Apri il menu principale
Yakuza 5
videogioco
Yakuza5 Schermata del Titolo.JPG
Yakuza 5
Titolo originale龍が如く5 夢、叶えし者 - Ryū ga Gotoku 5: Yume Kanaeshi Mono
PiattaformaPlayStation 3
Data di pubblicazioneGiappone 5 dicembre 2012
Mondo/non specificato 8 dicembre 2015
GenereAzione, avventura
OrigineGiappone
SviluppoSEGA
PubblicazioneSEGA
DesignToshihiro Nagoshi, Masayoshi Yokoyama
SerieYakuza
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di inputDualShock 3
SupportoBlu-ray Disc, download
Distribuzione digitalePlayStation Network
Fascia di etàPEGI: 18
BBFC: 18
CERO: D
ESRB: M
Preceduto daYakuza 4
Seguito daYakuza 0

Yakuza 5, originariamente pubblicato in Giappone come Like a Dragon 5 (龍が如く5 夢、叶えし者 Ryū ga Gotoku 5: Yume Kanaeshi Mono?, lett. "Come un drago 5, realizzatore di sogni"), è un videogioco sviluppato e pubblicato dalla SEGA esclusivamente per PlayStation 3. È il quinto capitolo dell'omonima serie (esclusi gli spin-off)[1]. Il gioco è stato distribuito in Giappone il 6 dicembre del 2012, mentre è stato annunciato al Playstation Experience 2014 che esso verrà rilasciato nel 2015 sia nel Nord America che in Europa. A differenza della versione giapponese, presente anche in formato fisico, la versione europea e quella americana sarà reperibile esclusivamente tramite il PlayStation Store, in formato digitale.

Una versione per Playstation 4 , Yakuza 5 HD Remastered, con grafica migliorata e risoluzione video aumentata, sarà pubblicata in Giappone in primavera 2019 su Playstation Store[2].

TramaModifica

Inizio dicembre 2012, Daigo Dojima dopo un colloquio con il capoclan Madarame di Fukuoka sulle possibili alleanze alla pari tra il Tojo Clan e la Famiglia Yamagasa, lascia i suoi uomini per incontrare di nascosto Kazuma Kiryu che nel frattempo è a Fukuoka e lavora come tassista. Daigo racconta molti problemi e preoccupazioni a Kazuma, ma quest'ultimo se ne disinteressa totalmente. Daigo l'indomani scompare a Fukuoka senza lasciare traccia.

Kazuma Kiryu lavora a Fukuoka come tassista sotto il falso nome di Suzuki Taichi ed ha intrecciato varie amicizie tra i quali il suo datore di lavoro, Nakajima, e i suoi colleghi nel Nagase Taxi Company. Vive una vita molto tranquilla cercando di dimenticare il suo passato ma questa cosa lo lascia molto depresso specialmente perché si è diviso con Haruka e i bambini dell'orfanotrofio di Okinawa. Neanche avere una relazione amorosa con una hostess di un cabaret night club, di nome Mayumi, lo allevia dalla sofferenza. Una sera in compagnia del suo simpatico datore di lavoro Nakajima litiga in un hostess bar con degli uomini della famiglia Madarame, frustrati di doversi unire con il Tojo Clan e molto ubriachi e come se non bastasse poco dopo due uomini del Tojo Clan lo avvicinano. Essi sono Aizawa e Morinaga, le guardie del corpo di Daigo Dojima, che chiedono con insistenza fino ad arrivare allo scontro fisico con Kazuma, spiegazioni sull'accaduto essendo lui l'ultimo testimone prima della scomparsa del loro oyabun. Kazuma lasciati i due si imbatte in un poliziotto di Osaka, Serizawa Kazuhiko, che gli impone di immischiarsi negli affari dei due, Aizawa e Morinaga nonché negli affari del braccio destro di Daigo, Aoyama. Dopo aver trovato i due guardaspalle di Daigo, Kazuma apprende che l'Omi Alliance di Osaka vuole guerra con il Tojo Clan, in più quest'ultima ha momentaneamente una sede vacante perché il 7º presidente reggente ha un tumore terminale, e ciò ha instaurato così una lotta intestina alla successione vedendo le tre grandi famiglie: la Watase, la Ousaka e la Kurosawa. Scontrandosi casualmente con Masaru Watase, scopre che ha un patto di gemellaggio con Aoyama (patti fatti per reggere la pace tra i clan) e non ha mire espansionistiche anzi vive nella leggenda di essere il nuovo "drago" successore di Ryuji Goda e Kazuma Kiryu, tutto dedito all'onore e alla forza fisica.

Kazuma giunge poi al palazzo di Madarame con Aizawa e Morinaga, e trovano Aoyama che ha tentato di uccidere il patriarca Madarama, nella discussione Morinaga viene ferito gravemente e Kazuma, a causa della situazione si scontra con il capoguppo del clan, Yahata. A complicare le cose c'è anche una bomba nel palazzo. Kazuma fuggito con Aizawa e Morinaga, l'indomani incontra all'ospedale il capoclan di Fukuoka Madarame, scampato all'assassinio. Qui ritrova anche Mayumi, la hostess e apprende che con sconcerto che era sua figlia messa ad osservarlo con la scusa di stare insieme (ma la donna si è realmente innamorata di lui.) Kazuma apprende che Daigo sta chiedendo aiuto ai vari clan mafiosi del Giappone perché è in atto un'aggressione senza eguali dell'Omi Alliance di Osaka ai danni del Tojo Clan e gli chiede di fermare l'escalation di scontri e la guerra di incomprensione che si è creata con il gesto di Aoyama e il suo sottoposto Yahata che si vuole vendicare contro il Tojo clan. Kazuma si assume personalmente di vendicare il grave gesto di Aoyama affrontando più di cento uomini del Tojo clan al porto di Fukuoka. Dopo lo scontro Aoyama viene assassinato a tradimento da Morinaga, il tutto sotto gli occhi di Kazuma e Watase, li presente per vedere Kiryu in azione. La situazione si complica anche quando Kazuma apprende della morte di Goro Majima dal poliziotto di Osaka Kazuhiko che lo stuzzica.

Al penitenziario di Sapporo, Taiga Sejima sconta ciò che gli rimane della sua precedente pena, e si comporta come un prigioniero modello anche nelle situazioni di bullismo estremo da parte del gruppo delinquenziale di Kugihara. Qui fa amicizia con un ex-poliziotto, un abile ladro leggendario e un giovane ragazzo di nome Baba e passano le loro giornate tra chiacchiere e a sognare di uscire e svagarsi per il centro di Sapporo. I vari complotti di Kugihara per non fare avere la scarcerazione per buona condotta di Taiga falliscono sempre finché non mette nei guai il giovane Baba. Taiga furioso affronta Kugihara, e quest'ultimo ne gode sapendo che il direttore del carcere- Kosaka, famoso perché odia gli yakuza, lo punirà. Ma quando Taiga è chiamato da Kosaka per l'accaduto, scopre che è stato espulso dal Tojo Clan. Kosaka capisce che Taiga è una brava persona ed è moralmente integro decide così lo stesso di graziarlo, ma nel farlo avrà l'opposizione politica delle alte cariche dello stato. Kosaka capito che c'è un complotto per bloccarlo in carcere e persino di assassinarlo, lo fa evadere spontaneamente dal carcere a costo della sua vita. Taiga e Baba fuggono dal carcere ma si imbattono in una tempesta di neve tra le foreste di Sapporo e vengono improvvisamente attaccati da Yama-Oroshi, un imponente e mostruoso orso. Salvati da un cacciatore del luogo, che gli insegnerà anche a cacciare, dopo la storia di Yama-Orishi, Taiga e Baba partono alla volta di Sapporo per incontrare chi e scoprire il perché ha ucciso Goro Majima - ovvero il capofamiglia yakuza di Sapporo Kitakata dell'omonimo clan.

A complicare le cose c'è la polizia che li cerca in quanto evasi e i preparativi della festa di inverno di Sapporo, con le famose sculture di ghiaccio sotto la torre televisiva. Dopo un accurato piano Taiga e Baba riescono a parlare nel trambusto con Kitakata e qui si apprende che Goro Majima non è stato assassinato da lui, anzi era stato mandato da Daigo Dojima per un'alleanza strategica contro l'Omi Alliance. Kitakata non fa in tempo a dire delle sorti di Majima quando Baba lo assassina maldestramente. Taiga si scontra con Baba e apprende che il giovane è stato messo li per sorvegliarlo in prigione e che lavora per l'Omi Alliance. Baba però cambia la sua morale e fa un patto d'onore e di amicizia con Taiga. Taiga viene prelevato dalla polizia e condotto in un cellulare trovandosi così con il solito poliziotto di Osaka - Kazuhiko che lo minaccia se non fa quello che vuole lui.

Ad Osaka Haruka lavora come una idol, canta e balla e si prepare per vincere il Princess Contest Festival contro le T-Set, un duo di ragazze molto belle e capaci sotto il patrocinio del clan di Katsuya, la Ousaka Enterprise. Sotto la guida di Mirei Park della Dyna-chair Talent di Osaka, la sua nuova tutrice, Haruka fatica non poco a vincere i vari spettacoli e a contrastare il bullismo delle T-Set. Mirei Park affezionatasi ad Haruka, le dona una lettera ed una penna decorata riponendo così in lei i suoi sogni di pop idol. Ma una sera Mirei viene uccisa e Haruka sconvolta vuole trovare a tutti i costi la verità. Con sorpresa ritrova Shun Akiyama, che ha aperto una succursale ad Osaka di prestiti e finanziamenti, e quest'ultimo aveva donato una grossa somma di denaro a Mirei Park per finanziare il concerto finale di Haruka al Tokyo Dome.

Akiyama con Haruka cercando la verità si imbattono con un tremendo yakuza di Osaka, Kamon Kanai che più volte tenterà di rapire e maltrattare Haruka per avere la lettera di Mirei Park. Kamon Kanai lavora per il clan Ousaka Enterprise di Naoki Katsuya, ma più volte contravviene ai suoi ordini. Shun Akiyama per varie situazioni apprende che Mirei Park era una idol sudcoreana, e che negli anni 80' aveva sposato Goro Majima ed Naoki Katsuya, dell'Omi Alliance era amico fraterno della coppia. Nel background di Mirei Park si scopre che perse il lavoro di idol perché aspettava un bimbo (ma che abortì subito dopo) e fu lasciata da Goro Majima per oscuri motivi, la donna si dedicò così con freddezza al mondo delle idol e ripose le sue speranze su Haruka imponendo a Kiryu di tagliarle ogni legame sentimentale con lui e i bimbi dell'orfanotrofio di Okinawa.

A Nagoya, un ex giocatore di baseball cacciato con disonore dal mondo dello sport, Tatsuo Shinada, sbarca il lunario facendo lo scrittore freelance per riviste sexy e recensioni sulle intrattenitrici dei quartieri a luci rosse. Pieno di debiti e inseguito dallo strozzino Kouchi Takasugi, tra varie mille difficoltà e una relazione amorosa con Milky, una vecchia intrattenitrice, incontra casualmente Daigo Dojima. Egli gli rivela che la sua cacciata dal baseball è frutto di un complotto ordito anni fa all'apice della sua carriera. Shinada da prima restio ma poi convinto insieme a Takasugi lo strozzino scopre con amarezza che fu cacciato a causa della guerra di gestione delle scommesse e le partite pilotate del baseball tra l'Omi Alliance, il clan locale di yakuza di Nagoya e il Tojo Clan. Alla fine decide di aiutare Daigo a Tokyo per vendicarsi degli anni rubati e riscattare il suo onore di giocatore.

A Tokyo i cinque personaggi si ritrovano tutti al Kamurocho. Haruka si prepara per la finale del festival minacciata di morte dall'Omi Alliance, Taiga con l'aiuto di Kage il fioraio, il famoso informatore di Tokyo, scopre molti retroscena incontrando e scontrandosi con Aizawa. Kazuma Kiryu irrompe al Kamurocho Hills e si scontra con l'aiuto di Taiga con Masaru Watase e Naoki Katsuya. Qui si scoprirà che la mente di tutto non è altro che Serizawa Kazuhiko il poliziotto, alter ego del 7º presidente capoclan dell'Omi Alliance - Tsubasa Kurosawa.

Kurosawa con un tumore allo stadio terminale progettava di eliminare tutti i clan di Osaka - quindi quello di Watase e Katsuya, e spazzare via il Tojo Clan. La sua visione era quella di avere un clan forte e dominante con il terrore, cosa che non trovava più tra i suoi sottoposti e neanche nella rivalità con il Tojo Clan, essendo Daigo molto diplomatico e dalla giovane età. Ma la malattia incedeva e aveva preparato il tutto per lasciarlo al suo erede diretto nonché suo figlio - Masato Aizawa. Kurosawa aveva inserito Aizawa nelle file del Tojo Clan come un parassita ospite, che al momento opportuno qualora il piano di distruzione fosse andato in porto, sarebbe dovuto uscire allo scoperto e dare il colpo di grazia. Infatti Masato assassina tutti i maggiori esponenti del Tojo Clan nella sede centrale. Kazuma Kiryu all'arrivo della villa storica del Tojo Clan affronta Aizawa, seppur ferito a morte da Kurosawa. Una volta sconfitto Aizawa vaga dissanguato per le vie di Tokyo incontrando casualmente Haruka, che nel frattempo aveva rinunciato pubblicamente al lavoro di idol durante la finale del contest al Tokyo Dome. Haruka dichiara i suoi sentimenti a Kazuma Kiryu sotto la neve.

AmbientazioneModifica

Per la prima volta nella serie, il gioco presenta ben cinque distretti, appartenenti al Giappone.

NoteModifica

  1. ^ Yakuza 5 e Black Panther 2, in Play Generation (Edizioni Master), nº 72, novembre 2011, p. 10, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  2. ^ (EN) Push Square, Sounds Like the Yakuza 3, 4, and 5 PS4 Remasters Will Head West After All, in Push Square, 30 maggio 2018. URL consultato il 9 giugno 2018.

Collegamenti esterniModifica