Apri il menu principale

Zoran Terzić

ex pallavolista ed allenatore di pallavolo serbo
Zoran Terzić
Zoran Terzic 2017 01.jpg
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Jugoslavia Jugoslavia
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro
Serbia Serbia
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex pallavolista)
Squadra Serbia Serbia
Fenerbahçe
Ritirato 1986 (giocatore)
Carriera
Squadre di club
1979-1986Stella Rossa
Carriera da allenatore
1996-1998Stella Rossagiovanili
1998-2005Stella Rossa
2002-2003Jugoslavia Jugoslavia
2003-2006Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro
2006-Serbia Serbia
2006-2010Metal Galați
2010-2011Sirio Perugia
2011-2012Dinamo Bucarest
2012-2015Omička
2016Târgoviște
2016-2017Volero Zurigo
2017-2018Dinamo Mosca
2018-Fenerbahçe
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Argento Rio de Janeiro 2016
Transparent.png Campionato mondiale
Bronzo Giappone 2006
Oro Giappone 2018
Transparent.png Campionato europeo
Argento Lussemburgo e Belgio 2007
Oro Serbia e Italia 2011
Bronzo Paesi Bassi e Belgio 2015
Oro Azerbaigian e Georgia 2017
Transparent.png World Grand Prix
Bronzo Macao 2011
Bronzo Sapporo 2013
Bronzo Nanchino 2017
Transparent.png Coppa del Mondo
Argento Giappone 2015
Statistiche aggiornate al 4 novembre 2018

Zoran Terzić (in serbo Зоран Терзић?, traslitterato Zoran Terzić; Belgrado, 9 luglio 1966) è un allenatore di pallavolo ed ex pallavolista serbo. Allena la Serbia e il Fenerbahçe.

CarrieraModifica

ClubModifica

Pallavolista nel settore giovanile della Stella Rossa dal 1979 al 1986, conclude la propria carriera di giocatore per dedicarsi allo studio, laureandosi infine nel 1998. Nel frattempo, sotto la spinta dell'ex selezionatore della Jugoslavia Drago Tomić, si avvicina all'attività di tecnico, affiancando quindi il tecnico dell’IMT Belgrado Goran Nešić; nel 1996 esordisce come capo allenatore, guidando per due stagioni la formazione giovanile maschile della Stella Rossa.

Nel 1998, il presidente della Stella Rossa Aleksandar Boričić lo convince a passare alla guida della formazione maggiore femminile; con la formazione di Belgrado conquista tre titoli nazionali, interrompendo il dominio dello Jedinstvo Užice, e la Coppa di Jugoslavia 2002; termina l'esperienza alla guida della formazione serba nel 2005.

Per l'annata 2006-07 si trasferisce nella Divizia A1 rumena, dove guida il Metal Galați: in quattro stagioni si aggiudica altrettanti titoli nazionali e tre Coppe di Romania.

Nel dicembre 2010, dopo aver iniziato la stagione 2010-11 senza incarichi in squadre di club, viene chiamato dalla Sirio Perugia per sostituire Claudio Cesar Cuello in Serie A1 italiana.

Nell'annata seguente torna nuovamente nel massimo campionato rumeno, ingaggiato stavolta dalla Dinamo Bucarest con cui ottiene la vittoria della Coppa di Romania; passa quindi per la stagione 2012-13 in Russia, disputando la Superliga alla guida dell'Omička; in tre annate si aggiudica due Coppe della Siberia e dell'Estremo Oriente.

Dal gennaio 2016, dopo qualche mese di inattività a livello di club, viene richiamato per la terza volta in Romania per i mesi finali della stagione 2015-16; sulla panchina del Târgoviște conquista la propria quinta Coppa di Romania[1].

Per la stagione 2016-2017 si trasferisce nella Lega Nazionale A Svizzera, accordandosi con il Volero Zurigo con cui fa en plein in campo nazionale, aggiudicandosi Supercoppa, Coppa di Svizzera e campionato.

Fa quindi nuovamente ritorno nel massimo campionato russo per l'annata 2017-18, ingaggiato dalla Dinamo Mosca con cui ottiene la vittoria in Supercoppa e in campionato, prima di accettare la proposta del Fenerbahçe trasferendosi quindi in Turchia per la Sultanlar Ligi 2018-2019.

NazionaleModifica

Nel 2002 viene nominato Commissario Tecnico della Jugoslavia, che l'anno successivo cambierà denominazione in Serbia e Montenegro; ricopre quindi l'incarico di allenatore della Serbia dal 2006, anno della scissione fra quest'ultima ed il Montenegro. Alla guida della selezione serba si aggiudica l'argento olimpico a Rio de Janeiro 2016, il titolo mondiale nel 2018 e il bronzo nell'edizione 2006, due titoli europei, un argento e un bronzo continentali, tre terzi posti al World Grand Prix e un secondo posto alla Coppa del Mondo 2015; conquista inoltre le prime tre edizioni della European League di pallavolo femminile e il terzo posto nell'edizione 2012, oltre all'argento all'Universiade 2009[2].

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Coppa di Romania F: Vince il CSM Targoviste, su volleyball.it, 10aprile 2016. URL consultato il 2 agosto 2019.
  2. ^ Universiade: Italia-Serbia 3-2. Taipei nei Quarti, su volleyball.it, 5 luglio 2009. URL consultato il 2 agosto 2019.

Collegamenti esterniModifica