Zonca-Santini

Zonca
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Tino Conti.JPG
Costantino Conti vincitore alla Tre Valli Varesine 1974 in maglia Zonca
Informazioni
NazioneItalia Italia
Debutto1970
Scioglimento1979
SpecialitàStrada, pista
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Divisa

La Zonca era una squadra maschile italiana di ciclismo su strada, attiva nel professionismo dal 1970 al 1979. Diretta dall'ex ciclista Ettore Milano, era sponsorizzata dall'azienda vogherese di lampadari Zonca.

StoriaModifica

La squadra Zonca viene formata nel 1970 su impulso dell'omonima azienda di lampadari di Voghera guidata dai fratelli Maffeo, Luigi e Giorgio Zonca, e sotto la direzione tecnica di Ettore Milano, ex professionista già gregario di Fausto Coppi.[1][2] Al primo anno l'organico è composto da dieci ciclisti.[3] Nel 1971 arriva la prima vittoria di rilievo, in una tappa della Tirreno-Adriatico con Giuseppe Beghetto,[2] e nel 1972 il primo invito al Giro d'Italia, gara cui la squadra parteciperà ininterrottamente fino al 1979; proprio nella "Corsa rosa" 1972 Wladimiro Panizza conclude al quinto posto finale.

Nel 1973 Gianni Motta dà alla squadra, sul traguardo di Iseo, la prima vittoria di tappa al Giro d'Italia; l'anno dopo in maglia Zonca Costantino Conti conclude quarto al Giro, con un distacco di soli 2'14" dal vincitore Eddy Merckx, e vince la Tre Valli Varesine.[4][5] Nel 1975 Zonca si associa all'azienda di abbigliamento empolese Confezioni Santini e la denominazione del team diventa Zonca-Santini:[6] in stagione lo svizzero Roland Salm vince il Giro del Veneto e chiude al tredicesimo posto il Giro.

Nel 1976 viene messo sotto contratto l'esperto Franco Bitossi, che durante l'anno conquista il Trofeo Laigueglia, il Giro del Friuli e la Coppa Bernocchi, valida come campionato italiano; è in evidenza anche Piero Spinelli, vincitore della Coppa Sabatini. L'anno dopo Bruno Wolfer vince una tappa al Tour de Suisse, e Ueli Sutter conclude quarto nella corsa; lo stesso Sutter nel 1978 dà a Zonca il successo nella classifica dei GPM al Giro d'Italia, in una corsa che vede la sua squadra aggiudicarsi due tappe, rispettivamente sul Monte Trebbio e all'arrivo finale di Milano, con Giancarlo Bellini e Pierino Gavazzi. Nella stessa stagione Gavazzi conquista anche il titolo nazionale a Odolo (davanti a Francesco Moser e Giuseppe Saronni)[7] e la Milano-Torino.

Il 1979 è l'ultimo anno di attività su strada: Gavazzi vince il Trofeo Laigueglia e il Giro di Campania, mentre Wolfer si aggiudica la frazione di Chieti al Giro d'Italia e Leonardo Mazzantini fa sua la Coppa Sabatini. La squadra tornerà parzialmente attiva, benché unicamente su pista, dal 1981 al 1983, con il nome di Zonca-Club Amici della Pista: vestiranno la maglia Zonca anche l'inseguitore Octavio Dazzan e il mezzofondista Bruno Vicino.

CronistoriaModifica

AnnuarioModifica

Anno Codice Nome Cat. Biciclette Dirigenza
1970 -   Zonca Pro Dir. sportivi: Ettore Milano
1971 -   Zonca Pro Dir. sportivi: Ettore Milano
1972 -   Zonca Pro Dir. sportivi: Ettore Milano
1973 -   Zonca Pro Dir. sportivi: Ettore Milano
1974 -   Zonca Pro Dir. sportivi: Ettore Milano
1975 -   Zonca-Santini Pro Dir. sportivi: Ettore Milano
1976 -   Zonca-Santini Pro Colnago Dir. sportivi: Ettore Milano
1977 -   Zonca-Santini Pro Olmo Dir. sportivi: Ettore Milano
1978 -   Zonca-Santini-Chicago Jeans Pro Olmo Dir. sportivi: Ettore Milano
1979 -   Zonca-Santini Pro Olmo Dir. sportivi: Ettore Milano

PalmarèsModifica

Grandi GiriModifica

Partecipazioni: 8 (1972, 1973, 1974, 1975, 1976, 1977, 1978, 1979)
Vittorie di tappa: 4[4]
1973: 1 (Gianni Motta)
1978: 2 (Giancarlo Bellini, Pierino Gavazzi)
1979: 1 (Bruno Wolfer)
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 1
1978: Scalatori (Ueli Sutter)
Partecipazioni: 0
Partecipazioni: 0

NoteModifica

  1. ^ CONTINUARE COI RILANCI (PDF), in L'Unità, 16 novembre 1973. URL consultato il 30 novembre 2019.
  2. ^ a b Sprint a Civitanova Beghetto su Basso (PDF), in L'Unità, 14 marzo 1971. URL consultato il 30 novembre 2019.
  3. ^ (FR) Zonca (1970), su memoire-du-cyclisme.eu. URL consultato il 30 novembre 2019.
  4. ^ a b Giro d'Italia (PDF), su almanaccodelciclismo.it. URL consultato il 30 novembre 2019.
  5. ^ ZONCA, su cyclebase.nl. URL consultato il 30 novembre 2019.
  6. ^ È morto l'imprenditore Ardelio Santini, su ricerca.gelocal.it. URL consultato il 7 dicembre 2019.
  7. ^ Pierino Gavazzi cattura il tricolore battendo Moser e Saronni allo sprint (PDF), in L'Unità, 26 giugno 1978. URL consultato il 30 novembre 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo