Zecchino d'Oro 1976 (prima edizione)

diciottesima edizione del festival
Zecchino d'Oro 1976 (prima edizione)
EdizioneXVIII
Periodo17-19 marzo 1976[1]
SedeAntoniano di Bologna
PresentatoreCino Tortorella
Trasmissione TVRete 1 (serata finale)
Trasmissione radioRai Radio 1
Partecipanti14
Paesi debuttantiFrancia Francia
Giappone Giappone
Jugoslavia Jugoslavia
Paesi Bassi Paesi Bassi
Regno Unito Regno Unito
Unione Sovietica Unione Sovietica
Venezuela Venezuela
VincitoreLa Teresina
Cronologia
Zecchino d'Oro 1975Zecchino d'Oro 1976 (seconda edizione)

Il diciottesimo Zecchino d'Oro si è svolto a Bologna dal 17 al 19 marzo 1976[1]. È stato presentato da Cino Tortorella.

Per la prima volta partecipano alla rassegna anche canzoni non italiane (il numero di canzoni passa da 12 a 14, metà italiane e metà straniere), e vengono assegnati gli zecchini d'argento alla miglior canzone italiana e alla miglior canzone straniera, nel corso di due semifinali.

Questa edizione è stata l'ultima a essere trasmessa prima della scadenza di settembre. Tutte le edizioni successive sono state trasmesse nel mese di novembre.

Brani in garaModifica

  • Big Jim (Big Jim) (  Regno Unito) (Testo: Meks/Traduzione: Vezio Melegari/Musica: Radcliffe - Crotty) - Patrick Robertson
  • Guglielmo il castoro (Hup daar is Willem) (  Paesi Bassi) (Testo: L. Valkenier/Testo italiano: Umberto Napolitano/Musica: R. Bos) - Nynke Djoke Hielkema
  • Il musichito (El Musiquito) (  Venezuela) (Testo: Angela Denia Tarenzi/Testo italiano: Luciano Sterpellone/Musica: Aldemaro Romero) - Alexander Pisa e Nicole Maureen Frisk
  • Il pirata Gambamossia (Testo: Franco Spadavecchia/Musica: Sergio Chiesa) - Rino Valeriani e Massimo Scagliarini
  • La Teresina (Testo: Carlo Ermanno Trapani/Musica: Giordano Bruno Martelli) - Francesca Bernardi e Antonio Marchesini  
  • Mamma tutto (Maman bonheur) (  Francia) (Testo: J. Broussolie/Testo italiano: Alberto Testa/Musica: J. Kluger) - Natalie Shura
  • Padre nostro che sei dappertutto (Testo: Alberto Testa/Musica: Gualtiero Malgoni) - Sofia Aricò e Francesca Degasperi
  • Quattrocentocinquanta bottoni (Testo: Maurizio Seymandi/Musica: Arrigo Amadesi, Renato Martini) - Andrea Palmiotti  
  • Se manca pane e vino cosa fai? (Testo: Giuliano Taddei/Musica: Lorenzo Pilat) - Anna Maria Sandroni e Angelo Romano
  • Sette note per una favoletta (Testo: Carlo Ermanno Trapani/Musica: Sandro Giacobbe) - Chiara Oggioni Tiepolo
  • Show nella foresta (Testo: Ferdinando Pacella/Musica: Gianluigi Guarnieri, Memo Remigi) - Maria Sole Tognazzi e Simone Pireddu
  • Teru terubozu (てるてる坊主) (  Giappone) (Testo: Kjoson Asahara/Testo italiano: Franco Maresca/Musica: Sinpei Nakajama) - Jun Aguni (粟国 淳)  
  • Ticche ticche tacche (Тике тике тачке) (  Jugoslavia) (Testo: Đorđe Novković/Testo italiano: Luciano Beretta/Musica: Đorđe Novković) - Ana Stambuck Armaroli
  • Vento venticello (Ты лети, ветерок) (  Unione Sovietica) (Testo: A. Prishelets/Testo italiano: Vito Pallavicini/Musica: V. Loktev) - Eduard Rubin (Эдуард Рубин)

NoteModifica

  1. ^ a b 18º Zecchino d'Oro, su zecchinodoro.org.

Collegamenti esterniModifica