Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Zito (disambigua).
Zito
Zito 2008.jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 179[1] cm
Peso 69[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1967
Carriera
Squadre di club1
1948-1951Taubaté? (?)
1951-1967Santos733 (57)
Nazionale
1954-1966 Brasile Brasile 46 (3)
Palmarès
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Oro Svezia 1958
Oro Cile 1962
Transparent.png Campeonato Sudamericano
Argento Argentina 1959
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

José Ely de Miranda meglio noto come Zito (Roseira, 18 agosto 1932Santos, 14 giugno 2015) è stato un calciatore brasiliano campione del mondo nel 1958 e nel 1962.

Colpito da ictus nel 2014, è scomparso l'anno successivo all'età di 82 anni[2].

Indice

CarrieraModifica

ClubModifica

Zito iniziò la sua carriera nel Taubaté nel 1948. Nel 1951 si trasferì al Santos, con cui vinse 9 Campionati Paulisti, 5 Taça Brasil consecutive, 2 Coppe Libertadores, 2 Coppe Intercontinentali e 4 Tornei Rio-San Paolo.

NazionaleModifica

Con la Nazionale brasiliana Zito disputò 46 partite ufficiali segnando 3 gol.

Con il Brasile partecipò ai Mondiali del 1958, del 1962 e del 1966, vincendo i primi due giocando titolare.

CuriositàModifica

Fu lui a scoprire il calciatore brasiliano Gabigol.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni stataliModifica

Santos: 1955, 1956, 1958, 1960, 1961, 1962, 1964, 1965, 1967
Santos: 1959, 1963, 1964, 1966

Competizioni nazionaliModifica

Santos: 1961, 1962, 1963, 1964, 1965

Competizioni internazionaliModifica

Santos: 1962, 1963
Santos: 1962, 1963

NazionaleModifica

Svezia 1958, Cile 1962

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (ENDEFRESAR) Zito, su FIFA.com, FIFA.  
  • (EN) Zito, su national-football-teams.com, National Football Teams.  
  • (ENESFRPT) Zito, su sambafoot.com, Sambafoot RCS Paris.  
  • (PT) Profilo su santosfc.com.br, su santosfc.com.br (archiviato dall'url originale il 29 maggio 2013).