Zello

frazione del comune italiano di Revere
Zello
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Mantova-Stemma.png Mantova
ComuneBorgo Mantovano
Territorio
Coordinate45°01′40.52″N 11°08′31.37″E / 45.027921°N 11.142046°E45.027921; 11.142046 (Zello)Coordinate: 45°01′40.52″N 11°08′31.37″E / 45.027921°N 11.142046°E45.027921; 11.142046 (Zello)
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale46036
Prefisso0386
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Zello
Zello

Zello è una frazione del comune di Borgo Mantovano, in provincia di Mantova.

La frazione è costituita da un piccolo centro abitato costituito da poche abitazioni di tipo rurale, di impianto trecentesco, e dall'oratorio di San Biagio. La frazione di Zello dista 3,16 chilometri dal medesimo comune di Revere a cui essa appartiene.

StoriaModifica

Nel passato Zello era una comunità autosufficiente composta da circa 2.000 persone dove si potevano trovare scuole, osterie, vari negozi come barbieri, falegnami, sarte, fabbri, imprese edili e caseifici. Le imprese agricole erano un centinaio ed erano caratterizzate da una conduzione familiare, essendo allora la famiglie molto numerose. Per questo gli abitanti si recavano a Revere esclusivamente per eventi importanti quali la Fiera di Santa Mostiola e le celebrazioni per il patrono Sant'Alberto.
La corrente elettrica giunse a Zello nel 1963, sostituendo le tradizionali lucerne e candele. L'oratorio di San Biagio, dedicato al patrono della comunità, e la corte Molesina al suo fianco, erano il punto di ritrovo dei ragazzi, dove si giocava al tipici "s-ciàncul".

Monumenti e luoghi di interesseModifica

L'oratorio di San Biagio è l'edificio di culto più antico di Revere, venendo citato per la prima volta nel 1219. Nel 1724 venne ceduto al Seminario di Mantova a condizione che vi venisse celebrata la messa. Alcuni storici hanno ipotizzato che l'oratorio fosse alle dipendenze dirette della Corte di Zello e di Giovanni Gonzaga, terzogenito del marchese Federico I e capostipite del ramo dei Gonzaga di Vescovato.
Le operazioni di restauro intraprese nel 2007 dalla Società per il Palazzo Ducale di Mantova chiariranno l'epoca di costruzione dell'edificio, nel quale è possibile ammirare molteplici affreschi quattrocenteschi, anche se in parte danneggiati dal passare del tempo. In particolare verrà posta molta attenzione al restauro dell'affresco raffigurante la Madonna col Bambino e Santi.

BibliografiaModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia