Yaoundé

capitale del Camerun

Yaoundé (in italiano Iaundé[3]; Jaunde in tedesco; chiamata in dialetto beti Ongola, ossia «la città dei sette colli») è la capitale del Camerun e, con una popolazione stimata di 1 676 588 abitanti (2008), la seconda città più importante del paese sotto il profilo sia demografico sia economico (dopo Douala). L'area metropolitana di Yaoundé ha 4 509 000 abitanti al 2023[4]. La longitudine di Yaoundé è approssimativamente la stessa di Bologna.

Yaoundé
comunità urbana (6 circondari)
Yaoundé – Veduta
Yaoundé – Veduta
Localizzazione
StatoBandiera del Camerun Camerun
RegioneCentro
DipartimentoMfoundi
Territorio
Coordinate3°51′28″N 11°31′05″E
Altitudine764[1] m s.l.m.
Superficie180 km²
Abitanti1 881 876[2] (2005)
Densità10 454,87 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Camerun
Yaoundé
Yaoundé

Geografia fisica

modifica

Territorio

modifica

Yaoundé è situata su un altopiano nella parte meridionale del paese, a una quota variabile tra 720 e 800 metri sul livello del mare. Non lontano, a settentrione della città, si ergono i monti Mbam Minkom (1 295 m) e il monte Nkolodom (1 221 m), mentre a sudest si eleva il monte Eloumden (1 159 m). Numerosi torrenti e fiumi di mediocre portata (fra cui il Mfoundi, il Biemé e il Mefou) attraversano la città o passano nelle sue immediate vicinanze. Non lontano dal centro di Yaoundé si estende anche un lago di modeste dimensioni (Lac central). Come accade in altre metropoli africane, i quartieri più periferici, costruiti senza seguire un preciso piano regolatore, penetrano nelle savane e nelle boscaglie che circondano la città.

 
Climogramma di Yaoundé

Il clima di Yaoundé è di tipo tropicale della savana (Aw secondo la classificazione dei climi di Köppen), mitigato dall'altezza della città (oltre 700 m s.l.m.) e contraddistinto da temperature elevate ma non tanto quanto quelle che si registrano nei bassopiani.

La temperatura media annua si aggira attorno ai 23 °C e presenta delle variazioni termiche stagionali modeste (la temperatura media del mese più caldo, febbraio, è di 24,4 °C, mentre quella dei mesi più freddi, luglio e agosto, è di 22,1 °C).[5]

Le precipitazioni sono discretamente abbondanti (circa 1 600 mm su base annua), con un regime pluviometrico che vede massimi precipitativi nei periodi marzo-giugno e settembre-novembre (in corrispondenza del passaggio della ITCZ).[6] e due minimi annui, uno piuttosto marcato nei tre mesi invernali (dicembre-febbraio) e un secondo, meno marcato, in luglio e agosto.

Yaoundé venne fondata il 30 novembre 1889 da alcuni colonizzatori tedeschi e si sviluppò negli anni successivi grazie alla presenza in zona di un gruppo di commercianti provenienti dalla Germania e attratti dai lauti guadagni legati all'esportazione dell'avorio.

La cittadina, alla vigilia della prima guerra mondiale, aveva tuttavia dimensioni molto modeste, non raggiungendo neppure i 10 000 abitanti. A seguito degli accordi di pace di Parigi Yaoundé passò, con la maggior parte del Camerun, dalla Germania alla Francia sotto forma di Mandato (la parte nord occidentale della colonia fu assegnata invece al Regno Unito).

Nel 1922 divenne capitale del Camerun francese, rango che conservò dopo l'indipendenza del paese (1960) e dopo l'unione, in un solo Stato, di questo con la parte meridionale dell'ex Camerun britannico (1961).

Società

modifica

Evoluzione demografica

modifica

Modesto centro coloniale di poche migliaia di abitanti durante la dominazione tedesca, conclusasi formalmente nel 1920, Yaoundé iniziò ad acquistare connotazioni propriamente urbane solo dopo essere divenuta, nel 1922, capitale del Mandato francese del Camerun. Fra gli anni venti e trenta del Novecento la città conobbe un tasso di sviluppo moderato che la portò a raggiungere, nel 1938, alla vigilia della seconda guerra mondiale, i 25 000 abitanti[7]. Nella seconda metà degli anni cinquanta del Novecento, con la crisi della produzione del cacao e del porto di Douala, Yaoundé iniziò a espandersi con maggiore rapidità, raggiungendo nel 1961, un anno dopo l'indipendenza del Camerun, i 58 000 abitanti[8]. Secondo i dati del censimento del 1976 la città aveva superato i 313 000 abitanti[9] che si raddoppiarono una decina di anni più tardi (649 000 circa al censimento del 1987). Secondo le ultime stime (2008) la popolazione di Yaoundé ascende attualmente a 1 676 588 abitanti.

Economia

modifica

Le industrie comprendono sigarette, prodotti caseari, manufatti in argilla e in vetro e legname. Yaoundé è un centro regionale per caffè, cacao, copra, canna da zucchero e gomma.

Il 20 luglio 1963 vi è stata firmata la Convenzione di Yaoundé tra i Paesi della CEE e quelli della SAMA[10].

Cultura

modifica

La città è sede dell'Università di Yaoundé, progettata dall'architetto Michel Ecochard.[11] Le lingue ufficiali del Cameron sono l'inglese, il francese e almeno 24 gruppi linguistici africani parlati regolarmente. La religione più diffusa è il cristianesimo (70%), seguita dall'islam (21%) e da un sistema di credenze arcaiche autoctone e millenarie (6%).[12]

Amministrazione

modifica

La città è anche il capoluogo del dipartimento di Mfoundi e della regione del Centro; è suddivisa in sei arrondissement, contraddistinti da un numero progressivo.

Gemellaggi

modifica
  1. ^ Dato da fallingrain.com, su fallingrain.com. URL consultato il 16 settembre 2017.
  2. ^ (FR) Dati del censimento 2005 forniti dal BUCREP, Bureau Central des Recensements et des Etudes de Population (PDF), su bucrep.cm, p. 36. URL consultato il 16 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 23 agosto 2017).
  3. ^ Bruno Migliorini et al., Scheda sul lemma "Iaundé", in Dizionario d'ortografia e di pronunzia, Rai Eri, 2010, ISBN 978-88-397-1478-7.
  4. ^ (EN) Yaounde, Cameroon Metro Area Population 1950-2023, su MacroTrends.net. URL consultato il 5 gennaio 2023.
  5. ^ Worldclimate - temperature di Yaoundé.
  6. ^ Worldclimate - precipitazioni di Yaoundé.
  7. ^ Il dato è estratto dal Calendario Atlante De Agostini 1939 (pag. 286), Novara, Ed. Istituto Geografico De Agostini, 1938.
  8. ^ AA.VV. Rizzoli Larousse Geografia Universale, vol. III (pag. 604), Milano, Rizzoli Editore, 1965 e Parigi, Librairie Larousse, 1965.
  9. ^ Il dato riportato e i successivi (relativi al censimento del 1987 e alla stima del 2008) sono stati estratti dal sito di world-gazetteer.
  10. ^ Stati africani e malgascio associati.
  11. ^ Michel Ragon, Storia dell'Architettura e dell'Urbanistica Moderne III.
  12. ^ Cameroon Population 2021 (Demographics, Maps, Graphs), su worldpopulationreview.com. URL consultato il 20 luglio 2021.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN135523326 · SBN RMLL003993 · LCCN (ENn79086815 · GND (DE4119193-6 · BNE (ESXX6006733 (data) · BNF (FRcb11946407n (data) · J9U (ENHE987007547801105171
  Portale Africa Occidentale: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di africa Occidentale