Alfabeto balinese

La scrittura balinese o alfabeto balinese (nativamente conosciuta come Aksara Bali eHanacaraka) è un abugida usato nell'isola di Bali, in Indonesia comunemente usato per scrivere la lingua balinese, il giavanese antico, e la lingua liturgica sanscrito. Con alcune modifiche, la scrittura è anche usata per scrivere la lingua Sasak, parlata nell'isola vicino a Lombok[1]. La scrittura è discendente della Scrittura Brahmi, e ha così molte similarità con le moderne scritture del Sud e del Sud-Est asiatico. La scrittura balinese, con la scrittura giavanese, è considerata la più elaborata e ornamentale tra le scritture brahmiche del Sud-Est Asiatico[2] .

Sebbene oramai soppiantata dall'alfabeto latino, la scrittura balinese è ancora prevalente in molte delle isole indonesiane per cerimonie tradizionali ed è fortemente associata alla religione induista. La scrittura è principalmente usata per la copia di manoscritti contenenti testi religiosi[2][3].

CaratteristicheModifica

LettereModifica

ConsonantiModifica

VocaliModifica

GantunganModifica

DiacriticiModifica

NumeraliModifica

Altri simboliModifica

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Everson, Michael; Suatjana, I Made (2005). Proposal for encoding the Balinese script in the UCS.
  2. ^ a b Kuipers, Joel (2003). Indic Scripts of Insular Southeast Asia: Changing Structures and Functions Archiviato il 14 maggio 2014 in Internet Archive.. Tokyo: Tokyo University of Foreign Studies.
  3. ^ Fox, Richard (2013). Rival Styles of Writing, Rival Styles of Practical Reasoning. Heidelberg: Institut für Ehtnologie.

Collegamenti esterniModifica