Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Zaccheo (disambigua).
San Zaccheo il pubblicano
Niels Larsen Stevns- Zakæus.jpg
Gesù invita Zaccheo a scendere dal sicomoro.
 
Venerato daTutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
Ricorrenza20 agosto

Zaccheo (in greco Ζακχαῖος, in ebraico זַכָּי Zakkay; ... – I secolo) è stato un pubblicano, un personaggio di cui si parla nel Nuovo Testamento per il suo incontro con Gesù.

Secondo la tradizione, è stato poi il primo vescovo di Cesarea di Palestina[1].

Indice

Nei VangeliModifica

 
Il sicomoro che a Gerico ricorda l'incontro tra Gesù e Zaccheo.

Il Vangelo secondo Luca ci presenta la figura di Zaccheo (19,1-10). Entrato Gesù a Gerico, Zaccheo desidera vederlo. Essendo piccolo di statura pensa bene di salire su un sicomoro. Quando Gesù giunge sotto l'albero, si ferma e dice:

« Zaccheo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua »   (Luca 19,5)

Zaccheo lo accoglie in casa e si converte, promettendo a Gesù:

« Ecco, Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri; e se ho frodato qualcuno, restituisco quattro volte tanto. »   (Luca 19,8)

NoteModifica

  1. ^ (EN) James Donaldson (a cura di), Enumeration Ordained by Apostles, VII cap. 4, Christian Classics Ethereal Library, Costituzioni apostoliche. URL consultato il 20 marzo 2011.

    «Di Cesarea di Palestina il primo fu Zaccheo, che una volta era un pubblicano; dopo di lui fu Cornelio e il terzo Teofilo.»

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Zaccheo, su Santi, beati e testimoni, santiebeati.it.  
Controllo di autoritàVIAF (EN316752709 · LCCN (ENn50014862 · GND (DE119383195 · CERL cnp00554408 · WorldCat Identities (ENn50-014862