Apri il menu principale

Accademia degli Oziosi (Bologna)

L'accademia degli Oziosi (in latino Academia Ociosorum) è stata un'istituzione culturale e, in particolare, letteraria, attiva a Bologna nella seconda metà del XVI secolo.

Venne fondata nel 1563 dai fratelli Camillo e Pompeo Vizzani, esponenti di una schiatta, quella dei Vizzani appunto, compresa tra le famiglie senatorie bolognesi, e le sue adunanze si svolgevano in palazzo Vizzani, ubicato a Bologna, in via di Santo Stefano.

Aveva come motto Minus cum magis[1], ripreso dal De officiis di Cicerone, e ne furono membri, oltre ai fondatori, Zaccaria Andriani, il cardinale Scipione Gonzaga, Gasparo Tagliacozzi e Costanzo Varoli. Le dispute letterarie trattate nell'accademia furono pubblicate, nel 1567, nel volume Theoremata universalia de ordine et divisione scientiae contemplativae et active.

NoteModifica

  1. ^ P.A. Orlando, op. cit., p. 33; M. Medici, Memorie istoriche intorno le Accademie scientifiche e letterarie della città di Bologna, Tip. Sassi, Bologna 1852, p. 48

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica