Abraham Senior

rabbino, banchiere e politico spagnolo

Abraham Senior o Abraham Sennor o Abraham Senor (Segovia, 14121493) è stato un rabbino, banchiere e politico spagnolo alta carica della tenuta castigliana (almojarife maggiore di Castiglia o amministratore reale), che nel 1492 si convertì al cristianesimo, con il nome di Ferrán, Fernán o Fernando Pérez Colonnello o Fernando Núñez Colonnello[2] e fondando un linaje noble, il del Colonnello.[3][4][5][6][7]

Espulsione degli ebrei, secondo Emilio Sala (1889).[1]


FamigliaModifica

La famiglia Senior, Senneor o Seneor e il suo ambiente formarono un importante gruppo finanziario che dagli anni 1460 riuscì ad acquisire i principali redditi fiscali della Corona di Castiglia, nel cui affare permasero durante il resto del secolo.[8] Intervennero anche in politica, appoggiando quelli che alcune fonti denominano un partito borghese, difensore degli interessi delle città artigiane del centro di Castiglia, governate da un Patriciado urbano proveniente dalla bassa nobiltà e dalla borghesia (come la propria Segovia). In questo gruppo emergeva la presenza di un buon numero di relazioni personali di Abraham Senior: la sua parente Andrés Cabrera (maggiordomo del re Enrique IV di Castiglia), la moglie di Andrés, Beatriz di Bobadilla (dama dell'allora principessa Isabel), e Alonso di Quintanilla, Contatore Maggiore di Conti, al quale il bambino Alfonso aveva affidato la fondazione di una fabbrica di moneta in Medina del Campo (città arricchtasi grazie alle ferias). Una delle conseguenze dell'attività di questo partito fu l'avviamento della Santa Fratellanza (1476), promossa per Quintanilla, della quale Abraham Senior arrivò a essere custode nel 1488.[9]

BiografiaModifica

Intervenne attivamente In appoggio della causa della comunità ebrea, sottomessa a una pressione sempre maggiore. Grazie ai suoi sforzi, si riuscì raccogliere tra le sinagoghe castigliane una grande somma per permettere agli ebrei catturati nella prende di Málaga la continuità nell'esercizio della loro religione. In questa occasione li si accusò di avere venduto i gioielli delle donne sconfitte per aggiungere questa somma al riscatto. Dopo aver ritardato la decisione, lungamente considerata dai re, di espellere agli ebrei di Spagna e alla successiva vista della definitiva pubblicazione dell'Edicto di Melograno (31 di marzo di 1492), Abraham Senior e Isaac Abravanel sollecitarono la pubblicazione dell'editto in cambio di grandi somme di denaro, o una qualche causa per essere esclusi.[10] Davanti al diniego della regina, Senior, ora ottantenne, optò per la conversione, mentre il suo amico Abravanel (di 65 anni) scelse di conservare la sua religione e partì per Napoli.

NoteModifica

  1. ^ Este cuadro de pintura de historia reproduce una escena que el pintor justificó con este fragmento de William H. Prescott: Los judíos, que habían tenido aviso de lo que pasaba, recurrieron á su poderosa política ordinaria para granjearse la protección de los reyes: comisionaron á uno de los suyos para hacer un donativo de treinta mil ducados, con destino a los gastos de la guerra de los moros; pero esta negociación fue desconcertada de un modo violento por el inquisidor general Torquemada, el cual entrando en el salón del palacio donde los reyes daban audiencia al comisionado judío, y sacando un Crucifijo de debajo de los hábitos, le presentó exclamando: «Judas Iscariote vendió a su maestro por treinta dineros de plata; Vuestras Altezas le van a vender por treinta mil; aquí está, tomadle y vendedle».
  2. ^ Pérez en Jewish Encyclopedia, Núñez en Documentos sobre la expulsión en sefarad.rediris.es. y en Luis Suárez Fernández (La expulsión de los judíos -Mapfre, 1991, ISBN 8471001969, reproducido en vallenajerilla.com).
  3. ^ Jewish Encyclopedia, su jewishencyclopedia.com. recoge la forma Senior.
  4. ^ Richard Ayoun y Haïm Vidal Séphiha, Sefardíes de ayer y hoy, EDAF, 2002, ISBN 8441411085 pg. 89.
  5. ^ Tomas de Torquemada, su mundohistoria.org (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2018). en mundohistoria.org (consultado el 23/08/2009).
  6. ^ Cronología de los judeoespañoles, su sefarad.rediris.es (archiviato dall'url originale l'11 giugno 2013).
  7. ^ La bibliografía citada por Jewish Encyclopedia, fuente utilizada para todo este artículo, es la siguiente:
  8. ^ En El Tesorero Alonso Gutiérrez y su capilla en San Martín. Archiviato il 19 novembre 2018 in Internet Archive.
  9. ^ Abraham Seneor monta y lidera lo que podríamos llamar el partido burgués, de ciudadanos por la paz, con Alonso Quintanilla, el banquero de Medina, y con Beatriz de Bobadilla, la dama de Isabel, y su esposo Andrés Cabrera, el mayordomo de Enrique IV.
  10. ^ Eloy Benito Ruano Tópicos y realidades de la Edad Media, Volumen 1, Real Academia de la Historia, 2000, ISBN 8489512809, pg. 251.
Controllo di autoritàVIAF (EN98476252 · ISNI (EN0000 0000 7783 950X · LCCN (ENn2010201228 · J9U (ENHE987007308345105171 (topic) · WorldCat Identities (ENlccn-n2010201228