Abu l-Aswad al-Du'ali

poeta e grammatico arabo

Abū l-Aswad al-Duʾalī (in arabo: أبو الأسود الدؤلي‎; prima dell'EgiraBassora, 680) è stato un poeta e grammatico arabo.

BiografiaModifica

Appartenente ai Duʾil b. Bakr, della stirpe dei Banu Kinana, e per lato materno ai Quraysh, Ẓălim ibn ʿAmr ibn Sufyān ibn Duʾālī al-Kinānī (questo il nome del poeta) è accreditato per essere stato inventore della cosiddetta arte grammaticale, che probabilmente fu invece il frutto di una molteplicità di persone, in maggior parte Siriaci e Persiani. Viene accreditato anche e dell'apposizione delle vocali scritte al testo coranico.

Fu si sentimenti alidi e lasciò varie opere sulle guerre civili dell'epoca (battaglia del Cammello e battaglia di Siffin), descritte nella sua privilegiata veste di testimone.

Fu anche investito, per breve tempo, della carica di Wali di Baṣra dal quarto Califfo, 'Ali ibn Abi Talib.

BibliografiaModifica

  • Dīwān, Baghdad, 1373/1954 o Beirut, 1974 (ed. M. Ḥ. Āl Yāsīn).
  • Carl Brockelmann, Geschichte der Arabischen Litterature, GAL, 2 voll. + 3 Supplementi, Leida, E. J. Brill, I, 37, Suppl. I, 72.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN68916241 · ISNI (EN0000 0001 2212 2429 · LCCN (ENn84041728 · GND (DE102411492 · CERL cnp00286238 · WorldCat Identities (ENviaf-33146824608007630307
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie