reported Victim Details Grim Pattern of Abuse in Testimony | Pitchfork, su pitchfork.com. URL consultato il 9 settembre 2017.
  129. ^ (EN) XXXTentacion's Alleged Domestic Abuse Detailed in Graphic Testimony, in Billboard. URL consultato il 9 settembre 2017.
  130. ^ a b (EN) New Details Emerge in XXXTentacion's Domestic Battery Case - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 9 settembre 2017.
  131. ^ (EN) Disturbing New Details Emerge In XXXTentacion Domestic Violence Case, in BET.com. URL consultato il 9 settembre 2017.
  132. ^ (EN) Inside XXXTentacion’s Complicated Legal Situation, su Complex. URL consultato il 9 settembre 2017.
  133. ^ (EN) Variety Staff, XXXTentacion Jailed on New Charges of Harassing Witness, in Variety, 15 dicembre 2017. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  134. ^ (EN) XXXTentacion Returns to Jail, Faces Seven New Felony Charges - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  135. ^ (EN) Ugly God Sends XXXTENTACION A Supportive Message Ahead Of Court Date, in HotNewHipHop. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  136. ^ (EN) XXXTentacion Sent to Jail, Facing 7 New Witness Tampering Charges, in TMZ. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  137. ^ (EN) Rapper XXXTentacion to be released on battery charges, stay on house arrest until trial, in USA TODAY. URL consultato il 2 marzo 2018.
  138. ^ (EN) XXXTentacion Confessed to Domestic Abuse and Other Violent Crimes in Newly Obtained Secret Recording | Pitchfork, su pitchfork.com. URL consultato il 7 novembre 2018.
  139. ^ (EN) Jon Blistein, XXXTentacion Admitted to Domestic Abuse in Secret Tape, in Rolling Stone, 24 ottobre 2018. URL consultato il 7 novembre 2018.
  140. ^ (EN) Drake Premieres New Song With Giggs - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 22 agosto 2017.
  141. ^ (EN) Drake Talks Quentin Miller, Meek Mill, Kanye West and More in New Interview - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 22 agosto 2017.
  142. ^ (EN) XXXTentacion Aims to Be the Biggest Artist Ever Despite Legal Case and Drake Controversy - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 22 agosto 2017.
  143. ^ (EN) XXXTentacion Aims to Be the Biggest Artist Ever Despite Legal Case and Drake Controversy - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 24 agosto 2017.
  144. ^ (EN) Florida Rapper XXXTentacion Calls Out Drake After Being Released From Jail, in Billboard. URL consultato il 22 agosto 2017.
  145. ^ XXXTentacion Disses Drake: 'He's a Bitch', su Rap-Up. URL consultato il 22 agosto 2017.
  146. ^ (EN) XXXTentacion Disrespecting Drake's Mom On Twitter Is He Going Too Far, su Dancehall HipHop, 30 marzo 2017. URL consultato il 22 agosto 2017.
  147. ^ (EN) HipHopDX - http://hiphopdx.com, Migos' Offset Defends Drake Against XXXTENTACION's Flow-Biting Claims: "We Ain't Even Heard Of You", in HipHopDX. URL consultato il 22 agosto 2017.
  148. ^ (EN) 600Breezy Enters The Drake & XXXTENTACION Beef, in HotNewHipHop. URL consultato il 22 agosto 2017.
  149. ^ (EN) Drake Responds To Brutal XXXTentacion Knockout Video, in Capital XTRA. URL consultato il 22 agosto 2017.
  150. ^ (EN) Ski Mask The Slump God Gets Escorted Off Stage as Rob Stone Performs at San Diego Show - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 22 agosto 2017.
  151. ^ a b (EN) Ski Mask The Slump God and Rob Stone Speak About What Happened at L.A. Show - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 22 agosto 2017.
  152. ^ (EN) HiphopGrindTV, Ski Mask The Slump God Gets Jumped While Performing at L.A. Show, in HipHopGrindTV. URL consultato il 22 agosto 2017.
  153. ^ (EN) Inside the Beef That Led to XXXTentacion Getting Knocked Out, su Complex. URL consultato il 22 agosto 2017.
  154. ^ (EN) Rolling Loud, UPDATED LINEUP + SET TIMES 1 MORE ARTIST TBA ON MAY 3pic.twitter.com/Y1OGjbSZRg, su @rollingloud, 30 aprile 2017. URL consultato il 22 agosto 2017.
  155. ^ (EN) Rob Stone Replaced by Ski Mask The Slump God on 2017 Rolling Loud Lineup - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 22 agosto 2017.
  156. ^ (EN) Rob $tone – Xxxtracredit. URL consultato il 22 agosto 2017.
  157. ^ (EN) Rob Stone Disses XXXTentacion and Ski Mask on 'Xxxtracredit' - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 22 agosto 2017.
  158. ^ (EN) XXXTentacion Claims Migos Jumped Him Outside of Los Angeles Hotel - XXL, su XXL Mag. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  159. ^ (EN) XXXTentacion Posts Aftermath Video of Alleged Migos Jumping, in TMZ. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  160. ^ (EN) XXXTentacion Got Into A Brawl With Migos And Posted The Footage, in BET.com. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  161. ^ (EN) XXXTentacion Apologized To Migos' Takeoff Video Shows Different Guys Attacked Him - Dancehall HipHop, in Dancehall HipHop, 15 novembre 2017. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  162. ^ (EN) XXXTentacion Signs With Capitol Music Group's Caroline: Exclusive, in Billboard. URL consultato il 29 ottobre 2017.
  163. ^ (EN) XXXTentacion Signs to Capitol Music Group - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 29 ottobre 2017.
  164. ^ (EN) XXXTentacion Says He's Terminating His $6 Million Deal With Capitol Records, su Complex. URL consultato il 29 ottobre 2017.
  165. ^ (EN) Rep: XXXTentacion Is Still Signed to Capitol Despite Claiming Otherwise, in Spin, 26 ottobre 2017. URL consultato il 29 ottobre 2017.
  166. ^ (EN) HipHopDX - http://hiphopdx.com, XXXTENTACION Backs Out Of Capitol Music Group Deal, in HipHopDX. URL consultato il 29 ottobre 2017.
  167. ^ (EN) XXXTentacion's Rep Confirms He Is Still Signed With Capitol Records, in HotNewHipHop. URL consultato il 2 novembre 2017.
  168. ^ (EN) Drake, Cardi B Lead 2018 AMAs Nominations With 8 Each: See the Full List, su billboard.com. URL consultato l'8 dicembre 2018.
  169. ^ (EN) 2018 winners, su theamas.com. URL consultato l'8 dicembre 2018.
  170. ^ (EN) XXXTentacion Wins Best New Artist At 2018 BET Hip-Hop Awards, su hotnewhiphop.com, 7 ottobre 2018. URL consultato l'8 dicembre 2018.
  171. ^ (EN) Billboard Music Awards 2018 Nominations: See the Full List, su billboard.com. URL consultato l'8 dicembre 2018.
  172. ^ (EN) 2019 Billboard Music Awards Winners: The Complete List, su billboard.com.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN18152864127004822056 · LCCN (ENno2018103729 · GND (DE1160487863