Apri il menu principale

Accademia Perduta/Romagna Teatri

Accademia Perduta/Romagna Teatri
StatoItalia Italia
Fondazione1982 a Faenza
Sede principaleBagnacavallo
Persone chiaveRuggero Sintoni, Claudio Casadio (fondatori e direttori artistici)
SettoreTeatro
Sito web

Accademia Perduta/Romagna Teatri[1] è un Centro di produzione teatrale[2] fondato nel 1982 come compagnia di teatro per ragazzi e diretto da Ruggero Sintoni e Claudio Casadio.

Produce spettacoli portati in tournée in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Svizzera, Belgio, Germania e in alcuni festival teatrali europei.

Teatro RagazziModifica

Tra le produzioni della compagnia compaiono: Cipì, il nido incantato (1991); Turandot (1997); Hansel e Gretel (2000); I musicanti di Brema (2003), vincitore del Premio ETI “Stregagatto” 2004 come ‘miglior spettacolo per ragazzi'; Pollicino (2004), vincitore del Festival di Teatro Ragazzi Momix di Kingersheim[3] e del Biglietto d'Oro Agis – ETI[4]; Bandiera, ballata per una foglia (2006); Il pifferaio magico (2008), L'Orchetto (2010), La cicala e la formica (2010), Il bosco delle storie (2012), Sotto la neve (2013), Un topo...due topi...tre topi...Un treno per Hamelin (2014). Nel 2009, 2010 e 2011 il Festival dei Due Mondi di Spoleto ospita la compagnia con un'antologia delle sue produzioni di teatro per ragazzi[5][6][7]. Gli spettacoli sono portati in scena da diverse formazioni artistiche; Claudio Casadio, direttore artistico e primattore della compagnia, ne è coinvolto sia in qualità di interprete che come autore e regista.

Teatro d'impegno civile e socialeModifica

Dagli anni '90, l'accademia ha sviluppato e prodotto anche progetti di Teatro d'Impegno civile e sociale: le due edizioni di Teatri per la verità (1993 e 1997), rassegne itineranti nei vari Teatri della Romagna con alcuni protagonisti del teatro e della musica d'autore italiani, i cui incassi sono stati devoluti all'Associazione dei parenti delle vittime della strage di Ustica; I-tigi Canto per Ustica con Marco Paolini e il Quartetto Vocale Giovanna Marini che ha debuttato nell'ambito di "Bologna 2000 Capitale Europea della Cultura" in occasione del 20º anniversario della Strage di Ustica; Maggio '43 (2004), monologo di Davide Enia che rievoca i bombardamenti su Palermo nel secondo conflitto mondiale; Ultimo volo – Orazione Civile per Ustica (2007), opera di teatro musicale di Pippo Pollina che debutta al Teatro Manzoni di Bologna in occasione del 27º anniversario della Strage di Ustica.

Altre produzioniModifica

Parallelamente la direzione artistica si occupa progetti culturali dedicati alla spiritualità come lo spettacolo La Passione di Mario Luz, e Natività a Faenza, proiettato sulla facciata anteriore del Teatro Masini di Faenza in occasione del Natale 2008 e invitato, nel 2009, al Festival della Spiritualità di New York e DivinaMente Roma[8].

La progettualità artistica di Accademia Perduta/Romagna Teatri si è poi estesa, a partire dal 2004, al nouveau cirque e al circo sociale. Nel primo caso, la direzione artistica ha ideato una forma di circo/teatro di piazza con artisti e acrobati che si esibiscono interagendo con palazzi e monumenti architettonici: ne sono esempi le edizioni de La notte delle Creature in Piazza del Popolo a Ravenna (2004, 2005, 2013) e in Piazza del Popolo a Faenza nel 2012 e La Compagnia di Icaro in Piazza Saffi a Forlì nel 2005. Per quanto riguarda il circo sociale, Accademia Perduta/Romagna Teatri ha organizzato per il Comune di Bagnacavallo (RA), dal 2007 al 2012, Il Circo della Pace. Il progetto, ideato dal direttore artistico Ruggero Sintoni e Alessandro Serena, ha avuto per protagoniste diverse realtà e scuole di Circo sociale del mondo: Parada e i ragazzi Bucarest, Sarakasi e gli acrobati di Nairobi, il colombiano Circo para Todos di Calì, Fondazione Mobile Mini Circus for Children di Kabul e gli artisti del progetto Homeless dell'Europa dell'est. Quest'ultimo progetto, nato appositamente per Il Circo della Pace, è stato vincitore del bando Cultura 2007-2013 della Commissione europea[9].

L'Accademia ha co-prodotto con RosettaFilm due documentari diretti dalla regista Roberta Torre: La notte quando è morto Pasolini e Itiburtinoterzo, presentati in festival cinematografici internazionali tra cui il Film Festival di Locarno[10].

Nel 2012 Accademia Perduta co-produce con il Teatro Stabile del Veneto la pièce Oscura immensità, scritta da Massimo Carlotto, interpretata da Claudio Casadio e Giulio Scarpati e diretta da Alessandro Gassmann. La collaborazione con lo scrittore Massimo Carlotto prosegue nel 2014 con lo spettacolo Il mondo non mi deve nulla che vede protagonisti Pamela Villoresi e Claudio Casadio, con la regia di Francesco Zecca. Nel 2015 co-produce con Società per Attori la pièce Mar del Plata, scritto da Claudio Fava, interpretato da Claudio Casadio, Giovanni Anzaldo e Fabio Bussotti e diretto da Giuseppe Marini.

NoteModifica

  1. ^ Felice Cappa e Piero Gelli (a cura di), Dizionario dello Spettacolo del '900, Milano, Baldini&Castoldi, 1998. ISBN 88-8089-295-9
  2. ^ Ministero della Cultura: riconosciuti i Teatri di Rilevante Interesse Culturale e i primi Centri di Produzione Teatrale. In Emilia-Romagna: la Fondazione Teatro Due di Parma, la Baracca di Bolog...
  3. ^ Copia archiviata, su assitej-italia.it. URL consultato il 24 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2014).
  4. ^ "Biglietti D'Oro Per Il Teatro", Al Teatro Romano La Consegna Dei Premi. Ecco I Vincitori - Tuttoggi
  5. ^ Edizione 2009 del Festival dei Due Mondi di Spoleto - Sito Ufficiale, su festivaldispoleto.com. URL consultato il 24 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2014).
  6. ^ Edizione 2010 del Festival dei Due Mondi di Spoleto - Sito Ufficiale, su festivaldispoleto.com. URL consultato il 24 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2014).
  7. ^ Edizione 2011 del Festival dei Due Mondi di Spoleto - Sito Ufficiale, su festivaldispoleto.com. URL consultato il 24 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2014).
  8. ^ DIVINAMENTE Roma 2009 » Festival Internazionale della spiritualità Archiviato l'8 aprile 2015 in Internet Archive.
  9. ^ Torna il Circo della Pace, fino all'8 gennaio in piazza a Bagnacavallo - Il Fatto Quotidiano
  10. ^ Locarno 2009 - Tiburtino terzo/La notte quando è morto Pasolini. - Close-Up.it - storie della visione

BibliografiaModifica

  • Felice Cappa e Piero Gelli (a cura di), Dizionario dello Spettacolo del '900, Milano, Baldini&Castoldi, 1998. ISBN 88-8089-295-9.
  • Paolo Martini e Roberto Pozzi, Il circo della pace, Faenza, MobyDick, 2008. ISBN 978-88-8178-402-8.
  • Anna M. Alessandra Merlo, Accademia Perduta Romagna Teatri. Un profilo di governance in campo culturale, in Azienda Pubblica. Teoria ed esperienza di management, Rimini, Maggioli Editore, 3/2012, pp. 279-299.
  • Cristina Valenti, Ustica e le Arti. Percorsi tra impegno, creatività e memoria, Corazzano (PI), Titivillus, 2007. ISBN 978-88-7218-186-7.

Collegamenti esterniModifica