Zawiya (residenza)

La zāwiya («angolo» oppure «cella»; altri sinonimi sono ribat in arabo, khanqah in persiano e tekke in turco), termine italianizzato in zavia (AFI: /*ˈʣavja/) o zauia (/*ˈʣawja/)[1], è il luogo di residenza o di riunione dei sufi.

Spesso le zāwiya non servono solo per riti sufi, ma assolvono anche alla funzione di madrase, di ospedali o di luoghi d'accoglienza per i viaggiatori in transito.

Rappresentano importanti centri della vita sociale e spesso vengono gestite come fondazioni religiose. I primi esempi di zāwiya risalgono al XII secolo.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh00001752 · GND (DE4738303-3 · BNF (FRcb166395900 (data) · J9U (ENHE987007285395705171
  Portale Islam: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di islam