Yokohama F·Marinos

società calcistica giapponese
Yokohama F·Marinos
横浜F・マリノス
Calcio Football pictogram.svg
Marinos (Marinai), Tricolor (Tricolore)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 900px HEX-EABA65 anchor background HEX-FA0000 White HEX-000088.svg Rosso, bianco, blu
Simboli Gabbiano, ancora
Dati societari
Città Yokohama
Nazione Giappone Giappone
Confederazione AFC
Federazione Flag of Japan.svg JFF
Campionato J1 League
Fondazione 1972
Rifondazione1992
Rifondazione1999
Proprietario Giappone Nissan Motor (80%)
Regno Unito City Football Group (20%)
Presidente Giappone Ryōji Kurosawa
Allenatore Australia Kevin Muscat
Stadio Nissan Stadium
(71 822 posti)
Sito web www.f-marinos.com
Palmarès
Titoli nazionali 2 Japan Soccer League
4 J1 League
Trofei nazionali 3 Japan Soccer League Cup
7 Coppe dell'Imperatore
1 Coppa J. League
Trofei internazionali 2 Coppe delle Coppe dell'AFC
Si invita a seguire il modello di voce

Gli Yokohama F·Marinos (横浜F・マリノス Yokohama Efu Marinosu?) sono una società calcistica giapponese con sede nella città di Yokohama. La squadra milita nella J1 League, la massima divisione del campionato giapponese.

Fondata nel 1972 come sezione calcistica del circolo sportivo aziendale della Nissan, a cavallo fra gli anni ottanta e gli anni novanta (periodo in cui il sistema calcistico giapponese si avviava al passaggio dal regime dilettantistico a quello professionistico) divenne una delle principali squadre a livello nazionale (divenne la seconda squadra, dopo il Mitsubishi Heavy Industries nel 1978, a conseguire il treble domestico) e continentale (vinse due edizioni consecutive della Coppa delle Coppe dell'AFC nel 1992 e nel 1993).

La squadra si posiziona al quarto posto (unitamente agli Urawa Red Diamonds) nell'albo d'oro della massima serie (di cui ha vinto, complessivamente, sei edizioni fra cui l'ultima nel 2019)[1] e al secondo posto (in condivisione con il Kwangaku) in quello della coppa nazionale (di cui ha vinto sette edizioni, quasi tutte nel periodo dilettantistico)[2].

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Storia degli Yokohama F·Marinos.

Periodo dilettantisticoModifica

La squadra venne fondata nel 1972 dalla Nissan Motor Company, in seguito a una decisione di ampliare il circolo sportivo aziendale dopo i successi della sezione baseball. Inizialmente iscritto nelle leghe prefetturali, dopo l'ingaggio dell'allenatore Shū Kamo avvenuto nel 1974, il Nissan Motors iniziò una scalata del sistema calcistico nazionale, completandola nell'arco di un lustro[3]. Dopo due stagioni interlocutorie, culminate con la retrocessione in seconda divisione nel 1980, la Nissan iniziò ad adottare delle politiche societarie che, fra le altre cose, prevedevano l'ingaggio di giocatori stipendiati solo per disputare le gare[4].

Tornato definitivamente in massima serie nel 1981, nel giro di pochi anni il Nissan Motors divenne una delle principali squadre a livello nazionale ingaggiando dei testa a testa con lo Yomiuri per la vittoria del campionato[5] e affermandosi in due edizioni della Coppa dell'Imperatore[3]. Dopo la vittoria del double nazionale (campionato e Coppa dell'Imperatore) nel 1989, Shū Kamo lasciò l'incarico passandolo a José Oscar Bernardi, che andò vicino alla vittoria del quadruple perdendo, al termine della stagione 1989-90, la finale del campionato d'Asia per club contro il Liaoning[6].

Periodo professionisticoModifica

Al termine della stagione 1991-92, in cui la squadra (guidata da Hidehiko Shimizu) si era affermata a livello internazionale con la vittoria[7] della Coppa delle Coppe dell'AFC, il Nissan Motors ottenne l'iscrizione alla neocostituita J. League acquisendo lo status di club professionistico e cambiando il nome in Yokohama Marinos. Nelle prime stagioni da squadra professionistica, lo Yokohama Marinos confermò i risultati degli anni precedenti vincendo per il secondo anno consecutivo la Coppa delle Coppe asiatica[8] e ottenendo il terzo titolo nazionale nel 1995[3].

Rinominatasi Yokohama F·Marinos in seguito alla fusione tecnica e finanziaria con gli Yokohama Flügels avvenuta nel 1999, con l'inizio del terzo millennio la squadra, nonostante numerosi cambi in panchina, continuò a confermarsi squadra di vertice raggiungendo la finale del campionato nel 2000 e vincendo la coppa di Lega nella stagione successiva malgrado un pessimo campionato[3]. Raggiunta la stabilità tecnica con l'ingaggio dell'ex commissario tecnico della Nazionale Takeshi Okada avvenuto nel 2003, gli Yokohama F·Marinos tornarono immediatamente alla vittoria del campionato, confermandosi anche nella stagione seguente. I risultati negativi ottenuti nelle stagioni immediatamente successive portarono, nel 2006, alle dimissioni di Okada[9]: di lì in poi la squadra vivrà un periodo di instabilità tecnica, concludendo alcune stagioni nelle posizioni di media classifica.

CronistoriaModifica

[3]

Cronistoria degli Yokohama F·Marinos


 

Colori e simboliModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Colori e simboli degli Yokohama F·Marinos.

Simboli ufficialiModifica

Lo stemmaModifica

Lo stemma della squadra, in uso dal 1999, è composto da uno scudo con all'interno delle strisce oblique di colore blu, rosso e bianco, sormontate da un'àncora color oro. Questi elementi sono circondati da due fasce di alloro mentre, nella parte bassa del fregio, vi è un nastro blu con il nome della squadra scritto in bianco.[10]

La mascotteModifica

Le mascotte degli Yokohama F·Marinos sono Marinos-kun e Marinosuke[11], rispettivamente un adulto e un cucciolo di gabbiano antropomorfo[10]. Questi personaggi simbolizzano il mare su cui si affaccia Yokohama[10] nonché l'obiettivo della squadra di puntare sempre verso l'alto[10].

Divise storicheModifica

Esordio in massima divisione (1979)
Vittoria del treble
(1989-90)
Esordio professionistico
(1993)

StruttureModifica

StadioModifica

Gli stadi di casa dei Marinos sono lo Stadio internazionale Yokohama (noto anche come Stadio Nissan) e il Mitsuzawa Stadium.

SocietàModifica

Inizialmente controllata direttamente dalla Nissan Motor Company in quanto sezione calcistica del circolo sportivo aziendale, dal 17 luglio 1992 la squadra fu svincolata dall'orbita aziendale mediante la creazione di un'impresa chiamata Yokohama Marinos Ltd.[12], il cui pacchetto azionario è interamente detenuto dalla Nissan. Fra il 1999 e il 1º febbraio 2002 il 30% delle azioni fu detenuto dalla All Nippon Airways (entrata nell'azienda in seguito alla fusione con gli Yokohama Flügels); successivamente la Nissan riacquisì l'intera quota azionaria destinandone, a partire dal 1º febbraio 2005, un 1% a degli investitori occasionali[13].

Modifica

Cronologia degli sponsor tecnici
Cronologia degli sponsor ufficiali

Parte anteriore


Manica


Schiena

AllenatoriModifica

Allenatori degli Yokohama F·Marinos

Giocatori celebriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori degli Yokohama F. Marinos

Vincitori di titoliModifica

Ramon Diaz (calciatore argentino 1993)

David Bisconti (calciatore argentino 1995-1996)

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1988-89, 1989-90
1988, 1989, 1990
1995, 2003, 2004, 2019
1983, 1985, 1988, 1989, 1991, 1992, 2013
2001

Competizioni internazionaliModifica

1991-1992, 1992-1993

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 2000, 2002, 2013, 2021
Terzo posto: 1997
Finalista: 2017
Semifinalista: 1994, 2008, 2011, 2012
Finalista: 2017, 2018
Semifinalista: 1994, 2005, 2006, 2007, 2009, 2013, 2016, 2020
Finalista: 1996, 2004, 2005, 2014, 2020
Semifinalista: 1991
Finalista: 1989-1990
Semifinalista: 1993-1994
Secondo posto: 1994
Terzo posto: 1995

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Japan Soccer League Division 1 12 1979 1991-92 36
J. League Division 1 24 1993 2016
Japan Soccer League Division 2 3 1976 1981 3

OrganicoModifica

Rosa 2022Modifica

Rosa e numerazione aggiornate al 29 luglio 2022.[14]

N. Ruolo Giocatore
1   P Yōhei Takaoka
2   D Katsuya Nagato
4   D Shinnosuke Hatanaka
5   D Eduardo
6   C Kōta Watanabe
7   A Élber
8   C Takuya Kida (capitano)
9   A Léo Ceará
10   A Marcos Júnior
11   A Anderson Lopes
14   C Kaina Yoshio
16   C Joel Chima Fujita
17   A Ryō Miyaichi
18   C Kōta Mizunuma
19   D Yūki Sanetō
23   A Teruhito Nakagawa
N. Ruolo Giocatore
24   D Tomoki Iwata
25   D Ryūta Koike
26   D Yūta Koike
27   D Ken Matsubara
28   C Riku Yamane
30   A Takuma Nishimura
32   P Tomoki Tagawa
33   D Ryōtarō Tsunoda
34   P Hirotsugu Nakabayashi
36   C Yūsuke Nishida
45   A Yūhi Murakami
46   C Kōsuke Matsumura
47   C Haruto Shimada
48   A Kōtarō Uchino
49   D Yūma Hatano
50   P Powell Obinna Obi

Staff tecnicoModifica

Staff tecnico aggiornato al 9 gennaio 2022.[14]

Staff dell'area tecnica
Area tecnica

Football analysis area
  •   Satoru Okada - Responsabile area match analysis
  •   Jun Yamaguchi - Match analyst
  •   Satoshi Yasui - Match analyst

Altri membri
  •   Kiyoshi Higure - Responsabile trainer
  •   Atsushi Fukai - Medico prima squadra
  •   Yasuyuki Sasaki - Trainer
  •   Nobuyasu Miyauchi - Trainer
  •   Daisuke Kikukawa - Trainer
  •   Yutaka Matsuzaki - Interprete (inglese)
  •   Shintarō Oda - Interprete (inglese)
  •   Shinji Kinoshita - Interprete (portoghese)
  •   Junji Nishizawa - Direttore tecnico
  •   Shin Yamazaki - Team manager
  •   Hiroyoshi Tokunaga - Assistente team manager (kit)
  •   Razo Correa Pedro Sebastian - Assistente team manager e interprete (inglese/portoghese)
  •   Keisuke Ogata - Magazziniere

NoteModifica

  1. ^ J. LEAGUE - RECORDS Archiviato il 13 dicembre 2011 in Internet Archive.
  2. ^ The Emperor's Cup Archiviato il 9 maggio 2001 in Internet Archive.
  3. ^ a b c d e 横浜フリューゲルス, recuperato tramite Internet Archive
  4. ^ 「使い捨て御免 全日空6選手試合放棄事件 主将が本紙に「裏の事情」をぶちまけた 」, Nikkan Sports, 25 marzo 1986
  5. ^ Tokyo Verdy 1969 Archiviato il 1º ottobre 2009 in Internet Archive., FIFA.com
  6. ^ Asian Club Competitions 1989/90 su RSSSF
  7. ^ Asian Club Competitions 1991/92 - Cup Winners' Cup 1991/92 su RSSSF
  8. ^ Asian Club Competitions 1992/93 - Cup Winners' Cup 1992/93 su RSSSF
  9. ^ 岡田武史氏が語る、日本代表監督の仕事とは
  10. ^ a b c d チーム名 TEAM NAME Archiviato il 3 marzo 2013 in Internet Archive.
  11. ^ YOKOHAMA FMARINOS, su j-league.or.jp (archiviato dall'url originale il 25 giugno 2013).
  12. ^ 横浜F・マリノス Archiviato il 2 febbraio 2013 in Internet Archive.
  13. ^ 横浜マリノス株式会社 第三者割当新株発行(増資)について [ 横浜FM ](05.01.26) Archiviato il 1º aprile 2014 in Internet Archive.
  14. ^ a b (JA) Prima Squadra, su f-marinos.com. URL consultato il 9 gennaio 2022.

BibliografiaModifica

  • YOKOHAMA F.MARINOS History Book 1992-2012 (ベースボール・マガジン社?), 2012, ISBN 978-4-583-61856-2
  • The Complete History of Japan Soccer League, 1965-1992 (日本サッカーリーグ全史 1965-1992?), 1993, ISBN non esistente

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN257020360 · WorldCat Identities (ENviaf-257020360
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio