Apri il menu principale
中國人民解放軍陸軍
中国人民解放军陆军
Zhōngguó Rénmín Jiěfàngjūn Lùjūn
Forze di terra dell'Esercito Popolare di Liberazione
Ground Force Flag of the People's Republic of China.svg
Bandiera delle Forze di terra della Repubblica Popolare di Cina
Descrizione generale
Attiva1927 - oggi
NazioneCina Cina
ServizioEsercito Popolare di Liberazione
TipoForza armata
RuoloEsercito
Dimensione1.250.000 attivi (2015)[1]
731 elicotteri e aerei[2]
Stato MaggiorePechino
ColoriRosso
Battaglie/guerreGuerra civile cinese
Seconda guerra sino-giapponese
Seconda guerra mondiale
Comandanti
Comandante in capoGen. Han Weiguo
Voci su unità militari presenti su Wikipedia
Soldati delle Forze di terra dell'Esercito Popolare di Liberazione nel 2011.

Le Forze di terra dell'Esercito Popolare di Liberazione (中國人民解放軍陸軍T, 中国人民解放军陆军S, Zhōngguó Rénmín Jiěfàngjūn LùjūnP) sono, come dice il nome stesso, la forza militare terrestre dell'Esercito della Repubblica Popolare Cinese. Vennero ufficialmente istituite nel 1948, sebbene la loro origine possa esser fatta risalire al 1927. Nel 2017 le forze di terra contano un totale di 1.250.000 effettivi in servizio attivo[1]. Il numero di riservisti è stimato in 510.000 unità. Le Forze di Terra cinesi sono il più grande esercito terrestre al mondo, se confrontato con tutti gli altri stati dotati di un esercito permanente.

Indice

StoriaModifica

 
Changhe WZ-10
 
Unità di addestramento corazzati dell'EPL

Le forze di terra dell'EPL consistevano di unità armate convenzionalmente principali e regionali, che nel 1987 costituivano oltre il 70 per cento dell'EPL. Fornivano una buona difesa convenzionale, ma avevano solo un limitato potenziale offensivo ed erano scarsamente equipaggiate per la guerra nucleare, biologica o chimica. Le forze principali includeva circa 35 gruppi d'armata, composti da 118 divisioni di fanteria, 13 divisioni corazzate, e 33 divisioni d'artiglieria ed artiglieria contraerea, oltre a 71 reggimenti e 21 battaglioni indipendenti per supportare la maggior parte delle truppe. Le forze regionali consistevano in 73 divisioni di difesa di frontiera e truppe di presidio più 140 reggimenti indipendenti.

Con il vecchio sistema, un'armata consisteva di tre divisioni di fanteria parzialmente motorizzate e due reggimenti di artiglieria ed artiglieria antiaerea. Ogni divisione aveva oltre 12.000 uomini in tre reggimenti di fanteria, un reggimento di artiglieria, un reggimento corazzato, e un battaglione d'artiglieria antiaerea. L'organizzazione era flessibile, le alte sfere erano libere di adattare le forze per il combattimento intorno a qualsiasi numero di divisioni di fanteria. Almeno in teoria, ogni divisione aveva i propri corazzati e la propria artiglieria - i livelli di equipaggiamento reale non vennero rivelati e probabilmente variavano - e le attività a livello di esercito e all'interno delle unità indipendenti avrebbero potuto essere ripartiti in base alle esigenze.

I nuovi, principali gruppi d'armata in genere comprendevano 46.300 soldati in un massimo di quattro divisioni, che si ritiene includessero elementi di fanteria, corazzati, artiglieria, difesa aerea, aerotrasportati e di supporto aereo. Sebbene i nuovi gruppi d'armata dovessero riflettere un passaggio alle operazioni con armi combinate, a causa di una mancanza di meccanizzazione continuarono a consistere di fanteria sostenuta da corazzati, artiglierie, ed altre unità. Le 13 divisioni corazzate avevano 3 reggimenti e 240 carri armati da combattimento (MBT) ognuna, ma mancavano di un adeguato supporto di fanteria meccanizzata. C'era poca evidenza dell'uso di veicoli trasporto truppe durante la guerra sino-vietnamita nel 1979, e i carri armati vennero utilizzati come artiglieria mobile e come supporto per la fanteria smontata. Le forze di artiglieria enfatizzarono i cannoni rimorchiati, gli obici, e i lanciarazzi multipli montati su camion. Nel 1980 circa entrò in servizio l'artiglieria semovente, ma l'EPL produsse anche un lanciarazzi come alternativa più economica, ma non del tutto efficace, ai cannoni semoventi. C'era una varietà di macchine per le costruzioni, i ponti mobili, gli autocarri, e le motrici. Un nuovo lanciarazzi multiplo per la dispersione delle mine anticarro apparve nel 1979, ma l'equipaggiamento dei posamine e dello sminamento rimase scarso.

Le forze regionali consistevano di truppe a tempo pieno dell'EPL organizzate come divisioni indipendenti per le missioni di presidio. Le divisioni di presidio erano unità di artiglieria pesante statica schierate lungo la costa e il confine in aree di probabile attacco. Le forze regionali erano armate meno pesantemente rispetto alla loro omologa forza principale, e vennero coinvolti nella formazione della milizia. Erano le unità dell'EPL comunemente usate per ristabilire l'ordine durante la Rivoluzione Culturale.

Nel 1987 le forze di terra dell'EPL, che si basava su apparecchiature obsolete ma funzionali, furono più ansiose di migliorare le difese contro i veicoli corazzati e gli aerei. La maggior parte delle apparecchiature veniva prodotto da progetti sovietici del 1950, ma le armi venivano progressivamente aggiornate, alcune con la tecnologia occidentale. Un esempio di aggiornamento delle attrezzature di progettazione sovietica era il Type 69 MBT, una versione migliorata del Type 59 MBT, che si basava sul T-54 sovietico. Il Type 69 aveva una migliore corazza, un cannone stabilizzato, un sistema di puntamento tra cui un telemetro laser, proiettori da ricerca infrarossi, e un cannone a canna liscia da 105 mm. Nel 1987 l'esistenza del nuovo MBT Type 80 venne rivelata dalla stampa occidentale. Il carro armato aveva un nuovo telaio, un cannone da 105 mm, e un sistema di controllo di tiro. La produzione del Type 80 non era ancora iniziata. L'ELP credette di avere munizioni di demolizione atomica, e ci furono rapporti non confermati che aveva anche armi nucleari tattiche. In ogni caso, le bombe nucleari e i missili nell'inventario cinese avrebbero potuto essere utilizzati in un ruolo di teatro. L'EPL aveva una scarsità di missili anticarro guidati, missili terra-aria tattici, e l'elettronica per migliorare le comunicazioni, il controllo di tiro e i sensori. La Cina iniziò la produzione dei missili sovietici Sagger nel 1979, ma mancava un'autonomia più potente, lunga, semiautomatica di missili guidati. L'EPL richiese un missile terra-aria mobile e un lanciamissili della fanteria per l'uso contro elicotteri e alcuni altri velivoli.

Mentre la dimensione delle Forze di terra dell'EPL si è ridotta nel corso degli ultimi decenni, gli elementi ad alto contenuto tecnologico, come le forze speciali (SOF), l'aviazione dell'esercito (elicotteri), o missili terra-aria (SAM), e le unità di guerra elettronica sono stati tutti rapidamente ampliati. L'ultima dottrina operativa delle forze di terra dell'EPL sottolinea l'importanza della tecnologia dell'informazione, della elettronica e dell'information warfare, e della precisione dei colpi a lungo raggio in una guerra futura. Le generazioni più vecchie di comando, controllo e comunicazione dei sistemi telefonici/radiofonici (C3) vengono sostituite da un sistema integrato di reti di informazione di battaglia che caratterizzano le reti delle aree local/wide (LAN/WAN), delle comunicazioni satellitari, i veicoli aerei senza equipaggio (UAV) basati sulla sorveglianza e la ricognizione dei sistemi e dei centri mobili di comando e controllo.[3]

Organizzazione, Formazioni ed UnitàModifica

 
Unità maggiori delle Forze di Terra nelle Regioni militari dell'EPL e dei gruppi d'armata nel 2006 (Fonte: US DOD).

Ci sono 18 gruppi d'armata delle dimensioni di un corpo, divisi fra sette regioni militari - Shenyang, Pechino, Lanzhou, Jinan, Nanjing, Guangzhou, e Chengdu. All'interno delle regioni militari, le divisioni vengono ridimensionate in brigate (旅).

L'International Institute for Strategic Studies (IISS) attualmente attribuisce alle Forza di Terra dell'EPL nove divisioni corazzate attive composte da un numero di brigate corazzate. Dennis Blasko ha scritto nel 2000[4] che la struttura tradizionale delle divisioni dell'EPL consisteva all'incirca di tre reggimenti – tuan 团 – del braccio principale, ciascuno di tre battaglioni (营) più unità di supporto, un quarto reggimento di fanteria (in una divisione corazzata) o corazzato (in una divisione di fanteria), un reggimento di artiglieria, un reggimento o battaglione contraerea, e battaglioni o compagnie di difesa, delle comunicazioni, del Genio, di ricognizione, e chimici, oltre a unità di servizio di supporto di combattimento.

Una tipica brigata corazzata dell'EPL ha 4 battaglioni di carri armati (124 carri armati) - ogni battaglione di carri armati ha 3 compagnie di carri armati (30 + 1 carro armato per il comandante del battaglione), 1 battaglione di fanteria meccanizzata (40 veicoli trasporto truppa), 1 battaglione di artiglieria (18 obici semoventi) - 3 batterie da 6 cannoni ciascuna e 1 battaglione antiaereo.

Ci sono 8 divisioni di artiglieria attive, composte da un numero di brigate di artiglieria. Una tipica brigata d'artiglieria dell'EPL ha 4 battaglioni di artiglieria ciascuno con 18 cannoni in 3 batterie e 1 battaglione cannoni semoventi anticarro (18 veicoli).

Le brigate sono una formazione relativamente nuova per l'EPL. Introdotte nel 1990, l'EPL prevede di espandere il loro numero e liberarsi delle massicce formazioni rigide del modello sovietico. Come passo verso la modernizzazione del suo esercito, questo nuovo sistema consente per i più piccoli gruppi delle dimensioni di un battaglione cross-service braccio di battaglia entro una brigata di operare in modo indipendente, aumentando la capacità dell'EPL di rispondere ad una situazione di battaglia in rapida evoluzione. L'EPL deve ancora sfruttare appieno questa nuova formazione, ma ha adottato misure per integrare con successo nella sua struttura delle forze.

Forze Operazioni SpecialiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Forze Operazioni Speciali dell'Esercito Popolare di Liberazione.

L'EPL, si dedicò la prima volta alla guerra speciale moderna a metà degli anni ottanta, quando si stava spostando da una "guerra popolare" a "combattere una guerra locale in condizioni di alta tecnologia". I pianificatori dell'EPL credevano che la prossima guerra sarebbe stata un conflitto breve, a ritmo veloce nella periferia piuttosto che una guerra totale nei territori cinesi, e la fanteria orientata convenzionalmente delle forze di terra nei suoi numeri di massa non poteva più soddisfare i requisiti. Si specializzarono nel combattimento di reazione rapida in una guerra regionale limitata in condizioni di alta tecnologia, nelle operazioni di commando, nella lotta al terrorismo, e nella raccolta di informazioni. Anche se la dimensione delle forze speciali è classificata, si stima il numero da 7.000 a 14.000 soldati.

EquipaggiamentoModifica

 
Un carro armato da combattimento Type 99 in servizio con le FTEPL.
 
Missile terra-aria HQ-9 (FD-2000)
 
Un veicolo da combattimento della fanteria ZBD-04 in servizio con le FTEPL.

Con la Cina come potenza emergente e godente la prosperità economica, le FTEPL continuano a subire un ammodernamento significativo e una ristrutturazione per affrontare le potenziali minacce e migliorarne le capacità sul terreno di guerra. Le truppe in prima linea, come le forze speciali, i marines e i paracadutisti, hanno la priorità nel ricevere impianti ed equipaggiamenti d'arma moderni. Altre aree di miglioramento sono le loro capacità di battaglia C4ISR, con l'introduzione delle comunicazioni via satellite, delle reti wireless e delle radio digitali, i comandanti dell'esercito sono ora in grado di mantenere le comunicazioni costanti con le loro unità di prima linea durante gli spostamenti. Il grosso delle forze di terra è stato regolarmente invitato ad operare in condizioni difficili esercitandosi in contromisure elettroniche. Anche la capacità nella guerra network-centrica di collegare diversi elementi di combattimento, di intelligence, sorveglianza e ricognizione, in modo da formare una rete integrata, è in fase di sviluppo.[5]

Circa il 40% delle divisioni e delle brigate delle forze di terra sono o corazzate o meccanizzate per affrontare potenziali minacce convenzionali su larga scala. La fanteria meccanizzata sono soldati portati da veicoli da combattimento della fanteria o veicoli trasporto truppe. Una squadra di fanteria meccanizzata è composta da nove uomini; sei armati con fucili d'assalto QBZ-95, un mitragliere e membro dell'equipaggio, e un mitragliere RPG. La fanteria non meccanizzata sono soldati mossi da camion. Una squadra non meccanizzata è composta da 12 uomini; gli originali nove uomini più uno extra membro dell'equipaggio mitragliatrice e RPG. Le truppe indossano uniformi da camuffamento verde-fantasia, elmetti e giubbotti antiproiettile (piuttosto che giubbotti antiproiettile con ceramica balistica). La squadra smontata ha due radio walkie-talkie, mentre il veicolo è dotato di un sistema radio a lungo raggio e un sistema di interfono.[6]

L'arma da fianco standard delle forze di terra PLA è la QSZ-92, con i soldati e le forze speciali averla camerata in 9 × 19 mm, e i comandanti e gli ufficiali in 5.8 × 21 mm DAP92. Il QCW-05 è un fucile mitragliatore 5,8 mm utilizzato dalle forze speciali e dal personale non combattente, come il personale viaggiante e gli equipaggi. Il cecchinaggio è fornito dal fucile di precisione QBU-88. La QJY-88 è una mitragliatrice generica utilizzato in squadre da un equipaggio di due persone.[7]

Ai livelli di plotone e compagnia, viene utilizzata la mitragliatrice più pesante Type 67.[8] A questi livelli sono anche il lanciagranate automatico QLZ-87 35 mm e la sua variante aggiornata QLZ-04, e i lanciagranate QLT-89 e QLT-89A 50 mm. Ai livelli di compagnia e di battaglione, le armi includono la mitragliatrice pesante QJZ-89 12,7 mm e il lanciarazzi anticarro PF-98. Il mortaio PP-87 82 mm è schierato a livello di battaglione.[7]

Il costo per equipaggiare un solo soldato cinese è di circa 9.400 yuan (1.523 dollari), molto meno dei soldati occidentali, a causa delle minore quantità di kit rilasciati. Circa la metà è il costo del solo fucile QBZ-95 (4.300 yuan), con il secondo più costoso essere l'elmetto a 1.580 yuan. A differenza dei soldati occidentali, cui viene dato il giubbotto antiproiettile, le ginocchiere e le gomitiere, gli occhiali e le maschere antigas, la maggior parte dei soldati cinesi non ottiene giubbotti superiori ai livelli di compagnia. Solo due apparecchi radio vengono dati a ciascuna compagnia, per il comandante e per l'istruttore politico, con solo pochi soldati in ogni squadra che trasportano bussole, e meno ancora con apparecchiature per la visione notturna.[9] Cui Xianwei ha detto che l'EPL ritiene che la fornitura di dispositivi di protezione per i soldati fiaccherebbe il loro spirito combattivo.[10]

Sommario dell'equipaggiamentoModifica

Le FTEPL mantengono un inventario impressionante di veicoli militari. Tutti i dati successivi sono forniti dal Centre For Land Warfare Studies.[11]

Tipo Attivo
Carri armati da combattimento 7,950[11]
Carri armati leggeri 1,200[11]
Veicoli da combattimento della fanteria 1,490[11]
Veicoli trasporto truppe 3,298[11]
Artiglieria rimorchiata 6,246[11]
Semoventi d'artiglieria 1,710[11]
Artiglieria razzi 1,770[11]
Sistemi SAM 1,531[11]

Mezzi AereiModifica

Relazioni con altre organizzazioniModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Polizia armata del popolo e Milizia dell'Esercito Popolare di Liberazione.
 
Una squadra di truppe della Polizia armata del popolo.

Le Forze di Terra dell'Esercito Popolare di Liberazione mantengono stretti rapporti con varie organizzazioni paramilitari all'interno della Cina. In primo luogo, la Polizia Armata del Popolo e la Milizia dell'Esercito Popolare di Liberazione (Milizia dell'EPL). Entrambe queste organizzazioni paramilitari agiscono come forza di riserva per le FTEPL in un periodo di emergenza nazionale come la guerra o le calamità naturali. La Polizia Armata del Popolo è composta da circa 1.500.000 uomini, di cui circa 700.000 sono impiegati in ruoli di combattimento, organizzati in 14 divisioni. La loro missione primaria in tempo di pace è la sicurezza interna e l'antiterrorismo.[13][14] La Milizia dell'Esercito Popolare di Liberazione è una forza di massa impegnata nella produzione giornaliera, sotto la guida del Partito Comunista Cinese (PCC), e fa parte delle forze armate cinesi. Sotto il comando degli organi militari, impegna tali posti di lavoro come i servizi di preparazione della guerra, i compiti di sicurezza e di funzionamento della difesa e l'assistenza nel mantenimento dell'ordine sociale e della sicurezza pubblica. La Milizia dell'EPL annumera almeno 3.000.000 di uomini e donne in servizio.[15][16]

NoteModifica

  1. ^ a b China Military Power Report 2015 (PDF), Dipartimento della difesa USA. URL consultato il 15 settembre 2015.
  2. ^ Flightglobal - World Air Forces 2015, p.13 (PDF), [Flightglobal.com].
  3. ^ Chinese Ground Forces, SinoDefence.com. URL consultato il 12 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2013).
  4. ^ Chapter 8, PLA Ground Forces, by Dennis J Blasko, in The People's Liberation Army as Organisation, RAND, CF182.
  5. ^ World's Largest Army, Largest Army in the World, World's Largest Army, Largest Army in the World. URL consultato il 7 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2008).
  6. ^ Chinese squad – Strategypage.com, September 1, 2012.
  7. ^ a b PLA Infantry Weapons: Small Arms of the World’s Largest Army - SAdefensejournal.com, 29 April 2014.
  8. ^ Indigenous Machine Guns of China - SAdefensejournal.com, 20 March 2014.
  9. ^ The Minuscule Cost of Equipping a Chinese Soldier - WSJ.com, 8 December 2014.
  10. ^ How much does PLA soldier's individual equipment cost?, su www.iiss.com, China Military Online, 8 dicembre 2014. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  11. ^ a b c d e f g h i People’s Liberation Army Ground Forces Modernisation Archiviato il 23 gennaio 2013 in Internet Archive. 2012, Page 48- 52.
  12. ^ a b c d e f g h i j k (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 13. URL consultato il 13 dicembre 2018.
  13. ^ Top legislature passes armed police law. China Daily. August 27, 2009.
  14. ^ Wines, Michael (August 27, 2009). China Approves Law Governing Armed Police Force . The New York Times.
  15. ^ The Components of the Armed Forces Archiviato il 9 agosto 2012 in Internet Archive., PRC's official website.
  16. ^ China's Armed Forces, CSIS (Page 24) (PDF), 25 luglio 2006. URL consultato il 5 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2008).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica