Apri il menu principale

BiografiaModifica

Dopo un periodo di apprendistato a Roma, svolse la sua attività di stuccatore principalmente a Venezia, dove il suo primo lavoro fu la decorazione delle sale del Palazzo Albrizzi (1690-1710). Questa decorazione mostra una profusione di elementi decorativi e figurativi trattati in maniera tardo barocco estremamente plastici e vigorosi.

Di spirito completamente diverso è la decorazione del Palazzo Morosini Sagredo sul Canal Grande a Santa Sofia, firmata e datata 1718, eseguita con l'aiuto del suo allievo, Carpoforo Mazzetti, noto come Tencalla, dove lo stucco è più leggero e minuto. Nella progettazione e lavorazione, la camera da letto, composto da un'anticamera con alcova letto, è uno dei migliori del suo periodo. È attualmente conservata presso il Metropolitan Museum of Art[1] di New York.

Sua la decorazione della Scuola Grande dei Carmini. Lavorò anche a Udine; nel Duomo realizzò con l'aiuto della sua bottega gli stucchi posti a corredo del Crocifisso, realizzato da Bartolomeo dell'Occhio nel 1473.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN57492529 · ISNI (EN0000 0000 6683 1916 · ULAN (EN500032237 · WorldCat Identities (EN57492529
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie