« Ci incontriamo ancora Buzz Lightyear, per l'ultima volta! »
(Zurg in Toy Story 2)
Imperatore Zurg
Zurg.jpg
Zurg in Toy Story 2
Universo Disney
Nome orig. in inglese Emperor Zurg
Lingua orig. Inglese
Autore John Lasseter
Studio Walt Disney Studios
1ª app. in Toy Story 2 - Woody e Buzz alla riscossa
Ultima app. in Buzz Lightyear da Comando Stellare
Voci orig.
Voce italiana Michele Kalamera
Specie Robot alieno (nella serie animata e nel videogioco immaginario di Buzz Lightyear)/Giocattolo (nel mondo reale di Toy Story 2)
Sesso Maschio

L'imperatore Zurg (in inglese Emperor Zurg) è un personaggio Disney, apparso nella serie Toy Story, è l'acerrimo nemico di Buzz Lightyear.

Indice

Biografia del personaggioModifica

Toy Story - Il mondo dei giocattoliModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Toy Story - Il mondo dei giocattoli.

Nel primo film Zurg non appare mai ma viene soltanto citato da Buzz Lightyear, che lo menziona come il suo nemico giurato. Buzz inoltre afferma che Zurg starebbe costruendo un'arma potentissima con cui potrebbe distruggere un intero pianeta e che lui è il solo in grado di poterlo fermare (un riferimento alla Morte Nera di Guerre stellari). Infatti nel film, prima di scoprire di essere solo un giocattolo, l'unica preoccupazione di Buzz (che quindi si credeva un vero space ranger) è contattare il Comando Stellare per mandare a monte i loschi piani di Zurg. Nell'iniziale sceneggiatura di Toy Story, Zurg doveva originariamente comparire nella sequenza d'apertura del film. La scena è stata poi rimossa e rivista, ed è stata messa all'inizio del secondo lungometraggio.

Toy Story 2 - Woody e Buzz alla riscossaModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Toy Story 2 - Woody e Buzz alla riscossa.

Zurg appare fisicamente per la prima volta all'inizio del secondo film, quando Buzz è arrivato sul pianeta che ospita la sua fortezza e sta tentando di sottrarre la fonte della sua energia (nient'altro che una pila, anzi l'ologramma di una pila). Nella battaglia che segue, Zurg sconfigge Buzz Lightyear sparandogli con il suo cannone a raggi ionizzati e disintegrandole la parte superiore del corpo. La scena poi si chiude mostrando che tutta la parte iniziale del film era in realtà un videogioco. Col procedere della storia, un giocattolo di Zurg presente nella Fattoria dei Giocattoli di Al esce dalla sua scatola e segue il Buzz Lightyear di Andy, che sta cercando di salvare Woody da Al (un disonesto collezionista di giocattoli, principale antagonista del film). Sempre Toy Story 2, poco prima, è presente un'altra copia di Buzz Lightyear, che si comporta come Buzz nel primo film (infatti si crede di essere un vero Space Ranger), che scappa dalla Fattoria dei Giocattoli di Al e combatte con Zurg usando "armi" giocattolo (palline di gomma e luci). Con riferimento al rapporto tra Luke Skywalker e Dart Fener, rispettivamente l'eroe e il cattivo della trilogia originale di Star Wars (L'Impero colpisce ancora), il malvagio imperatore Zurg afferma di essere in realtà il padre di Buzz. Quando Zurg sembra sul punto di finire la copia di Buzz, Rex accidentalmente colpisce Zurg con la sua lunga coda, mandandolo a cadere giù nel condotto di un ascensore. Il deluso Buzz quindi guarda oltre il condotto e stende la mano, pensando sconsolato di aver appena perso il padre, mentre Rex è felicissimo di essere finalmente riuscito a sconfiggere Zurg, non solo nel videogioco ma anche nella realtà. Verso la fine del film, si vede che Zurg è sopravvissuto alla caduta e sta ora giocando con la copia di Buzz: i due sembrano essere diventati amici, in particolare pare che abbiano recuperato il rapporto padre-figlio (come dimostrano le parole di Buzz, "Sei un grande papà!").

Buzz Lightyear da Comando Stellare - Si parte!Modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Buzz Lightyear da Comando Stellare - Si parte!.

L'imperatore Zurg ha un ruolo molto più importante come antagonista principale della serie televisiva Buzz Lightyear da Comando Stellare, spin-off dei film di Toy Story. Nei tre episodi pilota, il film Buzz Lightyear da Comando Stellare - Si parte!, si scopre che ha un misterioso alleato: Warp Darkmatter, che lui ha chiamato Agente Z. Inizialmente sembrava che Darkmatter fosse buono (anche perché era socio di Buzz) ma poi si scoprirà che è stato sempre alleato di Zurg.

Buzz Lightyear da Comando StellareModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Buzz Lightyear da Comando Stellare.

Nella serie televisiva[1] Zurg appare come il sovrano di un impero che ha la sua postazione principale nel "Pianeta Z", ed è un tipico supercattivo che desidera soggiogare l'universo, capace di architettare i piani più disparati e più o meno efficaci per raggiungere il suo scopo. Al suo servizio stanno numerosi alieni dall'aspetto di insetti (chiamati larve nella serie) e creature in parte robotiche dette cerebrigusci (di cui si riconoscono un cervello, due occhi ed una bocca, contenuti in una teca di liquido perché queste creature avrebbero rinunciato al loro corpo per lavorare con Zurg), che spesso fuggono dal'imperatore. Altre volte Zurg assolda personaggi vari per svolgere questo o quel compito.

La personalità di questa versione di Zurg è alquanto messa in ridicolo: il personaggio perde una parte della severità, maestosità e durezza che traspaiono nei film di Toy Story, ispirati alla figura di Dart Fener, per diventare un personaggio malvagio, ambizioso, tirannico, infido e sadico, ma anche istrionico, plateale, volubile, con la tendenza ad organizzare piani bizzarri anche se efficaci, e, in caso di fallimento, a sfogarsi in malo modo sui propri sottoposti. Ricorda insomma il carattere di Yzma nei lungometraggio Disney Le follie dell'imperatore e Le follie di Kronk, e nella serie animata associata, o la trasformazione della personalità di Oroku Saki/Shredder dalla versione fumettistica della sua vicenda alla versione animata Tartarughe Ninja alla riscossa.

Per tutto il cartone non è specificato a che razza Zurg appartenga: si presume che sia un essere vivente, considerato che in un paio di episodi tossisce, beve acqua, dorme e lacrima; la sua voce ricorda quella di un robot, ha una mimica facciale, ma non apre mai la bocca quando parla, il che fa pensare che il suo viso sia una maschera e che possa muoversi anche se fatto di metallo, un po' come il viso di alcuni robot del cartone (come XR) o di altre serie televisive (Transformers). In un solo episodio, in un duello con Buzz, Zurg dice "Aspetta, c'è qualcosa che devo dirti: io sono tuo padre", similmente a Toy Story 2: in questo episodio invece la rivelazione, è solo un espediente per distrarre Buzz ed avere la meglio nel duello e per tutto il resto del cartone la questione di un'eventuale parentela fra i due personaggi non è approfondita.

Toy Story 3 - La grande fugaModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Toy Story 3 - La grande fuga.

In Toy Story 3 Zurg appare solo in una breve sequenza verso i titoli di coda del film, come nuovo giocattolo dell'asilo Sunnyside. Zurg all'inizio sembra quasi spaventato dalla cortesia, dalla gentilezza e dall'allegria dei giocattoli che risiedono in esso, poi fa un sorriso quasi come se il luogo gli piacesse. Per tutto il resto del film Il personaggio viene citato più volte da Buzz nel periodo del film in cui si schiera contro contro i suoi stessi compagni Giocattoli (perché controllato dal malvagio orso Lozzo tramite una modalità Demo di cui lo space ranger è dotato).

NoteModifica

  1. ^ Zurg, blosc.wikia.com. URL consultato il 05 ottobre 2015.

Collegamenti esterniModifica