Apri il menu principale
Yamaha WR
Paris - Salon de la moto 2011 - Yamaha - WR 450 F - 006.jpg
La Yamaha WR 450 F
CostruttoreGiappone Yamaha Motor
TipoEnduro
Produzionedal 1989
Stessa famigliaYamaha YZ

Con la sigla WR sono contraddistinte le motociclette della casa motociclistica giapponese Yamaha Motor destinate all'uso in fuoristrada e nel supermotard. Derivano dai modelli di motocross Yamaha YZ e sono disponibili in varie cilindrate, dove nel caso queste siano a quattro tempi hanno anche la lettera F (WR 450 F). Nel listino 2009 c'è un'estensione con modelli non competitivi, dove alla sigla WR viene affiancata un'ulteriore lettera identificativa, la X per i modelli da motard, la R per i modelli da enduro.

StoriaModifica

La serie "WR" prende origini dai modelli per le competizioni "YZ 250" che la Yamaha aveva approntati nel 1989, modificando le "YZ" ufficiali per il cross, allo scopo di renderle adatte alle gare di specialità enduro. La modifica sostanziale consiste nell'adozione di tutti quei sistemi/dispositivi necessari per la circolazione su strade pubbliche, che non sono presenti sui modelli da cross e di una più distanziata rapportatura del cambio, cui richiama la sigla "WR", acronimo di wide ratio = rapporti spaziati.

Nel corso del lungo processo evolutivo, la serie "WR" ha collezionato numerosi propulsori di varie cilindrate e, negli ultimi anni, anche con motorizzazioni a 4 tempi ed in quest'ultimo caso il nome viene arricchito dal suffisso "F".

Modelli da competizioneModifica

Le 2TModifica

Queste moto, prodotte dal 1989 al 2002, differiscono principalmente dalle versioni da motocross per la presenza di un impianto elettrico arricchito da luci e clacson, inoltre possono avere dei sistemi di scarico differenti.

CilindrateModifica

Prodotta nelle cilindrate:

  • 125
    Prodotto dal 1990[1] fino al 2002[senza fonte], tale cilindrata verrà riproposta nel 2016, basandosi sul modello da cross[2]
  • 200
    Prodotta dal 1992[3][4] fino al 1995, con un motore di misura 66,8x57[senza fonte]
  • 250
    Prodotto dal 1989[1][5] fino al 2000[senza fonte].
  • 500
    Prodotto dal 1991[6] fino al 1993[senza fonte], sempre con motore raffreddato ad aria, esattamente come le Yamaha YZ 490

.

Caratteristiche tecnicheModifica

Caratteristiche tecniche - Yamaha WR 250 del 1992
Dimensioni e pesi
Altezze Sella: 970 mm
Interasse: 1495 mm Massa a vuoto: 102 kg Serbatoio:
Meccanica
Tipo motore: monocilindrico a due tempi Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 249 cm³ (Alesaggio 68 x Corsa 68,8 mm)
Distribuzione: aspirazione lamellare nel carter e valvola YPVS allo scarico Alimentazione: carburatore a depressione Mikuni TM 38 SS
Potenza: 47,5 Cv a 7.500 rpm Coppia: 4,54 kg·m a 7.500 rpm Rapporto di compressione: 10,6:1 (a luci chiuse)
Frizione: multidisco a bagno d'olio Cambio: a 5 marce
Accensione elettronica CDI
Trasmissione finale a catena
Avviamento a pedale
Ciclistica
Sospensioni Anteriore: forcella upside-down con steli da 43 mm / Posteriore: forcellone con monoammortizzatore a leveraggio progressivo
Freni Anteriore: a disco da 245 mm / Posteriore: a disco da 220 mm
Pneumatici anteriore: 80/100 x 21; posteriore: 110/90 x 18
Fonte dei dati: Motociclismo n. 2444 del marzo 1993
Caratteristiche tecniche - Yamaha WR 500 del 1993
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 2205 × 845 × 1270 mm
Altezze Sella: 985 mm - Minima da terra: 370 mm
Interasse: 1505 mm Massa a vuoto: 121,8 kg Serbatoio: 13 l
Meccanica
Tipo motore: monocilindrico a due tempi Raffreddamento: ad aria
Cilindrata 487,5 cm³ (Alesaggio 87 x Corsa 82 mm)
Distribuzione: Alimentazione: carburatore Mikuni VM38SS
Potenza: 62 HP a 6.500 rpm Coppia: 6.9 kg·m a 6.000 rpm Rapporto di compressione: 6,64:1 (a luci chiuse)
Frizione: multidisco a bagno d'olio Cambio: a cinque marce
Accensione elettronica CDI
Trasmissione finale a catena
Avviamento a pedale
Ciclistica
Sospensioni Anteriore: forcella upside-down / Posteriore: forcellone con monoammortizzatore a leveraggio progressivo
Freni Anteriore: a disco / Posteriore: a disco
Pneumatici anteriore da 80/100-21, cerchione con canale da 1.60";
Posteriore da 120/90-18, cerchione con canale da 2.50"
Fonte dei dati: [1]

Le 4TModifica

Sono i modelli prodotti dal 1998[7], destinati esplicitamente alle competizioni di enduro e nel 2009 sono disponibili nelle cilindrate da 250 e 450 cm³[8]. Le caratteristiche tecniche restano molto simili a quelle dei corrispondenti modelli da motocross[9].

CilindrateModifica

Prodotta nelle cilindrate:

  • 125
    Prodotta dal 2008
  • 250
    Dal sito ufficiale risulta in produzione almeno dal 2001[10], nel 2007 c'è stato il passaggio dal telaio in tubi d'acciaio a travi in alluminio
  • 400
    Prodotta dal 1998[7] al 2002[10]
  • 426
    Prodotta almeno dal 2001[10] al 2002[10], dove differisce dalla 400 per via del cilindro alesato a 95 mm
  • 450
    Prodotta dal 2003[10], nel 2007 ha avuto il telaio in alluminio, ma per il 2010 non ha avuto l'aggiornamento del motore "invertito" come sul modello da Cross, ma riceverà l'iniezione elettronica nel 2012[7]

Caratteristiche tecnicheModifica

Caratteristiche tecniche - Yamaha WR 400 F (426)
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 2171 × 827 × 1303 mm
Altezze Sella: 998 mm - Minima da terra: 373 mm
Interasse: 1490 mm Massa a vuoto: in ordine di marcia 122 kg Serbatoio: 12 l
Meccanica
Tipo motore: motore a quattro tempi monocilindrico Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 399 (426) cm³ (Alesaggio 92 (95) x Corsa 60,1 mm)
Distribuzione: DOHC Alimentazione: Carburatore KEIHIN FCR-MX39
Potenza: Coppia: Rapporto di compressione: 12,5:1
Frizione: multidisco a bagno d'olio Cambio: sequenziale a 5 marce (sempre in presa)

1° 12/29 (2.416) 2° 15/26 (1.733) 3° 16/21 (1.312) 4° 20/21 (1.050) 5° 25/21 (0.840)

Accensione Digitale CDI
Trasmissione primaria ad ingranaggi 21/62 (2.952)
secondaria a catena 14/50 (3.571)
Avviamento a pedale
Ciclistica
Sospensioni Anteriore: Forcella / Posteriore: Monoammortizzatore
Freni Anteriore: a disco / Posteriore: a disco
Pneumatici anteriore: 80/100-21 51M (USA, CDN, ZA)

90/90-21 54R (EUROPE, AUS, NZ)
; posteriore: 110/100-18 64M (USA, CDN, ZA) 120/90-18 65R (EUROPE, AUS, NZ)

Fonte dei dati: Manuale Yamaha

Modelli non da competizioneModifica

 
Yamaha WR 250 X

Sono delle motociclette prodotte a partire dal 2008, che si ispirano ai modelli da competizione WR-F, ma progettate con criteri differenti, in modo da poter assicurare un utilizzo semplice e dai costi di gestione minori.

DescrizioneModifica

Questa moto viene proposta nelle versioni "R" per un uso da fuoristrada e la "X" per la versione motard con le ruote da 17 pollici, l'impianto frenante da moto stradale (maggiorato) e il parafango anteriore accorciato, le coperture riviste in entrambe le cilindrate (125 e 250) con coperture da 110/70-17 M/C 54H all'anteriore e 140/70-17 M/C 66H al posteriore[11].

La cilindrata 250 venne prodotta dal 2008 al 2011 ad eccezione della versione WR-X che è stata prodotta fino al 2010, la cilindrata 125 è in produzione dal 2009.[10]

Caratteristiche tecnicheModifica

Caratteristiche tecniche - Yamaha WR 125 R del 2009
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 2180 × 835 × 1220 mm
Altezze Sella: 930 mm - Minima da terra: 265 mm
Interasse: 1430 mm Massa a vuoto: in ordine di marcia 133 kg Serbatoio: 8,5 l
Meccanica
Tipo motore: motore a quattro tempi monocilindrico "Minarelli" Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 124,7 cm³ (Alesaggio 52 x Corsa 58,6 mm)
Distribuzione: SOHC a 4 valvole cilindro Alimentazione: Iniezione elettronica
Potenza: 11 kW (15 Cv) a 9.000 rpm Coppia: 12,2 N·m (1,24 kgm) a 8.000 rpm Rapporto di compressione: 11,2:1
Frizione: multidisco a bagno d'olio Cambio: sequenziale a 6 marce (sempre in presa)

1°: 12/34 (2,833) 2°: 16/30 (1,875) 3°: 22/30 (1,364) 4°: 21/24 (1,143) 5°: 23/22 (0,957) 6°: 25/21 (0,840)

Accensione digitale CDI
Trasmissione primaria ad ingranaggi a denti elicoidali 24/73 (3,042:1)
secondaria a catena 14/53 (3,786:1)
Avviamento elettrico
Ciclistica
Sospensioni Anteriore: Forcella / Posteriore: Monoammortizzatore
Freni Anteriore: a disco da 240 mm / Posteriore: a disco da 220 mm
Pneumatici anteriore: 80/90-21 M/C 48P; posteriore: 110/80-18 M/C 58P
Fonte dei dati: Dal sito Yamaha
Caratteristiche tecniche - Yamaha WR 250 R del 2009
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 2180 × 810 × 1230 mm
Altezze Sella: 930 mm - Minima da terra: 300 mm
Interasse: 1420 mm Massa a vuoto: a secco 126 kg Serbatoio: 7,6 l
Meccanica
Tipo motore: motore a quattro tempi monocilindrico Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 250 cm³ (Alesaggio 77 x Corsa 53,6 mm)
Distribuzione: DOHC a 4 valvole cilindro Alimentazione: Iniezione elettronica
Potenza: 22,6 kW (30,7 Cv) a 10.000 rpm Coppia: 23,7 N·m (2,42 kg-m) a 8.000 rpm Rapporto di compressione: 11,8:1
Frizione: multidisco a bagno d'olio Cambio: sequenziale a 6 marce (sempre in presa)

1°: 14/37 (2,642) 2°: 16/29 (1,813) 3°: 22/29 (1,318) 4°: 25/26 (1,040) 5°: 27/24 (0,889) 6°: 28/22 (0,786)

Accensione digitale CDI
Trasmissione primaria ad ingranaggi 25/78 (3,120:1)
secondaria a catena 13/43 (3,308:1)
Avviamento elettrico
Ciclistica
Sospensioni Anteriore: Forcella / Posteriore: Monoammortizzatore
Freni Anteriore: a disco da 250 mm / Posteriore: a disco da 230 mm
Pneumatici anteriore: 80/100-21M/C 51P; posteriore: 120/80-18M/C 62P
Fonte dei dati: Dal sito Yamaha

NoteModifica

  1. ^ a b MotoSprint, nº 48, 1989.
  2. ^ NUOVA YAMAHA WR125 2016: IL PICCOLO DUE TEMPI TORNA ALL'ENDURO
  3. ^ Le nostre prove, la banca dati dei nostri rilevamenti, in InMoto, nº 7, luglio 2003, p. 155.
  4. ^ Elenco prove, in Motociclismo, nº 1, gennaio 2008, p. 277.
  5. ^ esplosi Yamaha WR250WRA Archiviato il 4 dicembre 2008 in Internet Archive.
  6. ^ (EN) 1991 Yamaha WR500ZB, in Dirt rider, dicembre 1990, pp. 116-117.
  7. ^ a b c Nuova Yamaha Yamaha WR450F M.Y. 2012
  8. ^ I modelli da competizione sul sito Ufficiale, su yamaha-motor.it. URL consultato il 19 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 17 dicembre 2008).
  9. ^ Confronto tra modello da motocross e da enduro[collegamento interrotto]
  10. ^ a b c d e f Manuale Yamaha
  11. ^ Confronto tra 125 versione R e versione X[collegamento interrotto]

Collegamenti esterniModifica