Yumi

Tradizionale arco giapponese

Lo yumi (?), anche wakyū (和弓?), è l'arco in uso presso le antiche popolazioni del Giappone. Caratteristiche tipiche dello yumi sono le dimensioni ragguardevoli (nella variante "lunga", l'arma supera abbondantemente i 2 metri di lunghezza), la forma asimmetrica (la parte superiore rispetto all'impugnatura è più lunga della parte inferiore) e la composizione in lamine di legno.

Yumi
Yumi-p1000624.jpg
Corredo d'arciere del periodo Edo: arco lungo (daikyū), frecce e faretra (yebira)
TipoArco (arma)
OrigineGiappone Giappone
Impiego
UtilizzatoriSamurai
Produzione
Entrata in servizioXII secolo
voci di armi bianche presenti su Wikipedia

Le frecce ( ya?) utilizzate sono tradizionalmente ottenute dal bambù.

Lo yumi può essere di due tipologie:

  • daikyū, lungo, per l'arciere appiedato;
  • hankyū (半弓?), corto, per l'arciere a cavallo.

Per entrambe le tipologie dell'arma esiste una specifica arte marziale: il kyūdō per l'arco lungo e lo yabusame per il tiro da cavallo.

StoriaModifica

Fatta salva la diffusione in epoca preistorica nelle isole dell'Arcipelago giapponese di tipologie di arco primitive, lo sviluppo nel Sol Levante di una tipologia d'arco precipua data ai primi secoli dell'Era Cristiana. La prima attestazione artistica dell'esistenza dello yumi data infatti al Periodo Yayoi (500 a.C.-300 d.C.). Nel XII secolo l'uso dello yumi divenne un requisito fondamentale per i membri della classe guerriera dei samurai e l'insegnamento venne codificato per tramite della prima scuola nota di kyujutsu per l'uso del daikyū, la Henmi-ryū[1] cui fece poi seguito, dopo la Guerra Genpei (11801185) la codifica di una scuola specializzata nell'insegnamento del tiro con l'arco in sella, lo yabusame, segnando così il solco di demarcazione tra l'arco lungo daikyū della fanteria e l'arco corto hankyū della cavalleria.

CostruzioneModifica

 
Le parti che compongono lo yumi

[...]

DimensioniModifica

Le dimensioni dello yumi sono parametrate all'altezza dell'arciere.

Altezza
arciere
Lunghezza
Freccia
Lunghezza
Arco
< 150 cm < 85 cm Sansun-zume (212 cm)
150–165 cm 85–90 cm Namisun (221 cm)
165–180 cm 90–100 cm Nisun-nobi (227 cm)
180–195 cm 100–105 cm Yonsun-nobi (233 cm)
195–205 cm 105–110 cm Rokusun-nobi (239 cm)
> 205 cm > 110 cm Hassun-nobi (245 cm)

CulturaModifica

 
L'arco sacro "Hama Yumi", conservato con le frecce "Hama Ya"

L'importanza fondamentale dell'arco nella cultura del Giappone feudale (superiore anche a quella della spada) ne ha fatto uno degli strumenti simbolo della civiltà nipponica. Ad oggi, in Giappone esistono tre "Archi Sacri" gelosamente custoditi: Azusa Yumi, Hama Yumi (utilizzato per rituali di purificazione sia buddisti sia scintoisti) e Shigehto Yumi.

NoteModifica

  1. ^ Green, Thomas A. (2001), Martial Arts of the World

BibliografiaModifica

  • DeProspero, Dan [e] Jackie (1993), Kyudo: The Essence and Practice of Japanese Archery, Kodansha International, ISBN 4-7700-1734-0.
  • Herrigel, Eugen (1953), Zen in the Art of Archery, Pantheon.
  • Hoff, Feliks (2002), Kyudo: The Way of the Bow, Shambhala Publications, ISBN 1-57062-852-1.
  • Selby, Stephen (2003), Archery Traditions of Asia, Hong Kong, ISBN 9627039470.
  • Sinclaire, Clive (2004), Samurai: The Weapons and Spirit of the Japanese Warrior, Publisher Globe Pequot, ISBN 1-59228-720-4
  • Stevens, John (2011), Lo zen, l'arco, la freccia, Edizioni Mediterranee, ISBN 978-88-272-2148-8.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica