Apri il menu principale
Zorro Generazione Z
serie TV d'animazione
Zorro Generazione Z.png
Logo originale della serie
Titolo orig.Zorro: Generation Z
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreRick Ungar, Johnston McCulley (creatore originale del personaggio di Zorro)
RegiaChris Evans
SceneggiaturaLen Uhley, Steven Darancette, Randy Littlejohn, Christy Marx, Lee Cohen, Sean Catherine Derek
MusicheMark Blackledge
StudioBKN, Zorro Productions, inc.
ReteTelemundo (USA[N 1]), YTV (Canada)
1ª TV16 marzo – 7 settembre 2006
Episodi26 (completa)
Aspect ratio16:9
Durata ep.22 min
Rete it.Italia 1
1ª TV it.19 settembre 2009 – 30 gennaio 2010 (interrotta)
Episodi it.19 / 26 Completa al 73% (interrotta)
Durata ep. it.22 min
Dialoghi it.Nicola Marcucci, Marina D'Aversa, Loredana Mauro, Clorinda Venturiello
Studio dopp. it.Bideri Comunicazione
Dir. dopp. it.Nicola Marcucci
Genereazione, fantascienza

Zorro Generazione Z (Zorro: Generation Z) è una serie animata statunitense formata da 26 episodi che ha come protagonista il giovane Diego De La Vega, ovvero il famoso Zorro, ambientata nella città di Pueblo Grande del 2015.

In Italia, la serie è stata trasmessa dal 19 settembre 2009 ogni sabato mattina su Italia 1[1][2][3], con la sigla cantata da Giacinto Livia, interrompendosi però il 30 gennaio 2010 all'episodio n° 19.

Indice

PersonaggiModifica

  • Diego De La Vega / Zorro: pro-nipote di quinta generazione del Zorro originale, è un ragazzo appassionato di motocross, che cresce ascoltando dal nonno le avventurose gesta del leggendario Zorro. Per puro caso scoprirà che Zorro non è solo una leggenda: troverà infatti il suo nascondiglio segreto, e deciderà di seguirne le orme. Ha a disposizione una futuristica arma laser in grado di funzionare da spada, pistola o frusta, e la moto da corsa "Tornado-Z". Gli unici a conoscere il suo segreto sono il suo migliore amico Bernardo e la domestica di casa, che ne approva l'operato, usati per sventare i diabolici piani del sindaco Martinez.
Doppiato da: Ben Small (ed. inglese), Gabriele Lopez e Giulia Tarquini da bambino (ed. italiana)
  • Maria Martinez / Fiamma Scarlatta: è la figlia dello spietato sindaco Martinez, e come Diego ha una propria identità segreta, Fiamma Scarlatta. È armata di due fruste laser, e non esita a opporsi ai diabolici piani di suo padre. Nonostante lei e Diego si trovino spesso a combattere fianco a fianco, non conoscono le loro rispettive seconde identità.
Doppiata da: Jules de Jongh (ed. inglese), Laura Amadei (ed. italiana)
  • Bernardo: è il migliore amico di Diego, muto ma genio del computer. Sa mantenere l'equipaggiamento di Zorro in piena efficienza, e sa chi sia in realtà. Se Diego e Zorro devono apparire insieme, è lui a impersonare Zorro indossandone il costume.
  • Sindaco Martinez: l'antagonista principale della serie, è visto da tutti come un uomo rispettabile e brillante, ma in realtà è un ladro rapinatore spietato, disonesto, crudele, corrotto e senza scrupoli, e l'unico a saperlo sono Zorro e sua stessa figlia Fiamma Scarlatta, sempre pronti a fermare i suoi scagnozzi senza scrupoli, e i suoi piani criminali.
Doppiato da: Morgan Deare (ed. inglese), Nicola Marcucci (ed. italiana)
  • Alejandro De La Vega: è il padre di Diego, ricco imprenditore. È preoccupato del fatto che suo figlio, e potenziale erede, sia un irresponsabile scansafatiche, dato che non ne conosce il segreto.
Doppiato da: Massimo Rinaldi (ed. italiana)

EpisodiModifica

Titolo italiano Titolo inglese Prima TV USA Prima TV Italia
1 Una nuova generazione (prima parte) A New Generation: Part 1 16 marzo 2006 19 settembre 2009
2 Una nuova generazione (seconda parte) A New Generation: Part 2 23 marzo 2006 26 settembre 2009
3 I terrifici quattro The Fearsome Four 30 marzo 2006 3 ottobre 2009
4 Le colpe del padre Sins Of The Father 6 aprile 2006 10 ottobre 2009
5 Sindaco per un giorno Mayor For A Day 13 aprile 2006 17 ottobre 2009
6 Eroe part time cercasi Wanted: Part Time Hero 20 aprile 2006 31 ottobre 2009
7 Caccia alla volpe The Perfect Fox Hunt 27 aprile 2006 7 novembre 2009
8 Un'offerta avvelenata Hostile Takeover 4 maggio 2006 14 novembre 2009
9 Gli uomini ratto The Underground 11 maggio 2006 21 novembre 2009
10 Mascherata Masquerade 18 maggio 2006 28 novembre 2009
11 Quattro contro due Double Date 25 maggio 2006 5 dicembre 2009
12 Il fantasma della vecchia scuola That Old School 1º giugno 2006 12 dicembre 2009
13 Payaso il clown Don Payaso 8 giugno 2006 19 dicembre 2009
14 La macchina del terremoto The Earthquake Machine 15 giugno 2006 26 dicembre 2009
15 Generazioni in confronto A 'Z' In Time 22 giugno 2006 2 gennaio 2010
16 Sconfiggere o essere sconfitti Crush or Be Crushed 29 giugno 2006 9 gennaio 2010
17 La volpe ferita The Wounded Fox 6 luglio 2006 16 gennaio 2010
18 L'identità di Zorro Persona Non Grata 13 luglio 2006 23 gennaio 2010
19 Il cugino di Zorro Diego's Cousin 20 luglio 2006 30 gennaio 2010
20 L'onda del crimine[N 2][N 3] Crime Wave 27 luglio 2006 non trasmesso
21 Z-Virus[N 2][N 3] Z-Virus 3 agosto 2006 non trasmesso
22 Pazzo di te[N 2][N 3] Mad About You 10 agosto 2006 non trasmesso
23 Il rivale[N 2][N 3] The Rival 17 agosto 2006 non trasmesso
24 Il drago d'oro[N 2][N 3] The Golden Dragon 24 agosto 2006 non trasmesso
25 I nuovi arrivati[N 2][N 3] The New Arrivals 31 agosto 2006 non trasmesso
26 Il sondaggio cartesiano[N 2][N 3] Poll Axed 7 settembre 2006 non trasmesso

NoteModifica

Annotazioni
  1. ^ La versione originale in lingua inglese non è mai andata in onda doppiata nel Paese di produzione, gli Stati Uniti, difatti Telemundo ha trasmesso l'edizione doppiata in lingua spagnola.
  2. ^ a b c d e f g Traduzione dal titolo inglese dell'episodio.
  3. ^ a b c d e f g Episodio inedito in Italia.
Fonti
  1. ^ Luca Rosati, Zorro Generazione Z: curiosità e trama della nuova serie animata, in Everyeye.it, 9 settembre 2009. URL consultato il 22 agosto 2018.
  2. ^ Zorro Generazione Z, in arrivo su Italia 1, in AnimeClick.it, 7 settembre 2009. URL consultato il 22 agosto 2018.
  3. ^ Benedetta Guerra, Zorro generazione Z, ogni sabato su Italia 1, in CineTivù, 28 novembre 2009. URL consultato il 22 agosto 2018.

Collegamenti esterniModifica