Zhou Suhong

pallavolista cinese
Zhou Suhong
Nazionalità Cina Cina
Altezza 182 cm
Peso 69 kg
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Schiacciatrice/Opposto
Ritirata 2013
Carriera
Giovanili
1990-1994 Zhejiang
Squadre di club
1994-2009Zhejiang
2009-2010Guangdong Hengda
2010-2013Zhejiang
Nazionale
1999-2010 Cina Cina 106 pres.
Palmarès
Transparent.png Giochi olimpici
Oro Atene 2004
Bronzo Pechino 2008
Transparent.png Campionato asiatico e oceaniano
Oro Hong Kong 1999
Oro Thailandia 2001
Oro Vietnam 2003
Oro Cina 2005
Argento Thailandia 2007
Transparent.png World Grand Prix
Argento Macao 2001
Argento Hong Kong 2002
Oro Andria 2003
Bronzo Sendai 2005
Argento Ningbo 2007
Transparent.png Coppa del Mondo
Oro Giappone 2003
Transparent.png Grand Champions Cup
Oro Giappone 2001
Bronzo Giappone 2005
Statistiche aggiornate al 22 ottobre 2013

Zhou Suhong[1] (Suzhou, 23 aprile 1979) è un'ex pallavolista cinese.

Giocava nel ruolo di schiacciatrice e opposto.

CarrieraModifica

La carriera di Zhou Suhong inizia all'età di undici anni, quando entra a far parte della formazione giovanile dello Zhejiang Nuzi Paiqiu Dui, con la quale gioca per quattro annate, prima di essere promossa in prima squadra nel 1994. Inizia così una lunga militanza nella squadra, che si prolunga per quindici anni; pur non vincendo alcun titolo nel 1999 viene convocata per la prima volta nella nazionale cinese, vincendo il campionato asiatico e oceaniano. Nel 2001, dopo aver vinto la medaglia d'argento al World Grand Prix, vince l'oro al campionato continentale e alla Grand Champions Cup. Un anno dopo vince nuovamente la medaglia d'argento al World Grand Prix, per poi vincere l'oro ai XIV Giochi asiatici.

Nella stagione 2002-03, nonostante un anonimo quinto posto finale, viene premiata come miglior attaccante del campionato; con la vince la medaglia d'oro a tutte le competizioni alle quali prende parte, ossia il World Grand Prix, il campionato asiatico e oceaniano e la Coppa del Mondo. Nel 2004 tocca poi il punto più alto della propria carriera, vincendo la medaglia d'oro ai Giochi della XXVIII Olimpiade di Atene.

Nel campionato 2004-05 riceve il premio di MVP nonostante il settimo posto finale della propria squadra, ma è ancora una volta con la nazionale che riesce ad arricchire il proprio palmarès: vince la medaglia di bronzo al World Grand Prix e quella d'oro al campionato asiatico e oceaniano, ricevendo il premio di miglior ricevitrice in entrambe le competizioni, poi vincere il bronzo alla Grand Champions Cup, dove viene premiata come miglior attaccante; nel 2006 vince un'altra medaglia d'oro ai XV Giochi asiatici.

Nel 2007 vince con la nazionale la medaglia d'argento sia al World Grand Prix che al campionato continentale, mentre un anno dopo vince la medaglia di bronzo ai Giochi della XXIX Olimpiade di Pechino, ricevendo anche il premio di miglior ricevitrice, oltre all'oro alla Coppa asiatica. Nella stagione 2009-10 viene ceduta in prestito al neonato Guangdong Hengda Nuzi Paiqiu Julebu, aiutando il club a centrale la promozione nel massimo campionato cinese; nel 2010 veste per l'ultima volta la maglia della nazionale ai XVI Giochi asiatici, nei quali vince la medaglia d'oro.

Nel campionato 2010-11 torna a giocare nello Zhejiang Nuzi Paiqiu Dui, classificandosi al quarto posto in campionato, per poi ritirarsi dall'attività agonistica al termine della stagione 2012-13, chiusa al terzo posto.

Vita privataModifica

È stata sposata con l'ex pallavolista Tang Miao, il quale è stato costretto a ritirarsi dalla pallavolo nel 2007, a causa di un terribile infortunio durante una sessione di allenamento, mentre si trovava con la squadra dello Shanghai Nanzi Paiqiu Dui a San Pietroburgo, nel quale a causa di una caduta scomposta si frattura diverse vertebre, sopravvivendo miracolosamente, ma restando paraplegico[2][3]. Nel 2011 la coppia ha avviato le pratiche per il divorzio[4].

PalmarèsModifica

Nazionale (competizioni minori)Modifica

Premi individualiModifica

NoteModifica

  1. ^ Nell'onomastica cinese il cognome precede il nome. "Zhou" è il cognome.
  2. ^ FIVB expresses concerns over injured Tang Miao, su chinadaily.com.cn. URL consultato l'8-04-14.
  3. ^ Tang Miao continues his volleyball dream, su english.cntv.cn. URL consultato l'8-04-14 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2014).
  4. ^ Tang Miao Zhou Suhong recognize her mother went to Hangzhou to do godfather soup gift to send ten thousand yuan, su wantinews.com. URL consultato l'8-04-14.

Collegamenti esterniModifica