Apri il menu principale

Gianīs Varoufakīs

economista e politico greco naturalizzato australiano
(Reindirizzamento da Yanis Varoufakis)
Gianīs Varoufakīs
Γιάνης Βαρουφάκης
Yanis Varoufakis by Olaf Kosinsky-0658.jpg

Ministro delle Finanze della Repubblica Ellenica
Durata mandato 27 gennaio 2015 –
6 luglio 2015
Capo del governo Alexīs Tsipras
Predecessore Gikas Hardouvelis
Successore Eukleidīs Tsakalōtos

Dati generali
Partito politico DiEM25 (dal 2016)
In precedenza:
SYRIZA (2012-2015)
PASOK (fino al 2012)
Tendenza politica Neo-marxismo
Post-keynesismo
Titolo di studio Laurea in matematica e statistica, dottorato in economia
Università Università dell'Essex
Professione professore universitario

Gianīs Varoufakīs (IPA: [ˈʝanis varuˈfacis]; in greco: Γιάνης Βαρουφάκης), translitterato anche come Yanis Varoufakis, all'anagrafe Iōannīs Geōrgiou Varoufakīs[1][2][3] (in greco: Ιωάννης Γεωργίου Βαρουφάκης; Atene, 24 marzo 1961) è un economista, accademico e politico greco naturalizzato australiano.

Subversive Festival 2013 a Zagabria, Croazia.

È professore di teoria economica all'università di Atene ed è stato Ministro delle Finanze nel primo Governo Tsipras. Nel febbraio 2016 ha lanciato il Democracy in Europe Movement 2025, un movimento politico paneuropeo. Nel 2016 si è schierato a favore del remain nel referendum sulla uscita del Regno Unito dall'Unione Europea[4].

Carriera accademicaModifica

Dopo la laurea in Statistica Matematica consegue il dottorato in Economia all'Università dell'Essex. Già prima del dottorato aveva iniziato la sua attività di insegnamento, in Economia ed Econometria, presso l'Università dell'Essex e l'Università dell'Anglia Orientale. Nel 1988 trascorre un anno come fellow all'Università di Cambridge. Dal 1989 al 2000 è Senior Lecturer in economia presso l'Università di Sydney. Nel 2000 ritorna in Grecia come professore di Teoria Economica all'Università di Atene, dove nel 2002 istituisce il The University of Athens Doctoral Program in Economics (UADPhilEcon) che dirige fino al 2008. Da gennaio 2013 a gennaio 2015 insegna alla Lyndon B. Johnson School of Public Affairs dell'Università del Texas a Austin.[5]

Il 22 gennaio 2015, il Collegio Universitario Internazionale di Torino ha premiato Varoufakīs con una cattedra onoraria in diritto economico comparato e finanza per il suo straordinario contributo teorico alla comprensione della crisi economica globale[6].

Il Minotauro GlobaleModifica

Nel 2011 ha pubblicato il libro The Global Minotaur America, Europe and the Future of the Global Economy sul funzionamento dell'economia globale. Secondo Varoufakis dal 1970 fino alla crisi del 2008 l'economia del mondo si è retta su un meccanismo di finanziamento simmetrico del doppio deficit USA, il deficit commerciale e il debito pubblico. L'enorme disavanzo commerciale americano ha prodotto un avanzo finanziario in altri paesi che è stato reinvestito in titoli USA alimentando i periodici boom di borsa. Questo meccanismo globale trova le sue origini nella conferenza di Bretton Woods dove al posto dell'unione monetaria globale proposta dall'economista inglese Keynes venne varato il sistema a cambi fissi ancorati al dollaro (che a sua volta garantiva un rapporto di cambio fisso con l'oro di 35 dollari per oncia). Complementare a questo sistema di cambi fissi fu la ricostruzione dei sistemi economici delle potenze sconfitte Germania e Giappone grazie agli aiuti americani. La chiave del sistema di Bretton Woods era un sistema globale di riciclaggio dei surplus commerciali degli USA verso il resto del mondo. Questo sistema cessò di funzionare nel 1971 quando in seguito alla guerra del Vietnam gli USA si trasformarono da paese in surplus a paese in deficit. E il mantenimento di questo deficit venne garantito dai flussi di capitale che dal resto del mondo affluivano a Wall Street. Il sistema del Minotauro Globale ebbe fine con la crisi del 2008 che rese evidente come Wall Street aveva tratto vantaggio dal meccanismo per generare colossali guadagni privati nel processo di finanziarizzazione. Questo ha fatto perdere attrattiva al sistema bancario americano nei confronti del resto del mondo.

Attività politicaModifica

Alle elezioni greche del 2015 si candida con SYRIZA, venendo dunque eletto al parlamento ellenico[7]. Diventa Ministro delle finanze nel governo Tsipras[8].

In occasione del referendum del 5 luglio 2015 in Grecia, avente per oggetto le proposte dell'Unione Europea per il rientro del debito greco, egli ha sostenuto "il NO", dichiarando in un'intervista al quotidiano spagnolo El Mundo:

(ES)

«Lo que están haciendo con Grecia tiene un nombre: terrorismo. [...] ¿Por qué nos han forzado a cerrar los bancos? Para insuflar el miedo en la gente. Y cuando se trata de extender el terror, a ese fenómeno se le llama terrorismo. Pero confío en que el miedo no gane.»

(IT)

«Quello che stanno facendo con la Grecia ha un nome: terrorismo. [...] Perché ci hanno costretto a chiudere le banche? Per instillare la paura nella gente. E quando si tratta di diffondere il terrore, questo fenomeno si chiama terrorismo. Ma confido che la paura non vinca.»

(Gianīs Varoufakīs[9])

Il 6 luglio 2015, con un tweet su twitter, annuncia le sue dimissioni da Ministro dell'Economia per favorire la trattativa con l'Eurogruppo.[10][11][12]

Secondo un articolo, del Wall Street Journal a firma di Stelios Bouras e Nektaria Stamouli del 6 luglio 2015,[13] le dimissioni volontarie di Varoufakīs, dall'incarico di Ministro dell'economia, sarebbero in realtà dovute a una sua affermazione circa la possibilità di emettere IOU (I owe you), una specie di promessa scritta di pagamento del debito negoziabile; in pratica una forma di moneta parallela, che consentirebbe la sopravvivenza economica del mercato ellenico.

«Se necessario, pubblicheremo liquidità parallela e in stile californiano di IOU, in formato elettronico.[14] Avremmo dovuto farlo una settimana fa.»[15]

In data 13 luglio 2015 spiega le ragioni delle sue dimissioni, in una intervista al giornale australiano New Statesman; intervista nella quale sostiene che mettendo sotto pressione i partner europei si sarebbero potute ottenere migliori condizioni per la Grecia. Il suo piano, senza dichiarare apertamente una "Grexit", infatti prevedeva di:

  • emettere degli IOU,
  • tagliare il rimborso dei bond detenuti dalla BCE e
  • togliere il controllo della Banca di Grecia dalla BCE.

Nella riunione tenutasi nella notte del 5 luglio 2015, tra un gruppo ristretto di ministri del gabinetto di governo, la sua proposta - messa a votazione - venne bocciata, rendendo pertanto le sue dimissioni inevitabili. Ciò anche perché, a suo dire, così facendo si sarebbe smesso di negoziare favorendo il gruppo dei paesi creditori.[16][17]

Secondo quanto riferito dal New York Times del 17 luglio 2015 Varoufakis si sarebbe fatto promotore fin dal dicembre 2014 di un "Piano B" per la creazione di un sistema bancario parallelo che rendesse possibile il ritorno della Grecia alla valuta nazionale (dracma), senza passare per la dolorosa transizione caratterizzata da un temporaneo blocco di tutte le transazioni finanziarie. [18]

Nel febbraio 2016 ha fondato DiEM25, un movimento politico per la trasformazione in senso democratico dell'Unione Europea.[19]

OpereModifica


  • Yanis Varoufakis, Adulti nella stanza. La mia battaglia contro l'establishment dell'Europa, La Nave di Teseo, 30 agosto 2018, p 887, EAN: 9788893444194
  • Yanis Varoufakis, È l'economia che cambia il mondo: Quando la disuguaglianza mette a rischio il nostro futuro, Rizzoli, 16 aprile 2015, pp. 3–, ISBN 978-88-586-7868-8.
  • Yanis Varoufakis, Il minotauro globale. L'America, le vere origini della crisi e il futuro dell'economia globale, Asterios, 2012, ISBN 978-88-95146-55-3.
  • Yanis Varoufakis, Confessioni di un marxista irregolare nel mezzo di una ripugnante crisi economica europea, 2015.
  • Yanis Varoufakis, Stuart Holland e James Kenneth Galbraith, Una modesta proposta per risolvere la crisi dell'euro, 2015.
  • (EN) Yanis Varoufakis, And the Weak Suffer What They Must: Europe's Crisis and America's Economic Future, Nation Books, 12 aprile 2016, ISBN 978-1-56858-504-8.
  • (EN) Yanis Varoufakis, The Global Minotaur: America, The True Origins of the Financial Crisis and the Future of the World Economy, Zed Books, 15 settembre 2011, ISBN 978-1-78032-014-4.
  • (EN) Shaun Hargreaves Heap e Yanis Varoufakis, Game Theory: A Critical Text, Psychology Press, 2004, ISBN 978-0-415-25094-8.
  • (EN) Yanis Varoufakis, Foundations of Economics: A Beginner's Companion, Routledge, 8 gennaio 2002, ISBN 978-1-134-68260-7.
  • (EN) Yanis Varoufakis, Modelling rational conflict: the limits of game theory, Dept. of Economics, University of Sydney, 1º gennaio 1990.
  • (EN) Yanis Varoufakis, Economic Indeterminacy: A Personal Encounter with the Economists' Peculiar Nemesis, Routledge, 8 ottobre 2013, ISBN 978-1-135-14127-1.
  • (EN) Yanis Varoufakis, Joseph Halevi e Nicholas Theocarakis, Modern Political Economics: Making Sense of the Post-2008 World, Taylor & Francis, 29 marzo 2012, ISBN 978-1-136-81473-0.
  • (EN) Yanis Varoufakis e Anthony Housego, Game Theory: Economic applications. Game theory and the social sciences, Routledge, 2001, ISBN 978-0-415-22243-3.
  • (EN) Yanis Varoufakis e David P. T. Young, Conflict in Economics, Harvester Wheatsheaf, 1990, ISBN 978-0-7450-0559-1.
  • (EN) Yanis Varoufakis, Bilateral Monopoly and Entry Deterrence: Price of Reputation, University of East Anglia, Economics Research Centre, 1987.
  • (EN) Yanis Varoufakis, Moral Rhetoric in the Face of Strategic Weakness: Modern Clues for an Ancient Puzzle, University of Sydney, 1994, ISBN 978-0-86758-860-6.
  • (EN) Yanis Varoufakis, Wage Inflation and Employment in the Australian Economy, University of Glasgow, Department of Political Economy, 1992.
  • (EN) Yanis Varoufakis e University of Essex, Optimisation and Strikes, University of Essex, 1987.
  • (EN) Shaun Hargreaves Heap e Yanis Varoufakis, Multiple Reputations in Games with Uncertain Horizons, University of East Anglia, Economics Research Centre, 1987.
  • (EN) Yanis Varoufakis, Freedom Within Reason: From Axioms to Marxian Praxis, Department of Economics, University of Sydney, 1991, ISBN 978-0-86758-391-5.
  • (EN) Yanis Varoufakis, A theoretical investigation of the correspondance between actual and efficient bargains, University of East Anglia Economics Research Centre, 1986.

Articoli scientificiModifica

  1. Y. Varoufakis (2013). ‘From contagion to incoherence: Toward a model of the unfolding Eurozone crisis', Contributions to Political Economy, 32, 51-71
  2. Y. Varoufakis (2013). ‘Europe Unhinged: What the financial crisis of 2008 meant for the integrity of the Eurozone', European Financial Review, June-July 2013, 51-53 (europeanfinancialreview.com)
  3. Y. Varoufakis and S. Holland (2011). 'A Modest Proposal for Overcoming the Euro Crisis', International Journal of Pluralism and Economic Education, 2, 227-235
  4. Y. Varoufakis (2010). ‘A New Versailles haunts Europe (or Furiosa Teutonicorum insania)', Re-public, 23
  5. Y. Varoufakis (2009). 'Where the customers are always wrong: some thoughts on the societal impact of a non-pluralist economic education', International Journal of Pluralism and Economics Education, 1, 46-57
  6. Y. Varoufakis (2009). 'Pristine equations, tainted economics and the postwar order: Or how the Cold War fashioned a formalist economics whose dominance remains inversely proportional to its explanatory power and functional to an irrational global order', presented on 10th April 2009 at Columbia University and included in the Proceedings of the Cold War Politics and Social Science Workshop, Heyman Centre for the Humanities, Columbia University
  7. Y. Varoufakis (2008). 'Game Theory: Can it unify the social sciences?', Organisational Studies, 29, 1255-77
  8. Y. Varoufakis (2008). ‘Capitalism according to Evolutionary Game Theory: On the impossibility of a sufficiently evolutionary model of historical change', Science and Society, 72, 63-94
  9. Y. Varoufakis (2006). ‘The Bonds that Impede: A model of the joint evolution of corruption and apathy', Indian Journal of Economics, 54, 84-105 # Y. Varoufakis (2006). ‘Rational Rules of Thumb in Finite Dynamic Games: N-person backward induction with inconsistently aligned beliefs and full rationality', American Journal of Applied Science, 2 (Special Issue). 57-60
  10. Y. Varoufakis (2005). ‘A Hard Spectre to Silence: Meghnad Desai's Marx's Revenge', Science and Society, 69:4, 617-25
  11. Arnsperger, C. and Y. Varoufakis (2003). 'Toward a Theory of Solidarity', Erkenntnis, 59, 157-188
  12. Halevi, J. and Y. Varoufakis (2003). ‘Questions and Answers on the Global Minotaur', Monthly Review, 55 (December). 26-32
  13. Halevi, J. and Y. Varoufakis (2003) 'The Global Minotaur', Monthly Review, 55 (July-August). 56-74
  14. Theocarakis, N. and Y. Varoufakis (2002). 'In search of a dispassionate tribunal', The Drawing Board, 3(1)
  15. Hargeaves-Heap, S. and Y. Varoufakis (2002). ‘Some experimental results on discrimination, co-operation and perceptions of fairness', The Economic Journal, 112, 678-702
  16. Y. Varoufakis (2002). ‘Deconstructing Homo Economicus? Reflections on an encounter between postmodernity and neoclassical economics', Journal of Economic Methodology, 9, 389-396 [A version of this paper was also published as: “Why Critics of Economics Can Ill-afford the ‘Postmodern Turn.'” Post-Autistic Economics Review, issue no. 13, May 2, 2002, article 1.]
  17. Y. Varoufakis (2002). ‘Against Equality', Science and Society, 66,448-72 19. Gangopaydhya P. and Y. Varoufakis (2000). 'Central Bank Independence and the 8 Value of Ambiguity: A three player reputational game', Rivista Internazionale di Scienze Economiche e Commerciali, 47, 531-57 20. Y. Varoufakis (1998/9). ‘Defending History', Science and Society, 62,585-91
  18. Y. Varoufakis (1997). 'Moral rhetoric in the face of strategic weakness: experimental clues for an ancient puzzle', Erkenntnis, 46, 87-110
  19. Y. Varoufakis (1997). ‘Η Κριτική των Κοινωνικών Διακρίσεων και της Ηθικής: Ο Hume και ο Marx συναντούν την Εξελικτική Θεωρία Παιγνίων', Αξιολογικά, Τεύχος 10, 109-151 [Towards a Critique of Social Asymmetry and Ethics: Hume and Marx meet evolutionary game theory], Axiologika, 10, 109-151]
  20. Y. Varoufakis (1996). 'Bargaining and Strikes: from an equilibrium to an evolutionary framework', Labour Economics, 3, 385-98
  21. Anagnostopoulou, M. and Y. Varoufakis (1996). ‘Η Εξέλιξη της Ανισότητας: Εξελικτικές Θεωρίες και η Κοινωνική Θέση της Γυναίκας', Το Γιοφύρι (Περιοδικό Νεοελληνικών Σπουδών). 14, 36-44 ['The Evolution of Inequality: Evolutionary theories and the social status of women', To Yiofiri, 14, 36-44]
  22. Y. Varoufakis (1996). 'Coercion and allocation', Science and Society, 59, 420-430
  23. Sapsford, D. and Y. Varoufakis (1995). 'Labour productivity growth trends in OECD countries: Selection of sub-periods', International Journal of Manpower, 16, 46-57
  24. Y. Varoufakis (1993/94). 'Reason without Freedom: a response to Mayer', Science and Society, 57, 453-460
  25. Y. Varoufakis (1993). 'Modern and Postmodern Challenges to Game Theory', Erkenntnis, 38,371-404
  26. Y. Varoufakis (1992/93). 'Freedom within Reason: from axioms to praxis', Science and Society, 56, 440-466
  27. Y. Varoufakis (1992). 'Modelling Rational Conflict', Economie Appliquee, XLV, 53- 78
  28. Y. Varoufakis (1992). 'Evaluating Probability Predictions: an application of Copas' diagrammatic method in comparing two models of strikes', Rivista Internazionale di Scienze Economiche e Commerciali, 38, 693-700
  29. Y. Varoufakis (1991). 'The Neoclassical Theory of Choice: Introducing undergraduates to criticism', Economics (The journal of the 'Economics in Higher Education Society'). June issue, 2-14 33. Y. Varoufakis and D. Sapsford (1991). 'Discrete and smooth switching regressions for Australian labour productivity growth', Applied Economics, 23, 1299-1304
  30. Sapsford, D. and Y. Varoufakis (1991). 'Forecasting coffee prices: ARIMA versus econometric approaches', Rivista Internazionale di Scienze Economiche e Commerciali, 37, 551-63
  31. Y. Varoufakis and D. Sapsford (1990). 'A real target model of wage inflation with variable union power: the case of the UK 1962-1985', Applied Economics, 22, 1103- 1117
  32. Y. Varoufakis (1989). 'Worker solidarity and strikes', Australian Economic Papers, June, 76-92 37. Sapsford, D. and Y. Varoufakis (1987). 'An ARIMA model of tea prices', Journal of Agricultural Economics, 34, 121-32

NoteModifica

  1. ^ Hellenic Parliament: MPs’ contact details, su hellenicparliament.gr. URL consultato il 6 luglio 2015 (archiviato il 6 luglio 2015).
  2. ^ Curriculum Vitae of Yanis Varoufakis (PDF), UOA Economics department.
  3. ^ Giorgos Christides, Profile: Yanis Varoufakis, Greek bailout foe (BBC), 13 febbraio 2015.
  4. ^ John Keenan, EU referendum: Yanis Varoufakis says Britons should vote to stay in union, in The Guardian, 24 ottobre 2015. URL consultato il 20 marzo 2015.
  5. ^ (EN) Yanis Varoufakis, Curriculum Vitae 2014[collegamento interrotto], www.econ.uoa.gr, pp. 1-10.
  6. ^ (EN) YANIS VAROUFAKIS, International University College Of Turin. URL consultato il 21 maggio 2015.
  7. ^ Pagina ufficiale sul sito del Parlamento greco
  8. ^ Pagina ufficiale sul sito del Ministero delle Finanze greco.
  9. ^ (ES) Irene Hdez. Velasco, Varufakis: 'Lo que hacen con Grecia tiene un nombre: terrorismo' | Economía | EL MUNDO, elmundo.es, 4 luglio 2015. URL consultato il 4 luglio 2015.
  10. ^ (EN) Minister No More! | Yanis Varoufakis, yanisvaroufakis.eu.
  11. ^ Yanis Varoufakis, dopo il vertice il tweet d'addio, espresso.repubblica.it.
  12. ^ Yanis Varoufakis si è dimesso per «aiutare Tsipras». L’Euro torna sopra quota 1,1 sul dollaro, Il Sole 24 ORE, 6 luglio 2015.
  13. ^ (EN) Telegraph, Yanis Varoufakis resignation linked to Telegraph exclusive -, telegraph.co.uk, 6 luglio 2015. URL consultato il 7 luglio 2015.
  14. ^ IOU, su merriam-webster.com.
  15. ^ (EN) Ambrose Evans-Pritchard, Defiant Greeks reject EU demands as Syriza readies IOU currency - Telegraph, su telegraph.co.uk, 5 luglio 2015. URL consultato il 7 luglio 2015.
  16. ^ Yanis Varoufakis: "Avevo un piano diverso dopo il no al referendum, ma Alexis Tsipras ha preferito fare nuove concessioni", huffingtonpost.it, 13 luglio 2015.
  17. ^ (EN) HARRY LAMBERT, Exclusive: Yanis Varoufakis opens up about his five month battle to save Greece, newstatesman.com, 13 luglio 2015.
  18. ^ Greece Made Preparations to Exit Euro, New York Times July 27, 2015
  19. ^ (EN) Yanis Varoufakis launches pan-European leftwing movement DiEM25, The Guardian, 10 febbraio 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN163006806 · ISNI (EN0000 0001 1816 6410 · SBN IT\ICCU\MILV\123233 · LCCN (ENn90638346 · GND (DE101315049X · BNF (FRcb12278058g (data) · NLA (EN35718716 · NDL (ENJA00682390 · WorldCat Identities (ENn90-638346