Amogjasiddhi

Amogjasiddhi o Amoghasiddhi (in sanscrito; in giapponese 不空成就仏 (Fukujōju Butsu?); in cinese 不空成就佛) è uno dei cinque Buddha della saggezza della tradizione buddista Vajrayana. È associato alla realizzazione del percorso buddista e alla distruzione del veleno dell'invidia. Il suo nome significa Colui i cui risultati non sono vani. La sua Shakti/consorte è Tara, che significa Stella Nobile e le sue cavalcature sono garuda. Appartiene alla famiglia del Karma il cui simbolo di famiglia è il doppio vajra/fulmine.[1][2]

Antica scultura di Amoghasiddhi Buddha. Borobudur, Central Java, Indonesia

CaratteristicheModifica

 
Buddha tibetano Amoghasiddhi dalla collezione del Museo d'arte asiatica di San Francisco, datata 1300-1400 d.C.

Amogjasiddhi è associato allo skandha concettuale o alla mente concettuale (opposta alla mente non concettuale o sensoriale). La sua azione per la promozione dei percorsi buddisti è la pacificazione dei mali. Ciò è simboleggiato dal simbolo di Amogjasiddhi, la luna. Compie il gesto del mudra della mancanza di paura, a simboleggiare la mancanza di paura di lui e dei suoi devoti verso i veleni o le delusioni.

Di solito è colorato in verde nelle opere d'arte ed è associato all'elemento aria o vento. La sua stagione è l'autunno e la sua residenza celeste è il buddha-kṣetra settentrionale chiamato Prakuta.

NoteModifica

  1. ^ Double Dorje Archiviato il January 21, 2009 Data nell'URL non combaciante: 21 gennaio 2009 in Internet Archive.
  2. ^ The Five Dhyani Buddhas (Great Buddhas of Wisdom), Religionfacts.com, 21 dicembre 2012. URL consultato il 14 giugno 2013.

BibliografiaModifica

  • Mythology of India: Myths of India, Sri Lanka and Tibet, Rachel Storm, Anness Publishing Limited, Editor Helen Sudell, (pag. 15)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN20737200 · GND (DE128506784 · CERL cnp00495256
  Portale Buddhismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di buddhismo