Zecchino d'Oro 1979

ventiduesima edizione del festival
Zecchino d'Oro 1979
EdizioneXXII
Periododal 15 al 17 novembre 1979[1]
SedeAntoniano di Bologna
PresentatoreCino Tortorella
Trasmissione TVRete 1 (serata finale)
Trasmissione radioRai Radio 1
Partecipanti12
Paesi debuttantiArgentina Argentina
Eritrea Eritrea
Etiopia Etiopia
Pakistan Pakistan
Romania Romania
Svezia Svezia
VincitoreUn bambino
Cronologia
Zecchino d'Oro 1978Zecchino d'Oro 1980

Il ventiduesimo Zecchino d'Oro si è svolto a Bologna dal 15 al 17 novembre 1979[1].

È stato presentato da Cino Tortorella.

Brani in garaModifica

  • Che roba, quel robot! (Testo: Tony Martucci/Musica: Mario Coppola, Nicola Aprile) - Pierugo Passafaro
  • Cip ciu cì (Testo: Antonella Bottazzi/Musica: Antonella Bottazzi) - Michela Belletti e Luisa Ricci
  • Gioco di parole (Testo: Luciano Beretta/Musica: Giordano Bruno Martelli) - Rossana Perticarà e Gioia Ferraccin
  • Hanno rubato il vocabolario (Testo: Nilema/Musica: Mario Pagano) - Salvatore Blanco e Renato Lanzillotta
  • I re magi (Los Reyes Magos) (  Argentina) (Testo italiano: Luciano Sterpellone) - María Soledad Ibáñez Echeverría
  • La mamma sa, la mamma è... (Quelu nu derfi ade smu) (  Eritrea -   Etiopia) (Testo italiano: Giorgio Calabrese) - Zehai e Ruth Jassu
  • Mamma Folletta (Trollmors Vaggsång) (  Svezia) (Testo italiano: Giorgio Calabrese) - Fredrik Gustavsson e Edward Benks
  • San Francisco (San Francisco) (  Stati Uniti) (Testo italiano: Giorgio Calabrese, Biagio Fichera) - Edward Benks
  • Terra mia (سونی دھرتی اللہ رکھے) (  Pakistan) - Nadia Nawaz
  • Ululalì ululalà (Testo: Walter Valdi/Musica: Walter Valdi) - Filippo Pagliano
  • Un bambino (Testo: Tony Martucci, Mara Maretti Soldi/Musica: Memo Remigi) - Daniela Migliarini      
  • Un sole tutto mio (În Tabără) (  Romania) (Testo: G. Moraru/Testo italiano: Walter Valdi/Musica: Alexandru Pașcanu) - Silvia dall'Olio  

NoteModifica

  1. ^ a b 22º Zecchino d'Oro, su zecchinodoro.org.

Collegamenti esterniModifica